Articoli con tag Sicurezza

Ecco come Google continua, giorno dopo giorno, a proteggerci dalle app dannose

Google sta puntando molto sulla sicurezza dei propri utenti, tanto che ogni mese rilascia nuove patch di sicurezza. Ma anche il Play Store può essere fonte di app malevoli, e dunque anche qui dev’essere eseguito un controllo approfondito prima che malware possano essere scaricati da ignari utenti e poi diffondersi. Ecco come Google cerca di mantenerci al sicuro.

Innanzitutto, anche se noi non lo sentiamo, Play Protect è sempre in guardia: ogni giorno vengono scansionate più di 50 miliardi di app. Poi, Google ha lavorato sui permessi, rendendoli più restrittivi: un esempio tra tutti è quello riguardante gli SMS, che ha colpito qualche mese fa Tasker. (altro…)

Il monopattino Xiaomi M365 è una “mina vagante”: può essere hackerato da uno smartphone (video)

Il monopattino elettrico Xiaomi M365 entra nel mirino degli esperti di sicurezza. Il gruppo di hacker Zimperium sarebbe riuscito a prendere il totale controllo del dispositivo tramite un’app per smartphone. Fortunatamente a scoprire la falla sono stati degli hacker ben intenzionati che quindi non hanno svelato il come, ma solo spiegato, anche con un video YouTube, la sua pericolosità.

Infatti basterebbe essere a portata di Bluetooth del dispositivo per controllare accelerazione e frenata, senza bisogno di alcun tipo di autenticazione. Nella clip il monopattino di un apparentemente ignaro passante viene addirittura spento in prossimità di un attraversamento pedonale. (altro…)

Con V-Camera Vodafone vi offre ben 130€ di sconto su Arlo Go (foto)

Per tutto il mese di febbraio Vodafone offre uno sconto di 130€ sull’acquisto della videocamera di sicurezza Arlo Go. Il dispositivo è quindi acquistabile a 249€ – invece che 379€ – con spese di spedizione gratuite. L’offerta include anche 3 mesi di servizio dopodiché si rinnoverà a 5€ al mese. La particolarità di questa videocamera di sorveglianza infatti è che non ha bisogno di Bluetooth o Wi-Fi perché si connette direttamente alla rete cellulare in 4G.

La V-Camera permette di osservare la scena in risoluzione HD con campo visivo fino a 130°. Grazie al sensore a raggi infrarossi è in grado di rilevare movimenti anche al buio e avvisare l’utente, via email o notifica sullo smartphone, che può anche solo ascoltare quello che sta succedendo ed eventualmente intervenire tramite microfono. È comunque disponibile anche il servizio di registrazione su cloud delle immagini che possono essere recuperate fino a sette giorni prima. (altro…)

Google sta testando dei nuovi look per l’interfaccia di autenticazione in due passaggi (foto)

L’autenticazione in due passaggi è il mezzo che Google mette a disposizione per incrementare il livello di sicurezza sui dispositivi Android e sui suoi servizi. L’interfaccia utente relativa a questa funzionalità potrebbe essere presto svecchiata.

Google sta testando alcuni nuovi design per questa interfaccia: nella galleria in basso potete osservare il confronto delle due nuove interfacce in fase di test e quella attuale. Le novità consisterebbero nella maggiore integrazione del nuovo Material Design nell’interfaccia, in particolare nei pulsanti inferiori. (altro…)

Scovato il primo malware clipper per Android: cos’è e perché è pericoloso per le vostre criptovalute (foto)

Il team di ricerca di ESET, uno dei più grandi produttori di software per la sicurezza digitale in Europa, ha scoperto un nuovo tipo di malware agente sulla piattaforma Android. Questa minaccia è particolarmente pericolosa per chi opera con criptovalute.

Il malware si basa su una versione fake del servizio MetaMask, un’estensione desktop per Chrome e Firefox che offre l’esecuzione di app decentralizzate di Ethereum senza attivare un nodo completo della valuta virtuale. La versione mobile di MetaMask al momento non esiste, e chi ha progettato il malware ha approfittato della grande richiesta di questa versione, mirando alla sottrazione delle criptovalute di chi usa quella fake. (altro…)

Il controllo dei permessi di Android Q sarà facile, preciso e sicuro: ecco tutte le novità (foto)

Come avevamo accennato già qualche settimana fa, Android Q porterà notevoli miglioramenti dal punto di vista della gestione dei permessi e della privacy, rendendo più semplice capire quali app e servizi stanno utilizzando le funzioni ed i sensori del nostro smartphone. I cambiamenti saranno moltissimi, dunque facciamo un piccolo salto nel futuro e andiamo a vedere cosa ci attende.

Grazie al report prodotto da XDA, abbiamo avuto l’occasione di vedere lo stato dei lavori sul nuovo sistema Google, nello specifico riguardo al sistema dei permessi. Rispetto a quello utilizzato da Android Pie, il controllo appare semplificato: una piccola icona nella barra di stato avviserà gli utenti se un servizio sta utilizzando il microfono, la fotocamera o la posizione; aprendo il pannello notifiche sarà possibile scoprire in dettaglio quanti e quali app in esecuzione stanno accedendo allo specifico permesso, in modo da agire su tali servizi all’occorrenza. (altro…)

Google rimuove 29 app fotografiche pericolose per la vostra privacy e sicurezza: ecco quali

Il Play Store ospita un numero enorme di app, distribuite su una vasta gamma di categorie. In questa grande abbondanza non è difficile trovare qualche mela marcia e fortunatamente Google vigila su di esse.

A tal proposito sono state rimosse ben 29 app rientranti nella categoria fotografica che facevano di tutto tranne che il loro scopo dichiarato. Queste app, palesandosi come gestori di immagini, strumenti di editing o strumenti di scatto avanzato, contenevano degli aggressivi algoritmi di annunci pubblicitari con lo scopo di rubare informazioni personali o truffare gli utenti. Alcune di esse rubavano persino le immagini degli utenti. (altro…)

Milioni di fanatici di selfie hanno abboccato all’amo di una serie di app infette sul Play Store (foto)

Trend Micro – società taiwanese che si occupa di cyber sicurezza – ha annunciato sul suo blog un’inquietante scoperta, che chiama nuovamente in causa il mai troppo sicuro Google Play Store. È infatti stata scovata una serie di app apparentemente innocue, rivolte agli amanti dei selfie, che in realtà celavano malware in grado di mettere a repentaglio la privacy degli ignari utenti.

La maggior parte delle app interessate ricadono nella categoria beauty camera, ovvero quei software che promettono miracoli nell’abbellire i volti dei fanatici degli autoscatti. Per sfortuna di chi ha abboccato all’amo – milioni di utenti, provenienti soprattutto dall’India – si trattava soltanto di uno specchietto per le allodole: le app infatti erano invece finalizzate all’invio di banner pubblicitari, pop-up e notifiche contenenti link a contenuti pornografici e a pagine di phishing, per far sottoscrivere abbonamenti a pagamento o sottrarre informazioni sensibili, comprese la galleria di foto scattate dagli utenti. (altro…)

Google Chrome vi proteggerà se sbagliate a scrivere URL

Tra le funzioni sperimentali di Chrome c’è una bella sorpresa. A quanto pare il team di sviluppo sta infatti lavorando ad una funzione anti-phishing, che protegge l’utente da URL (quella che si digita nella barra degli indirizzi) simili a quelle di siti famosi.

Immaginatevi di collegarvi su PayPaI.it (con la “i” maiuscola invece della “l”) e ritrovarvi su un sito esattamente uguale alla popolare piattaforma di pagamenti online, ma realizzato allo scopo di rubare i dati personali e delle carte di credito di che li visita. (altro…)

Rivelata una grave falla di sicurezza per 200 milioni di account Fortnite: come correre ai ripari

Epic Games ha rivelato che nel mese di gennaio una grave falla di sicurezza ha investito gli account dei giocatori di Fortnite. Il problema ha riguardato potenzialmente 200 milioni di giocatori in tutto il mondo.

Secondo quanto riportato da Fortniteintel, la falla di sicurezza è stata scoperta da Check Point Software ed avrebbe aperto le porte degli account dei giocatori a ipotetici malintenzionati: le preoccupazioni maggiori risiedono nel potenziale furto di dati sensibili, come le informazioni sui metodi di pagamento e carte di credito. (altro…)

Torna all'inizio