Articoli con tag Realtà Aumentata

Ora potete misurare distanze, aree e angoli in Realtà Aumentata con il vostro OPPO RX17 Pro (APK download)

OPPO ha lanciato la versione beta dell’applicazione “AR Measure” per OPPO RX17 Pro. Si tratta di un’app per le misurazioni che sfrutta il sensore TOF 3D per misurare lunghezze, distanze, aree ed angoli.

Una delle tre fotocamere posteriori del telefono infatti è dotata di TOF (“Time of Flight”) un sensore in grado di effettuare misurazioni di profondità, il che può tornare utile per moltissime applicazioni. Mentre le fotocamere tradizionali vengono adoperate per scattare foto, questa tecnologia può essere sfruttata per applicazioni in Realtà Aumentata, attraverso le quali lo smartphone può essere utilizzato inquadrando l’ambiente circostante per mostrare informazioni aggiuntive sullo schermo. (altro…)

Huawei Mate 10 Pro con EMUI 9 riceve gli adesivi AR di Google grazie a questo modulo Magisk (foto)

I possessori di Huawei Mate 10 Pro che hanno aggiornato alla EMUI 9 saranno contenti di sapere che ora possono usare gli sticker in realtà aumentata di Google, grazie ad un modulo Magisk di uno sviluppatore italiano.

Il lavoro del Senior Member di XDA Pretoriano80 ha reso possibile esportare le funzionalità di Google Playground sullo smartphone di Huawei con EMUI 9: come potete vedere dagli esempi riportati in galleria, nell’app Fotocamera ufficiale del device vi è una nuova sezione “Lenti AR” che offre i diversi “adesivi” da applicare in realtà aumentata ai propri video o scatti. (altro…)

Ecco 6 modi per usare le Playmoji in Realtà Aumentata per festeggiare il Natale sui vostri Pixel (foto)

Giusto in tempo per le feste Google ha pubblicato una serie di sticker – chiamati Playmojida aggiungere attraverso la Realtà Aumentata nelle foto scattate con uno dei Pixel o Pixel XL. Usando Playground – precedentemente nota come “Adesivi AR” – aggiungere delle simpatiche presenze nei vostri scatti, vederle interagire con voi o con l’ambiente circostante e condividerle con i vostri cari.

Fin qui niente di nuovo sotto il sole, ma probabilmente qualche suggerimento vi farà comodo per usare un maniera creativa questa funzione esclusiva degli smartphone della famiglia Pixel. (altro…)

Huawei non vuole limitarsi: entro due anni vedremo i suoi occhiali smart per la realtà aumentata

Huawei è una delle aziende che negli ultimi anni ha fatto registrare la più rapida ascesa nel mercato della tecnologia, arrivando persino al secondo posto per vendite nel settore smartphone. L’azienda cinese non ha intenzione di fermarsi, e per il suo futuro programma di lanciare anche degli occhiali smart per  la realtà aumentata (AR).

La notizia giunge direttamente da Richard Yu – CEO di Huawei – che, intervistato in esclusiva da CNBC, ha rivelato i piani dell’azienda sugli smart glass in AR: l’obiettivo di questo prodotto sarebbe quello di portare l’esperienza della realtà aumentata alla portata di tutti ed alla portata di smartphone, abbinata ad una semplice app. Questo per puntualizzare come i dispositivi di questo genere, Google Glass ed HoloLens, non abbiano ancora impattato in modo rilevante il settore consumer. (altro…)

Lone Wolf AR porta il mondo fantasy dell’omonima serie di librigame sui vostri smartphone! (foto e video)

VisionizAR, in collaborazione con Holmgard Press e Raven distribution, hanno annunciato la presentazione, in anteprima mondiale a Lucca Comics & Games il prossimo 31 ottobre, di Lone Wolf AR (Lupo Solitario), il primo gioco di ruolo in Realtà Aumentata al mondo per dispositivi mobili.

I visitatori della fiera di Lucca potranno così esplorare la città, “filtrata” dal mondo fantasy raccontato dal genio di Joe Dever, grazie all’immersione totale garantita dalla Realtà Aumentata. Tra le mura della città medievale i giocatori, smartphone alla mano, potranno combattere i temibili Giak, sfidare l’astuzia dei druidi, lanciare magia e risolvere diversi enigmi per procedere nel gioco. I produttori assicurano che chi ha apprezzato Pokémon Go noterà un netto balzo in avanti per quanto riguarda la tecnologia e un risultato finale decisamente emozionante. (altro…)

Anche i vecchi Pixel ora possono divertirsi con gli adesivi AR degli Avengers in Playground 2.0 (foto e APK download)

Una delle novità esclusive dei nuovi Pixel 3 è la rinnovata fotocamera di Google che rispetto alla versione precedente è stata arricchita di molte funzioni interessanti. Tra queste ce n’è una che magari non risulterà particolarmente utile, ma punta a strappare almeno un sorriso: la possibilità di aggiungere personaggi in Realtà Aumentata ai propri scatti.

L’app dedicata alla gestione degli sticker AR è stata ribattezzata “Playground” e ora, grazie all’ultimo aggiornamento, ha raggiunto la versione 2.0 che porta in dote un gruppo di “adesivi” (chiamati “Playmoji”) da aggiungere alle proprie foto. La funzione in questione è ancora ufficialmente esclusiva per i Pixel 3, ma grazie agli APK a fine articolo può essere installata anche sui predecessori di prima e seconda generazione (Nexus esclusi, ça va sans dire). (altro…)

Pokémon Go AR+ è disponibile per tutti i dispositivi Android che possono installare Google ARCore (foto)

Niantic Labs, la società dietro il fenomeno globale di Pokémon Go, ha appena annunciato di aver introdotto una nuova modalità chiamata AR+ nel suo popolare gioco. Pokémon Go AR+ intende offrire un’esperienza più accurata della Realtà Aumentata ai giocatori in particolare quando si incontra un Pokémon.

Per attivare la nuova modalità però è necessario scaricare e installare l’app ARCore di Google (trovate il badge del Play Store a fine articolo), che purtroppo è compatibile con un numero limitato di dispositivi. Una volta installata, all’apertura il gioco vi suggerirà di attivare la nuova modalità, cosa che comunque potrete fare manualmente in qualsiasi momento dalle impostazioni. (altro…)

ARCore si aggiorna 1.5 e arriva su un mucchio di smartphone nuovi, meno nuovi e ancora inediti (APK download)

Il team di Google che si occupa di ARCore, l’app dedicata alla Realtà Aumentata, ha rilasciato oggi un aggiornamento. Come accade spesso il changelog non riporta novità di rilievo, ma i colleghi di Android Police non si sono accontentati del resoconto ufficiale e hanno analizzato l’APK.

Nel codice hanno rintracciato riferimenti a parecchi modelli di smartphone che hanno ricevuto il supporto e che quindi possono installare l’applicazione. In alcuni casi accanto alla sigla identificativa del dispositivo c’è anche il nome commerciale, ma curiosamente accanto a dispositivi dell’ultim’ora ce ne sono alcuni non proprio recenti e soprattutto anche alcuni non ancora disponibili o proprio del tutto sconosciuti. (altro…)

Sperimentazioni senza sosta per Google Daydream: app Android in VR, più libertà nei controlli e altro ancora

Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad un rallentamento del flusso di notizie su realtà aumentata e virtuale per il mondo consumer. Ciò tuttavia non significa che l’impegno dei grandi concorrenti nel settore stia scemando, ma anzi che sotto la cenere stia continuando ad ardere un fuoco sempre più poderoso, pronto a divampare quando sarà davvero il suo momento.

Google ad esempio, sta continuando a lavorare alacremente al suo progetto Daydream e ha da poco annunciato nuovi strumenti messi a disposizione degli sviluppatori che intendono cimentarsi con il visore standalone Mirage Solo, prodotto da Lenovo. La prima novità riguarda nuovi controller sperimentali 6DoF (six degrees of freedom, ossia sei gradi di libertà), che consentono ai fruitori controlli e movimenti più naturali durante l’interazione con la realtà virtuale. (altro…)

È arrivato Firefox Reality, il primo browser immersivo per la Realtà Virtuale/Aumentata! (foto e video)

Lo scorso aprile Mozilla aveva annunciato di essere al lavoro su un nuovo browser pensato appositamente per la Realtà Virtuale/Aumentata. Oggi, a distanza di quasi sei mesi, Firefox Reality è diventato realtà ed è disponibile al download per Oculus, Daydream e Viveport (trovate i link a fine articolo).

Il browser è stato costruito da zero, basandosi sulle esperienze degli utenti e dei creatori di contenuti per la cosiddetta Realtà Mista. Adattare e trasformare la tradizionale esperienza 2D del Web in 3D è stata una grossa sfida ma finalmente il primo passo è stato compiuto. Il team di sviluppo ha dovuto ripensare dalle fondamenta praticamente tutto, dal modo in cui si digita il testo a quello in cui si interagisce con l’ambiente. (altro…)

Torna all'inizio