Articoli con tag Programmazione

Google apre la possibilità di mettere le app in prenotazione sul Play Store a tutti gli sviluppatori

Google ha dato la possibilità agli sviluppatori di mettere le proprie app in prenotazione sul Play Store già da tempo. Finora però questa possibilità è rimasta limitata a una ristretta cerchia e la maggior parte dei team più piccoli e dei singoli sviluppatori indipendenti è stata esclusa. Da oggi però tutto ciò è cambiato: BigG infatti ha deciso di estenderla a tutti coloro che ne faranno richiesta.

È sufficiente compilare un form (reperibile a questo indirizzo) con una serie di dettagli sullo stato di avanzamento dei lavori, strumenti di test, strategia di marketing, ecc. per poter vedere la propria creatura apparire sul Play Store in pre-ordine. Più precisamente per poter partecipare è necessario che l’APK sia già caricato sulla Play Console e che si sia pronti ad aprire le prenotazione prima del 15 dicembre 2018. (altro…)

Kotlin si sta prendendo il mondo Android: sempre più usato ed apprezzato per lo sviluppo delle app

Sono tempi entusiasmanti per Kotlin, uno strumento di programmazione relativamente nuovo che sta già facendo registrare l’apprezzamento di una larga fetta di sviluppatori. Tramite un post sul blog di Android Developers, Google ha voluto raccontare le ultime novità sul linguaggio e sulla sua integrazione, rimarcando nuovamente la sua attenzione sul progetto.

Per chi non lo conoscesse, Kotlin è un linguaggio di programmazione gratuito ed open-source, nato da pochi anni grazie all’azienda informatica JetBrains, che si è avvalsa anche della collaborazione di Google e delle community online. Sfruttando la compatibilità con la Java Virtual Machine (JVM), Kotlin risulta un linguaggio perfetto per lo sviluppo di app Android, ed è proprio per questo motivo che Google sta spingendo molto per il suo utilizzo negli ultimi anni. (altro…)

Volete imparare a programmare con Swift? Partecipate alla Apple EU Code Week

Volete imparare a programmare con Swift, il linguaggio di programmazione di Apple? Questo è il momento giusto. Apple ha annunciato una serie di eventi per la EU Code Week, ovvero una serie di sessioni (oltre 2.000) gratuite che si terranno negli Apple Store di tutta Europa dal 6 al 21 ottobre (quindi non proprio una settimana, ma sicuramente non ci lamentiamo, no?).

Le sessioni includono: Come fare: Impara a programmare, il martedì degli insegnanti: Sviluppo di app e Codice e L’ora dei ragazzi: Nel labirinto insieme a Sphero. Si terrà almeno una sessione gratuita al giorno in ogni Apple Store europeo. (altro…)

Google Flutter quasi pronto al rilascio definitivo: nuovi strumenti per la grafica delle app Android e iOS (video)

Dopo il rilascio della prima versione Beta, avvenuto lo scorso febbraio, Google ha lanciato in queste ore la versione Release Preview 2 del progetto open source Flutter, quello dedicato allo sviluppo delle interfacce grafiche native per Android e iOS.

Si tratta dell’ultima versione sperimentale prima della pubblicazione della prima versione stabile 1.0, che dovrebbe essere rilasciata entro la fine dell’anno. Il grado di maturità del framework è già abbastanza elevato, visto che in questa versione ci sono già tutti gli elementi più importanti per l’utilizzo della libreria e per la sua integrazione nello sviluppo della app mobile. (altro…)

Da oggi potete integrare Google Foto nella vostra app grazie alla nuova libreria API

Con un post sul suo blog ufficiale, Google ha presentato un nuovo programma per permettere agli sviluppatori di sfruttare la potenza di Foto nelle loro app. La punta di diamante dell’operazione è la nuova libreria API che permette di incorporare non solo le immagini provenienti da Google Foto ma anche molte delle sue funzioni.

Usando le API in questione sarà possibile per gli utenti caricare immagini su Foto tramite altre applicazioni, trasferire, condividere e collaborare alla modifica di foto e usare il motore di ricerca interno. Quest’ultimo in particolare è uno dei punti forti del servizio di BigG, infatti permette di cercare uno scatto per data, formato o anche descrivendo cosa ritrae. (altro…)

Novità sul Play Store: ora gli sviluppatori possono rilasciare aggiornamenti graduali per le loro app

Siamo soliti guardare le app pubblicate sul Play Store dal punto di vista dell’utente finale, che si aspetta continui miglioramenti dai nuovi aggiornamenti e la progressiva diminuzione di bug e problemi vari. Non è raro però che nuovi aggiornamenti portino con sé instabilità e problematiche, non certo per volere degli sviluppatori, che spesso hanno il solo demerito di non possedere le risorse necessarie per una fase di test completa ed efficace. Ecco dunque che Google vuole venire incontro proprio agli sviluppatori, consentendo loro il rilascio di aggiornamenti graduali (staged release).

Direttamente da Play Console infatti, da ora gli sviluppatori potranno decidere di rilasciare un nuovo aggiornamento soltanto ad una percentuale di utenti, in modo da raccoglierne i feedback ed eventualmente elaborare bug fix, senza tuttavia rischiare di scontentare una fetta molto più ampia di utenti. (altro…)

Novità sul Play Store: ora gli sviluppatori possono rilasciare aggiornamenti graduali per le loro app

Siamo soliti guardare le app pubblicate sul Play Store dal punto di vista dell’utente finale, che si aspetta continui miglioramenti dai nuovi aggiornamenti e la progressiva diminuzione di bug e problemi vari. Non è raro però che nuovi aggiornamenti portino con sé instabilità e problematiche, non certo per volere degli sviluppatori, che spesso hanno il solo demerito di non possedere le risorse necessarie per una fase di test completa ed efficace. Ecco dunque che Google vuole venire incontro proprio agli sviluppatori, consentendo loro il rilascio di aggiornamenti graduali (staged release).

Direttamente da Play Console infatti, da ora gli sviluppatori potranno decidere di rilasciare un nuovo aggiornamento soltanto ad una percentuale di utenti, in modo da raccoglierne i feedback ed eventualmente elaborare bug fix, senza tuttavia rischiare di scontentare una fetta molto più ampia di utenti. (altro…)

Novità sul Play Store: ora gli sviluppatori possono rilasciare aggiornamenti graduali per le loro app

Siamo soliti guardare le app pubblicate sul Play Store dal punto di vista dell’utente finale, che si aspetta continui miglioramenti dai nuovi aggiornamenti e la progressiva diminuzione di bug e problemi vari. Non è raro però che nuovi aggiornamenti portino con sé instabilità e problematiche, non certo per volere degli sviluppatori, che spesso hanno il solo demerito di non possedere le risorse necessarie per una fase di test completa ed efficace. Ecco dunque che Google vuole venire incontro proprio agli sviluppatori, consentendo loro il rilascio di aggiornamenti graduali (staged release).

Direttamente da Play Console infatti, da ora gli sviluppatori potranno decidere di rilasciare un nuovo aggiornamento soltanto ad una percentuale di utenti, in modo da raccoglierne i feedback ed eventualmente elaborare bug fix, senza tuttavia rischiare di scontentare una fetta molto più ampia di utenti. (altro…)

Google semplifica il processo di creazione di instant app, ma ci sono grosse novità per il futuro

Google Play - nuovo logo - final

Google Play Instant permette di provare un’app o un gioco che ci interessa senza dover passare attraverso il processo completo di installazione. Questo consente di soddisfare più velocemente la curiosità degli utenti e dà maggiore libertà di sperimentazione. Oggi Google ha annunciato di aver reso la vita più facile anche agli sviluppatori che vogliono proporre la loro app in questo modo.

Finora infatti la procedura era più articolata e tra i vari passaggi obbligatori, bisognava creare una pagina Web a riferimento del processo istantaneo. Da oggi invece non è più necessario avere un URL e gli utenti potranno cliccare direttamente sul pulsante “Prova ora” sul Play Store (per gli aspetti tecnici vi rimandiamo al post sul blog ufficiale Android Developers). (altro…)

Il codice sorgente dell’app Google I/O 2018 è ora disponibile per tutti: se siete sviluppatori, meglio darci un’occhiata

Il Google I/O 2018 è finito ormai da un pezzo, ma oggi l’azienda californiana ha deciso di farcelo tornare alla memoria rilasciando il codice sorgente dell’app Android dedicata a quest’evento. Al di là dell’effetto nostalgia, quest’operazione è molto interessante per tutti gli sviluppatori Android che vogliono dare un’occhiata alle ultime novità in termini di scrittura del codice, architetture utilizzate e componenti delle app, senza dimenticare il design della parte grafica.

L’app dello scorso Google I/O è stata, infatti, completamente riscritta da zero, utilizzando il linguaggio Kotlin e basandosi su un nuovo paradigma di sviluppo rispetto agli anni precedenti: non più un’architettura basata su ContentProvider e SyncAdapter, ma un sapiente utilizzo dei nuovi Architecture Components, dell’integrazione della piattaforma Firebase e del rinnovato Material Design. (altro…)

Torna all'inizio