Da Pixel 3 a Redmi 7: come ho trasformato un entry-level in… qualcosa di più! (video)

Nelle ultime 3 settimane ho fatto un piccolo esperimento: sostituire il mio fido Pixel 3 con Redmi 7 come mio smartphone principale, quello su cui tengo la mia SIM personale, con tutti i miei contatti. Non starò qui a prendervi in giro dicendovi che è stato un passaggio “indolore” e che uno smartphone che parte da 110 euro circa possa sostituire in pieno uno che costa ancora (sempre più ingiustificatamente) 900 euro. Ci sono però varie cose che è possibile fare per attenuare il salto da uno all’altro, anche perché Redmi 7 vale ogni centesimo che costa, ed anche di più.

Nel video qui sotto ho ripercorso un po’ più in dettaglio quelli che sono stati i vari passaggi per cercare di rendere Redmi 7 un po’ più simile ad un Pixel 3, senza ricorrere ai permessi di root o ad altre procedure complicate. La semplicità è stata un punto fermo, perché volevo realizzare qualcosa che fosse alla portata di tutti e soprattutto sicuro, dato che utilizzare firmware di terze parti comporta sempre un minimo grado di rischio, sotto vari fronti. Continue reading

Anche i materiali sono importanti: Google enfatizza quelli di Nest Hub, Pixel 3 e Pixel Slate (video)

Se pensavate che la parte software fosse quella più importante in un prodotto, beh, Google non la pensa allo stesso modo: in questi ultimi giorni ha pubblicato un po’ di video tramite il proprio account Twitter nei quali esalta i materiali di alcuni suoi dispositivi.

I prodotti interessati sono Nest Hub, Pixel 3 e Pixel Slate (il convertibile con Chrome OS). I video sono molto corti e ipnotici, senza lunghe descrizioni o liste di specifiche tecniche. Continue reading

Google rilascia le patch di sicurezza di giugno per tutta la famiglia Pixel

Mese nuovo, nuovo giro di patch di sicurezza. E come sempre i primi a giovarne sono proprio i telefoni “made by Googleinclusi gli ultimi arrivati, i Pixel 3a e Pixel 3a XL. Tra le criticità coperte dall’aggiornamento ci sono anche diversi bugfix e migliorie varie (per l’elenco completo potete andare a fine articolo). Le patch di giugno 2019, non spostano la versione dell’OS per l’intera famiglia Pixel, tranne Pixel C che passa alla versione 8.1.0.

Netflix certifica 6 nuovi smartphone per la visione in HDR e 25 dispositivi per l’HD (Poco F1 ancora assente)

Netflix ha aggiunto ben 25 nuovi dispositivi alla lista di quelli che supportano ufficialmente la riproduzione di filmati in Full HD, di cui 6 tablet. Allo stesso tempo 6 top di gamma usciti recentemente si vanno ad unire all’elenco degli smartphone capaci di mostrare contenuti in HDR dal gigante dello streaming. Tra i primi ci sono molte facce note, anche non proprio recenti, ma forse tra tutti spicca la presenza dei Pixel 2 e Pixel 3. La spiegazione di una certificazione così tardiva forse può essere trovata solo in una dimenticanza, visto che i googlefonini possono riprodurre filmati in HD da Netflix sin dal lancio.

Discorso diverso per la ben più elitaria lista di smartphone che supportano la riproduzione in HDR che vede l’arrivo dei seguenti modelli: Continue reading

Google assicura che Digital Wellbeing non rallenta i Pixel, ma arriverà comunque un fix

Google ha sciolto il mistero attorno al suo strumento Digital Wellbeing imputato dell’impatto negativo sulle performance dei Google Pixel, in particolare su Google Pixel 3.

Le ipotesi di rallentamento a causa di Digital Wellbeing sono nate su Reddit dopo che diversi utenti hanno segnalato il rilevante miglioramento delle performance sui loro Google Pixel 3 dopo aver disattivato Digital Wellbeing. La vicenda ha fatto abbastanza rumore da interessare Google, il quale ha raccolto le segnalazioni ed effettuato dei test interni. Il responso, comunicato ufficialmente anche sul relativo thread su Reddit, è stato una smentita. Continue reading

Su internet è possibile identificare gran parte degli smartphone grazie ai sensori di movimento. Confusi? (video)

Uno dei codici più famosi in grado di identificare un dispositivo è sicuramente IMEI (International Mobile Equipment Identity), ma secondo una ricerca dell’Università di Cambridge ci sarebbe un modo molto più semplice ed efficace per tracciare uno smartphone durante la navigazione internet.

Il “trucco” si basa sui sensori di movimento del telefono (giroscopio, accelerometro e magnetometro). Gran parte dei telefoni (specialmente quelli più costosi) prima di essere impacchettati e spediti subiscono una calibrazione di fabbrica di questi sensori. Continue reading

Con un Pixel e Android Q potreste essere un po’ più sicuri in auto (nel caso faceste un incidente) (foto)

Google sta puntando molto alla salute dei suoi clienti: dopo il Digital Wellbeing introdotto con Android Pie, ecco che nella prossima versione del robottino verde potremmo trovare una nuova forma di sicurezza, questa volta forse esclusiva degli smartphone Pixel.

All’interno della Beta 3 di Android Q troviamo una inedita app targata Google chiamata “Safety Hub” (il pacchetto è com.google.android.apps.safetyhub), il cui funzionamento è ad uso esclusivo dei Pixel, visto che nel suo Manifesto si trova la stringa che richiede la presenza della PIXEL_EXPERIENCE. Continue reading

Google estenderà il servizio di riparazione fuori garanzia dei Pixel con spedizione anche in Italia (foto)

Google dovrebbe sviluppare maggiormente il servizio di riparazione che propone ai suoi utenti con dispositivi Pixel in Europa, ed in particolare anche in Italia.

Nello specifico stiamo parlando del servizio di riparazione fuori garanzia che prevede la spedizione del dispositivo. Come vedete dall’esempio che abbiamo riportato in galleria, Google ha aggiornato la sezione italiana della pagina relativa al servizio: il partner CTD garantisce il servizio per Pixel 2, Pixel 3 e Pixel 3a e presto anche Google stessa lo garantirà per tutti i dispositivi Pixel. Continue reading

Time lapse e RAW con Foto Notturna sono arrivati sui Google Pixel (foto)

Avevamo accennato al time lapse durante la recensione del Pixel 3a XL, sapendo che la funzione avrebbe debuttato proprio sui nuovi googlefonini. Non c’è voluto molto però, per aggiornare la Google Camera anche dei precedenti modelli, che adesso possono vantarsi a loro volta di registrare video in time lapse, ma non solo.

Con questo update dell’app, è stata aggiunta la possibilità di scattare in RAW anche nella modalità Foto Notturna. In precedenza, se il RAW veniva abilitato nelle impostazioni, questo non funzionava comunque qualora attivaste Foto Notturna, mentre adesso, come vedete dallo screenshot sotto, le cose sono cambiate. Considerando che Foto Notturna è però una pesante elaborazione operata dal machine learning, il senso del RAW in questa modalità un po’ ci sfugge. Continue reading

Sospensione adattiva è una nuova funzione dei Pixel con Android Q beta 3, che però non è dei Pixel

Se cercate “sospensione adattiva” nelle impostazioni del vostro Pixel con la beta 3 di Android Q, ci sono buone probabilità che troviate una pagina come quella qui sotto. Descrizione ed animazione in alto per la verità non coincidono molto molto. La prima recita: “Se il dispositivo rileva la tua attenzione, lo schermo non viene oscurato e non viene attivata la modalità di sospensione“. L’animazione invece sembra più avere a che fare con la luminosità dello schermo in diverse fasce orarie.

A parte questo, Google ha confermato ad Android Police che si tratta di un placeholder per una funzione che terrà appunto il telefono sveglio e che un non precisato OEM vorrebbe implementare. Google per qualche motivo l’ha inserita nelle impostazioni, ma non si tratta di un’opzione che arriverà sui Pixel, e del resto già ora non funziona e non la si può raggiungere se non tramite ricerca. Del resto si parla di “beta” non a caso, proprio perché sviste come questa succedono. Continue reading