Articoli con tag Google+ Foto

Stanchi di aggiungere nuove foto ai vostri album? Tranquilli, ora ci pensa Google Foto con i “live album” (foto)

Sull’onda dell’entusiasmo per il ridesign in chiave Material Theme arrivato recentemente con la versione 4.0, un nuovo aggiornamento di Foto è stato rilasciato da Google ed è in corso di diffusione in queste ore. Come accade spesso però la versione 4.1 sembra priva di cambiamenti concreti, ma i colleghi di 9 To 5 Google, analizzando il codice, hanno scoperto che c’è un’interessante novità che si prepara sottocoperta.

Aggiungere nuove foto ad album preesistenti può essere un’attività noiosa e che di tanto in tanto costringe a prenderci del tempo per effettuare l’operazione manualmente. Per risolvere la cosa Google ha pensato di sfruttare la potenza dell’IA e del machine learning per riconoscere i volti di persone selezionate e aggiungerle automaticamente a una raccolta. (altro…)

Da oggi potete integrare Google Foto nella vostra app grazie alla nuova libreria API

Con un post sul suo blog ufficiale, Google ha presentato un nuovo programma per permettere agli sviluppatori di sfruttare la potenza di Foto nelle loro app. La punta di diamante dell’operazione è la nuova libreria API che permette di incorporare non solo le immagini provenienti da Google Foto ma anche molte delle sue funzioni.

Usando le API in questione sarà possibile per gli utenti caricare immagini su Foto tramite altre applicazioni, trasferire, condividere e collaborare alla modifica di foto e usare il motore di ricerca interno. Quest’ultimo in particolare è uno dei punti forti del servizio di BigG, infatti permette di cercare uno scatto per data, formato o anche descrivendo cosa ritrae. (altro…)

Google Foto 4.0 all’insegna del Material Design

Nel corso dell’anno Google ha annunciato che molte sue app sarebbero state rinnovate. Parliamo di un restyling grafico all’insegna del Material Design che contraddistingue Android 9 Pie. Tocca oggi a Google Foto. Scoprite tute le novità nel nostro articolo.

(...)
Continua a leggere Google Foto 4.0 all’insegna del Material Design su Androidiani.Com (altro…)

Con l’ultimo aggiornamento anche Google Foto si adegua al nuovo Material Design (foto e APK download)

Un altro giorno e un’altra app Google riceve un aggiornamento che ne rivede il design. Nessuna lamentela, sia chiaro, anzi ci fa piacere vedere che BigG stia finalmente cercando di portare quella coerenza tra i suoi servizi che finora le è sempre mancata. Stavolta è il turno di Google Foto che riceve con la versione 4.0 una rivisitazione estetica in linea con i canoni del nuovo Material Design (in galleria trovate un confronto prima/dopo).

L’unico cambio funzionale è la possibilità di accedere alle info di una foto con un semplice swipe verso l’alto invece di dover cliccare il pulsante info. Da oggi Google Foto si allinea con la sempre più folta schiera di applicazioni di Mountain View con il nuovo design. Di certo ora c’è molto più bianco, ma possiamo sperare che prossimamente venga introdotto un tema scuro, così come sta avvenendo in altre app. (altro…)

Google reinventa i Fotolibri: da oggi disponibili in Italia a partire da 13€! (foto)

Vi ricordate i vecchi tempi in cui le foto dovevano essere stampate? L’avvento delle macchine digitali e del cloud ha mandato in pensione un’era (e parte delle aziende che ne erano leader), per farci scoprire la comodità di avere le nostre immagini sempre a portata di mano (virtualmente) e su qualsiasi dispositivo. Ma se invece volessimo provare nuovamente il brivido di stringerle tra le mani?

Arriva in Italia Google Fotolibri, un servizio lanciato da tempo negli USA ed in altri paesi, che fa esattamente ciò che pensate: vi permette di creare degli album fotografici, di stamparli, e di farveli consegnare comodamente a domicilio. (altro…)

Google Foto: con questo trucchetto potete filtrare le immagini in base alla data di caricamento

I possessori di uno smartphone o un tablet Android negli anni hanno imparato ad adorare Google Foto, grazie alla funzione di backup automatico e illimitato (non alla massima qualità) degli scatti realizzati tramite i nostri dispositivi mobili. Il servizio è però fruibile anche da dispositivi iOS e tramite un classico web browser, ma nonostante tutte le frecce al suo arco, ha ancora qualche dettaglio da limare.

Su tutte, la modalità di visualizzazione delle immagini salvate. Di default sono infatti mostrate per data di scatto, è poi possibile creare album o effettuare ricerche sulla base di parole chiave, sfruttando gli algoritmi di Google, ma ad esempio non è possibile impostare la visualizzazione in base alla data di caricamento. Un filtro che si renderebbe particolarmente utile nel caso di upload di una moltitudine di foto scattate in passato, altrimenti decisamente difficili da ritrovare nel mare magnum di Google Foto. (altro…)

Google Foto: con questo trucchetto potete filtrare le immagini in base alla data di caricamento

I possessori di uno smartphone o un tablet Android negli anni hanno imparato ad adorare Google Foto, grazie alla funzione di backup automatico e illimitato (non alla massima qualità) degli scatti realizzati tramite i nostri dispositivi mobili. Il servizio è però fruibile anche da dispositivi iOS e tramite un classico web browser, ma nonostante tutte le frecce al suo arco, ha ancora qualche dettaglio da limare.

Su tutte, la modalità di visualizzazione delle immagini salvate. Di default sono infatti mostrate per data di scatto, è poi possibile creare album o effettuare ricerche sulla base di parole chiave, sfruttando gli algoritmi di Google, ma ad esempio non è possibile impostare la visualizzazione in base alla data di caricamento. Un filtro che si renderebbe particolarmente utile nel caso di upload di una moltitudine di foto scattate in passato, altrimenti decisamente difficili da ritrovare nel mare magnum di Google Foto. (altro…)

Google Foto potrebbe essere capace di modificare le foto in realtà virtuale (foto e download apk)

Le novità contenute nell’ultima versione di Google Foto, arrivata nelle ultime ore sul Play Store, sono poche e non molto interessanti, ma se si guarda in profondità è possibile scoprire indizi preziosi per il futuro del servizio.

L’unico cambiamento visibile nella nuova versione 3.26 è la possibilità di aggiungere un titolo alle foto raccolte negli album, grazie ad un apposito strumento di testo che appare in alto a destra sulla schermata relativa all’editing. (altro…)

L’upload illimitato su Google Foto non funziona sul vostro Pixel? La colpa è di un semplice refuso (foto)

Nel nostro lavoro quotidiano per riportarvi le notizie più fresche dal mondo della tecnologia, ci capita irrimediabilmente di incappare in refusi ed errori di battitura vari. A volte ce li segnalate voi nei commenti, altre volte ce ne accorgiamo subito dopo la pubblicazione di un pezzo, ma di conseguenze tangibili fortunatamente non ce ne sono mai. Lo stesso non si può dire per la programmazione informatica, dove anche solo un carattere fuori posto è sufficiente per creare problemi. Lo sanno bene i possessori della prima generazione di Google Pixel, che montano una custom rom.

Nel tempo infatti, alcuni utenti dediti al modding si sono accorti che l’upload illimitato su Google Foto di scatti a risoluzione originale – prerogativa proprio degli smartphone targati Big G – aveva smesso di funzionare a dovere, iniziando ad erodere i GB di spazio di archiviazione di Drive. La colpa però non era di Google, bensì proprio di un refuso contenuto nell’AOSP, su cui si basano le custom rom. (altro…)

L’upload illimitato su Google Foto non funziona sul vostro Pixel? La colpa è di un semplice refuso (foto)

Nel nostro lavoro quotidiano per riportarvi le notizie più fresche dal mondo della tecnologia, ci capita irrimediabilmente di incappare in refusi ed errori di battitura vari. A volte ce li segnalate voi nei commenti, altre volte ce ne accorgiamo subito dopo la pubblicazione di un pezzo, ma di conseguenze tangibili fortunatamente non ce ne sono mai. Lo stesso non si può dire per la programmazione informatica, dove anche solo un carattere fuori posto è sufficiente per creare problemi. Lo sanno bene i possessori della prima generazione di Google Pixel, che montano una custom rom.

Nel tempo infatti, alcuni utenti dediti al modding si sono accorti che l’upload illimitato su Google Foto di scatti a risoluzione originale – prerogativa proprio degli smartphone targati Big G – aveva smesso di funzionare a dovere, iniziando ad erodere i GB di spazio di archiviazione di Drive. La colpa però non era di Google, bensì proprio di un refuso contenuto nell’AOSP, su cui si basano le custom rom. (altro…)

Torna all'inizio