Google sta testando un look tutto nuovo per Assistant con barra in trasparenza: voi lo vedete? (foto)

Google è sempre a lavoro per trovare nuove soluzioni per i suoi servizi: per Google Assistant sui dispositivi mobili sarebbe in fase di test un nuovo look che includerebbe anche una barra trasparente.

Potete farvi un’idea molto chiara osservando l’immagine riportata nella galleria in basso: quando Assistant viene richiamato da smartphone si otterrebbe la nuova interfaccia che vedete, con la barra trasparente a sfavore della classica bianca, con la didascalia che comunica che ci sta ascoltando e un’ulteriore barra inferiore colorata che ci ricorda vagamente le animazioni di Chrome OS. Continue reading

Come cancellare definitivamente le vostre registrazioni di allenamento a “Ok Google” dai server Google (foto)

Probabilmente già saprete che Google conserva in server dedicati alcune delle vostre attività svolte con i suoi servizi. Nel caso di Google Assistant rimangono sicuramente alcune registrazioni audio, come quelle di training del modello vocale “Ok Google“.

Le registrazioni audio relative ai comandi vocali possono essere facilmente cancellate recandosi alla pagina Le mie attività selezionando l’opzione “Elimina attività per” e impostando come tipologia di servizio Google Assistant. Applicando questa procedura però non verranno cancellate le registrazioni di training, quelle in cui ci veniva chiesto di allenare il riconoscimento vocale pronunciando tre volte “Ok Google“. Continue reading

I numeri di Google Assistant promettono bene: presente su 30.000 dispositivi di 3.500 brand diversi

L’evento annuale del Google I/O è anche un’occasione per mostrare i muscoli e BigG l’ha fatto a proposito del suo assistente vocale intelligente: Google Assistant.

Il servizio è presente su circa 30.000 dispositivi diversi, prodotti da almeno 3.500 brand diversi. Il risultato assume una connotazione positiva più marcata se si considera che ad ottobre 2018 i dispositivi con supporto a Google Assistant erano appena 10.000. Questi risultati sono però meno lieti se rapportati ai dispositivi che godono del supporto di Alexa, i quali ammontano a 60.000. Continue reading

Live Caption porterà i sottotitoli in tempo reale su qualsiasi contenuto [I/O 2019]

Tra le numerose novità che sono state presentate in questo Google I/O 2019 e che vi stiamo riportando qui su Androidiani, Live Caption merita sicuramente una menzione particolare.

(...)
Continua a leggere Live Caption porterà i sottotitoli in tempo reale su qualsiasi contenuto [I/O 2019] su Androidiani.Com


Continue reading

Google Assistant implementa “Riferimenti Personali”, “Scelti per te” e promemoria assegnabili [I/O 2019]

L’assistente personale di Google diventa sempre più potente e, nel corso del Keynote, vengono presentate le nuove funzioni “riferimenti personali”, “scelti per te” ed i promemoria assegnabili.(...)
Continua a leggere Google Assistant implementa “Riferimenti Personali”, “Scelti per te” e promemoria assegnabili [I/O 2019] su Androidiani.Com


Continue reading

Wear OS si arricchirà con nuove schede per Assistant e Google Fit (video)

Wear OS si basa moltissimo sulle gesture, e gli aggiornamenti di Google Assistant e Google Fit che stanno per arrivare ne sono un esempio lampante: Google sta infatti per introdurre un nuovo design di queste due applicazioni che permettono una gestione “a swipe” di tutti i contenuti.

Le nuove schede (chiamate “Tiles” da Google) mostrano un po’ tutte le informazioni che si possono ottenere dalle due applicazioni: obiettivi di allenamento, battito cardiaco, prossimi eventi del calendario, meteo, notizie e timer. Continue reading

Wear OS si arricchirà con nuove schede per Assistant e Google Fit (video)

Wear OS si basa moltissimo sulle gesture, e gli aggiornamenti di Google Assistant e Google Fit che stanno per arrivare ne sono un esempio lampante: Google sta infatti per introdurre un nuovo design di queste due applicazioni che permettono una gestione “a swipe” di tutti i contenuti.

Le nuove schede (chiamate “Tiles” da Google) mostrano un po’ tutte le informazioni che si possono ottenere dalle due applicazioni: obiettivi di allenamento, battito cardiaco, prossimi eventi del calendario, meteo, notizie e timer. Continue reading

Ricerca di Microsoft sugli assistenti vocali: comandano Assistant e Siri ma anche la paura per la privacy (foto)

Microsoft ha condotto un’interessante ricerca sull’utilizzo e l’apprezzamento dei vari assistenti vocali disponibili ad oggi nel panorama tecnologico. Ne è emerso l’ovvio dominio dei due principali assistenti di Google ed Apple ma anche la paura degli utenti per la propria privacy.

Il report di Microsoft si basa su due indagini: la prima condotta nel 2018 su 2.000 soggetti provenienti da Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Australia e India ed il secondo quest’anno basandosi sulle risposte di 5.000 utenti statunitensi. La prima immagine in galleria vi mostra uno dei risultati più significativi: i più usati sono Google Assistant e Siri, seguiti da Alexa e Cortana. La seconda immagine mostra come, rispetto allo scorso anno, siano cambiate le intenzioni dei potenziali acquirenti in favore degli smart speaker. Continue reading

Una casa sempre più intelligente grazie alle integrazioni native di Google Home

La guerra per il dominio sul mercato degli smart speaker (presto più diffusi dei tablet) è più agguerrita che mai. Mentre Amazon integra la sua Alexa con Skype e Vevo per permettere videochiamate e la riproduzione di video musicali, Google continua ad estendere il suo parco di applicazioni integrabili nativamente con il suo Google Home.

Nei casi standard, per interfacciarsi con una applicazione si interagisce con l’assistente vocale con “Ok Google, chiedi a ‹nome applicazione› di ‹azione›”. Lo step successivo è quello dell’integrazione nativa, che permette di collegarsi con alcune applicazioni messe a disposizione da Google e di renderle più immediate da comandare. Continue reading

Vi eravate accorti che lo streaming da Google Home ad Android TV era stato rimosso? Sta per tornare

Circa un mese fa Google ha rimosso la possibilità di trasmettere contenuti da Google Home ad Android TV a causa di uno strano bug ed oggi sembra che la situazione stia finalmente tornando alla normalità.

Lo strano bug aveva messo le sue radici in Google Foto: alcune immagini trasmesse mediante Google Home ad Android TV sono state visualizzate anche su dispositivi associati ad account diversi da quello di provenienza. Questo ha creato un allarme sulla privacy e Google per coprirsi al meglio ha rimosso la funzionalità di streaming da Home verso Android TV. Continue reading