Articoli con tag Google Assistant

Google Assistant arriva su Android Auto! Ma non speravate mica di vederlo in Italia, vero? (foto)

Google Assistant ormai sta diventando il cuore della gran parte dei prodotti Google, a partire dai nostri smartphone fino agli smart speaker. La gamma di prodotti si amplifica ulteriormente, perché oggi Google ha finalmente annunciato che Assistant è disponibile per Android Auto.

In questa versione l’assistente può fare più o meno quello che fa sugli altri dispositivi: ascoltare musica, chiedere informazioni su luoghi vicini, far partire indicazioni stradali, ascoltare le notizie, ecc. Ovviamente, in questo caso, tutti i comandi che richiederebbero un input tattile da parte del conducente sono esclusi, in modo tale da garantire una maggiore sicurezza durante la guida. (altro…)

Google Home Mini sta vendendo tre volte di più del fratello maggiore, ma HomePod beffa tutti

Strategy Analytics ha diffuso i dati su spedizioni e quote di mercato, aggiornati al secondo trimestre di quest’anno, del settore degli smart speaker. Un mercato ormai decisamente fiorente negli Stati Uniti, ma che stenta a decollare nel resto del mondo, a causa soprattutto della disparità nello stato di avanzamento fra gli assistenti vocali in lingua inglese e quelli in altre lingue.

Amazon ha dominato a lungo il settore nei suoi primi anni di esistenza, grazie alle capacità di Alexa e ai suoi smart speaker della serie Echo, dai prezzi abbordabili e venduti tramite il proprio e-commerce, ma sta iniziando a mostrare segno di cedimento nei confronti del rivale Google. Home Mini – uno dei pochi smart speaker disponibili anche nel nostro paese – è infatti riuscito a sopravanzare Echo Dot e Echo di Amazon, forte di ben 2,3 milioni di unità spedite (20% di quote di mercato complessive). (altro…)

Non solo Pixel all’evento del 9 ottobre: arriverà anche Google Home Hub (foto)

Ricordate gli Smart Display di Lenovo con a bordo Google Assistant e mai arrivati in Italia? Beh, Google secondo le ultime informazioni sta lavorando ad un progetto simile che verrà lanciato insieme ai prossimi Pixel il 9 ottobre: si tratta di Google Home Hub.

A prima vista sembra un tablet da 7″ collegato ad uno speaker, ma non è proprio così: a bordo si troverà una versione scalata di Google Assistant, e dunque non un sistema operativo mobile vero e proprio. Sicuramente il prodotto punterà molto sulla versatilità, andando ad unire le capacità degli attuali Google Home con la possibilità di mostrare le informazioni su schermo. (altro…)

La tecnologia Now Playing dei Pixel 2 arriva nella ricerca musicale di Assistant: come funziona? (foto)

Now Playing è una delle funzionalità esclusive dei Google Pixel 2 dello scorso anno più apprezzate, la quale permette il riconoscimento dei brani in background utilizzando la tecnologia delle reti neurali. Google ha deciso di implementare questo algoritmo anche nella ricerca musicale del suo Assistant, integrato in qualsiasi dispositivo Android.

Questa funzionalità di Google Assistant può essere richiamata mediante l’apposito widget collegato all’app Google oppure mediante comando vocale allo stesso Assistant, chiedendo esplicitamente di quale brano si tratti (esempi riportati in galleria): grazie al supporto di Now Playing, l’algoritmo di ricerca associa alla traccia audio rilevata una sorta di impronta digitale alla quale trovare un’associazione univoca nel database di Google. Il tutto è basato sul supporto delle reti neurali convoluzionali ed avviene via server. (altro…)

“Shish is the word”: Google Assistant capisce meglio di Alexa e Siri l’inglese con accento straniero (foto)

Gli assistenti vocali di Google, Amazon e Apple stanno continuamente affilando le loro armi per garantire agli utenti un’esperienza di interazione sempre più vicina a quella di una conversazione naturale fra due essere umani. Se l’italiano – purtroppo per noi – è ancora una lingua scarsamente considerata, risulta più interessante guardare come le intelligenze artificiali stanno evolvendo nel rapporto con la loro lingua madre: l’inglese.

In qualità di lingua universalmente adottata come punto di incontro fra persone di nazionalità diversa, è importante per Assistant, Alexa e Siri riuscire a distinguere i tanti possibili accenti dell’inglese, al fine di comprenderli pienamente e rendersi dunque più versatile. Vocalize.ai ha deciso di mettere alla prova i tre principali assistenti vocali per individuare quale attualmente può vantare l’orecchio più fino, anche di fronte ad accenti meno usuali. (altro…)

Anche Google Home sposerà il digital wellbeing? E intanto Assistant per Famiglie è in dirittura d’arrivo (foto)

Rieccoci a parlare di quella fucina di novità future rappresentata dall’app Google beta, giunta alla versione 8.20. Dall’analisi dell’ultimo apk disponibile sono stati rivenuti diversi indizi che rimandano a nuove funzionalità, una di queste – dopo mesi di avvistamenti – sembra ormai ad un passo dal debutto.

Ci riferiamo ad Assistant for Households (che continuiamo a tradurre Assistant per Famiglie, ma toccherà a Google l’ultima parola), ormai attivabile nell’app senza troppi sforzi, con qualche trucchetto. Si tratta di una sezione dedicata proprio alla creazione di un gruppo famigliare, dalle funzionalità ancora incerte. Presto ne sapremo di più? (altro…)

Ecco come rendere trilingue il vostro Google Assistant su smartphone Android (foto)

In occasione di IFA 2018 a Berlino, Google ha annunciato il supporto multilingue per il suo Assistant, funzionante sullo stesso dispositivo con lo stesso unico account. Oggi vi riportiamo un’interessante procedura per avere Google Assistant in grado di comprendere e parlare tre lingue simultaneamente.

Come vi abbiamo descritto in questo articolo, il supporto multilingue di Assistant è ristretto a 6 lingue, tra le quali troviamo l’italiano fortunatamente, e sappiamo che l’assistente di Google può comprendere 12 linguaggi su smartphone. Le prime due immagini in galleria mostrano l’impostazione del linguaggio di Assistant in inglese e francese (incluse nell’elenco delle 6 lingue citato prima), su un dispositivo con lingue di sistema corrispondenti a portoghese e hindi (comprese nelle 12 lingue “capite” da Assistant). (altro…)

Cat B35: il rugged ultra-resistente con batteria di lunga durata per professionisti sul campo (foto)

Cat Phones presenta Cat B35, un feature phone rugged con batteria a lunga durata, abilitato al 4G (con supporto per VoLTE e VoWiFi), a prova di caduta, resistente alla polvere e impermeabile. Cat B35 è stato progettato per l’utilizzo nei contesti più difficili, ideale per chiunque necessiti di uno strumento di comunicazione affidabile, integra comunque anche i servizi connessi come e-mail, social media, mappe, ricerca e perfino Google Assistant.

Come tutti i dispositivi Cat, B35 è rugged e testato in condizioni estreme: certificato IP68, impermeabile fino a 1,2 m per un massimo di 35 minuti, testato per resistere a cadute ripetute da 1,8 m su cemento, a prova di polvere e di temperature estreme. Grazie a una capiente batteria può fornire fino a 12 ore in conversazione e 30 giorni in standby. (altro…)

Humax Vision è già oltre gli smart display: ecco il Google Home con proiettore Android TV integrato (foto)

Nei piani di Google, la prossima frontiera di dispositivi facenti parte dell’ecosistema Google Home sarà rappresentata dagli smart display, ovvero smart speaker dotati anche di display, in modo da fornire anche un supporto visivo alle informazioni che Assistant ci può regalare. Humax Digital però sembra quasi essere andata oltre questa idea, o quantomeno averne elaborata un’interessante alternativa.

Il produttore ha infatti annunciato Humax Vision, che a tutta prima non sembra troppo diverso dai vari smart speaker che stanno popolando un mercato sempre più fiorente, ma che in realtà nasconde una splendida chicca. Il dispositivo integra infatti anche un proiettore, che tuttavia non simula lo schermo degli smart display, bensì è animato da Android TV. (altro…)

Questa UI di Google Assistant si avvia quando i Pixel 3 si collegheranno ad una dock (foto)

Insieme con i prossimo Pixel 3 dovremmo trovare una base di ricarica wireless “con una marcia in più“, ovvero Pixel Stand. Questa dovrebbe fare anche da dock per il telefono (non sappiamo esattamente con quale fine), e questo “essere dock” attiverebbe una interfaccia particolare di Google Assistant.

Gli smanettoni di XDA, infatti, sono riusciti ad attivarla inviando un comando particolare ad Assistant con un parametro settato su true (il parametro, o flag, è launched_by_dock). Il risultato, lo potete vedere qui sotto in galleria. (altro…)

Torna all'inizio