Articoli con tag custom rom

LineageOS 16 basata su Android Pie ora supporta ufficialmente anche OnePlus 6 e Essential Phone

Buone notizie per i possessori di OnePlus 6 e Essential Phone amanti del modding: LineageOS 16 – l’ultima versione basata su Android Pie della più celebre e diffusa delle custom rom – è ufficialmente approdata sui due modelli di smartphone, usciti rispettivamente nel 2018 e nel 2017, ma ancora oggi molto attuali.

OnePlus 6 e Essential Phone sono infatti tutt’oggi al passo con gli ultimi aggiornamenti disponibili grazie al supporto dei rispettivi produttori, tuttavia poter contare anche sull’apporto della comunità dello sviluppo indipendente non è mai da sottovalutare, anche in vista dei prossimi anni. (altro…)

ASUS ZenFone 6 ha a cuore il modding: sarà distribuito agli sviluppatori di custom ROM e recovery

ASUS si dimostra particolarmente attenta alla community di sviluppatori aprendo il suo ultimo top di gamma, lo ZenFone 6, al modding. Oltre ad aver subito pubblicato i sorgenti del kernel e la guida per sbloccare il bootloader, sta distribuendo il device ad alcuni sviluppatori di terze parti.

La notizia è stata riportata da XDA, la quale ha ricevuto la proposta da parte di ASUS relativamente alla distribuzione del suo ZenFone 6 ad alcuni sviluppatori per favorirne lo sviluppo di terze parti. A tal proposito XDA ha scelto 10 tra gli sviluppatori più in evidenza sulla sua piattaforma, ai quali verrà donato lo ZenFone 6 per favorirne lo sviluppo indipendente. (altro…)

La ROM Potato Open Source Project si aggiorna con diverse novità grafiche di Android Q ed Oreo (foto)

Il mondo delle custom ROM per dispositivi rimane ancora vivo e questo è il caso di Potato Open Source Project (POSP), una ROM personalizzata a partire dal codice AOSP. La nuova versione 2.3 offre diverse novità prese dalle ultime versioni Android.

Le novità consistono nella possibilità di scegliere i colori da assumere dal LED RGB nei diversi contesti, nella reintroduzione del pannello Quick Settings come quello introdotto da Android Oreo, di un nuovo tema scuro e nell’introduzione di un nuovo stile dell’icona della batteria coerente con quello introdotto con Android Q. Inoltre, sono incluse anche le patch di sicurezza aggiornate a maggio 2019. (altro…)

ASUS non perde tempo e rilascia codice sorgente e tool di sblocco per il nuovo ZenFone 6

Nemmeno il tempo di presentare ZenFone 6 (ZS630KL), che ASUS ha già pubblicato sul suo sito ufficiale il codice sorgente del kernel e il tool di sblocco del bootloader, ovvero tutto ciò che serve alla comunità di sviluppo indipendente per rimboccarsi le maniche e cucinare recovery e rom modificate per il nuovo smartphone.

La notizia segue a stretto giro quella di OnePlus, che ha già rilasciato i sorgenti per i suoi nuovi OnePlus 7, di cui ZenFone 6 è un diretto concorrente nel segmento dei top di gamma abbordabili. Si tratta di un’ottima notizia per tutti gli utenti più esperti, interessati alle operazioni di modding per i loro dispositivi. (altro…)

Già disponibile il codice sorgente del kernel dei nuovi OnePlus 7: si aprono le danze del modding!

Da sempre OnePlus è un produttore molto rispettoso della natura open source di Android, distinguendosi per il rilascio tempestivo del codice sorgente del kernel dei suoi dispositivi, ricevendo in cambio dalla comunità di sviluppo indipendente grande apprezzamento e supporto. Quest’idillio, che nei mesi scorsi ha più volte vacillato a causa di prese di posizione controverse da parte di OnePlus, è invece destinato a continuare: sono infatti già disponibili i sorgenti di OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro.

Nonostante entrambi gli smartphone non siano di fatto ancora approdati sul mercato – OnePlus 7 arriverà addirittura soltanto a giugno – il produttore cinese non ha voluto perdere tempo, rilasciando senza indugi i sorgenti per i suoi nuovi dispositivi. Ciò, fra le altre cose, apre di fatto le porte al modding e alla creazione di recovery e rom modificate per i due smartphone. (altro…)

Ecco cosa vedremo nelle prossime release della ROM Pixel Experience

La Pixel Experience è tra le custom ROM maggiormente in voga nel panorama del modding dei dispositivi Android. La ROM è nota per offrire un’esperienza molto simile a quella proposta dal software stock di Google sui suoi Pixel.

Tramite un post sul canale Telegram ufficiale il team di sviluppo della Pixel Experience ha condiviso con i suoi iscritti i principali obiettivi futuri che si sono preposti. Di seguito la lista delle feature che potremmo vedere nei prossimi aggiornamenti della custom ROM: (altro…)

Alla scoperta delle migliori custom ROM e kernel sviluppati per OnePlus 6T

I dispositivi OnePlus sono stati sin dall’inizio tra i più aperti al modding e la community di sviluppatori Android è stata sempre molto attiva per questi smartphone. Con l’imminente arrivo di OnePlus 7, i possessori di OnePlus 6T sanno che non saranno più i primissimi a ricevere le novità software previste dal produttore e per questo potrebbero fare un pensierino ad avventurarsi nel mondo del modding.

In questo articolo vi riportiamo le migliori custom ROM ed i migliori custom kernel sviluppati per OnePlus 6T e raccolti sulla grande piattaforma di XDA. L’apprezzamento delle custom ROM e dei custom kernel ha un elevato grado di soggettività, dunque quando diciamo “migliori” intendiamo le custom ROM ed i kernel più stabili e supportati. (altro…)

Il folle volo di HP TouchPad: dal morituro webOS del 2011, ad Android Pie nel 2019

Agli appassionati di nuovo corso del mondo della tecnologia, il nome HP TouchPad potrebbe non dire nulla. D’altronde si tratta di un tablet commercializzato nel lontano 2011, frutto dell’imprudenza di HP che – a seguito della ben poco lungimirante acquisizione di Palm e del suo sistema operativo webOS – volle lanciarsi in un progetto destinato a risolversi in un clamoroso fiasco. Dopo poco più di un mese infatti, HP tagliò lo sviluppo di webOS e, di conseguenza, il prezzo di TouchPad. Ma invece che l’inizio dell’oblio, si trattò della scintilla che innescò la leggenda.

Grazie al risibile prezzo di soli 99$ (quello di lancio era di 499$!), HP TouchPad andò a ruba fra gli appassionati smanettoni, che iniziarono a lavorare alacremente per il primo porting di Android, in versione 2.3 Gingerbread. Da quel momento, fu un susseguirsi di sfide fra i membri della comunità del modding, che continuarono a cucinare le nuove versioni del robottino verde per lo sfortunato tablet, assicurandogli un futuro che la casa madre non gli avrebbe mai prospettato. (altro…)

LineageOS 16 per nuovi smartphone Oppo e Lenovo, per NVIDIA Shield Tablet arriva LineageOS 15.1

Da ormai più di un mese è arrivata l’ufficialità per LineageOS 16, la versione della celebre custom ROM basata su Android Pie, che pian piano allarga il suo supporto ai diversi smartphone Android presenti sul mercato.

Oggi è il turno di diversi dispositivi Oppo, qualche Wileyfox ed un Lenovo. Di seguito ve li elenchiamo tutti, con i relativi link di download: (altro…)

Android Pie su Xiaomi Redmi Note 4? Guardate come gira bene grazie alla ROM Pixel Experience (foto)

Xiaomi Redmi Note 4 fa parte di quella categoria di smartphone non così comuni che a distanza di anni riesce ancora a dire la sua. Come in questo caso, gran parte del merito va dato agli sviluppatori di custom ROM che riescono a portare le ultime versioni di Android su smartphone relativamente datati.

Il Redmi Note 4 fu presentato alla fine del 2016 con a bordo Android Marshmallow ed ora può provare l’ebrezza di far girare Android Pie grazie alla ROM Pixel Experience, della quale il manteiner è Aryan Kedare. Nella galleria in basso potete avere una panoramica dell’interfaccia utente: è molto simile ad Android stock visto sui Pixel e molto lontana dalle linee della MIUI, troviamo il supporto ai temi chiaro e scuro e le classiche personalizzazione per attivare lo schermo con doppio tocco e l’Ambient Display. (altro…)

Torna all'inizio