Gmail potrebbe essere la prossima app Google ad adottare il tema scuro (foto e APK download)

Tutti quelli infastiditi dall’accecante bianco che Google ha riversato nelle sue app e servizi web con l’avvento della nuova versione del Material Design, hanno ricevuto un po’ di attenzione con la possibilità di impostare un tema scuro. La diffusione di questa opzione però sta avvenendo in maniera graduale e a macchia di leopardo, senza un apparente piano. Tra le ultime app a ricevere il ‘dark theme’ recentemente ci sono state Keep e Calcolatrice. A quanto pare la prossima potrebbe essere proprio Gmail.

LEGGI ANCHE: La nostra prova del 5G Vodafone a Milano con Xiaomi e LG Continue reading

L’ultima versione di Messaggi eredita una caratteristica rimasta orfana di Google Allo (foto e APK download)

Con la chiusura ufficiale di Google Allo, gli utenti hanno perso la possibilità di richiamare l’assistente di BigG nelle loro chat. A sopperire parzialmente per la mancanza arriva oggi una funzionalità simile su Messaggi. La cosa in effetti era stata annunciata da Mountain View già all’epoca, ma si sta concretizzando solo ora. Alcuni utenti stanno segnalando l’apparizione di suggerimenti in base al testo digitato durante lo scambio di SMS.

La nuova funzionalità non prevede la presenza di Google Assistant direttamente all’interno della chat come terzo membro della discussione, ma invece lavora in background fornendo suggerimenti quando possibile. Per esempio se si parla di un determinato film, comparirà il simbolo dell’assistente, se tappato farà apparire una scheda con tutte le informazioni del caso. Queste possono poi essere condivise nella chat oppure scartate. Continue reading

Gboard ora evidenzia meglio le parole che verranno corrette (foto e APK download)

Negli ultimi tempi Google sta mettendo un certo impegno nell’aggiornare la sua tastiera virtuale. Solo nelle ultime settimane abbiamo visto arrivare (o in procinto di) un nuovo aspetto del menu delle impostazioni, la modalità flottante automatica, 63 nuove lingue (per un totale di più di 500 idiomi), la possibilità di cancellare la cronologia delle ricerche e, dulcis in fundo, la clipboard.

La novità di oggi è molto più semplice e mira a rendere più evidente quale autocorrezione verrà applicata alla parola che state digitando. Finora la grafica infatti metteva in grassetto il termine che il sistema avrebbe usato, ora invece viene inserito in un riquadro colorato. Continue reading

Mi Fit 4.0 riceve un bell’aggiornamento nella grafica e propone tanti nuovi esercizi (foto e APK download)

Xiaomi ha rilasciato un importante aggiornamento per Mi Fit, l’app dedicata al tracciamento delle attività fisiche in collegamento con smartwatch Mi Band. La nuova versione compie un salto di numerazione alla 4.0 giustificato da un’interfaccia totalmente rivista seguendo (almeno in parte) i canoni del nuovo Material Design.

L’applicazione ora è strutturata in schede tutte di un candido colore bianco – purtroppo per il momento non c’è traccia di una modalità scura – spaziate tra loro in modo da rendere tutto molto leggibile. In generale l’app appare molto più pulita e usabile. In particolare poi sono stati aggiunti parecchi nuovi esercizi. Accanto a quelli tradizionali come camminare e correre però ce ne sono alcuni che lasciano perplessi come stare seduti, giocare a badminton e lavarsi i denti. Continue reading

Good Lock riporta il LED di notifica nei Galaxy S10 e introduce ricerca nelle notifiche e registrazione del display (foto e APK download)

La nuova versione di Good Lock rilasciata all’inizio dello scorso marzo ha visto non soltanto l’arrivo della compatibilità con Android Pie e ONE UI, ma anche l’annuncio di diverse nuove funzionalità che Samsung sta rilasciando piano piano una dietro l’altra. Oggi vi portiamo la notizia di ben tre plugin che ampliano il ventaglio di opzioni offerto dall’app, anche se con qualche limitazione che vedremo caso per caso.

Partiamo da quella più richiesta dai possessori di uno dei Galaxy S10: il LED di notifica. Probabilmente quando Samsung ha deciso di toglierlo di mezzo per fare spazio allo schermo non avrebbe mai pensato che i suoi utenti ne avrebbero sentito la mancanza così tanto. Eppure le app di terze parti che permettono di accendere lo spazio di display accanto al foro della fotocamera sono spuntate come funghi. Continue reading

Con APKTool ora è più semplice analizzare il codice di un’app per svelarne i segreti

Vi sarà capitato spesso leggendo i nostri articoli di imbattervi in espressioni come “analisi del codice” o “decompilazione dell’APK”. Bene, si tratta di un’opera di reverse engineering che comporta diverse attività necessarie per poter visualizzare il codice di programmazione con cui è scritta un’app. Questa attività viene spesso e volentieri svolta usando dei tool in grado di trasformare le applicazioni in codice Java, più semplice da analizzare.

LEGGI ANCHE: Tasker si aggiorna in beta Continue reading

Google vi permette di celebrare l’ultimo aggiornamento di Duo con una sgargiante esplosione di colori (foto)

Google continua ad aggiornare a spron battuto Duo, la sua app di videochiamate. Solo la scorsa settimana ha rilasciato un client web per il servizio e aggiunto le chiamate vocali su Google Home. Ora è la volta di un altro avanzamento di versione, raggiungendo quota 49. L’ultimo aggiornamento però, come capita spesso recentemente, non sembra portare novità di rilievo per cui per cercare di capire cosa bolle in pentola i nostri colleghi di 9to5Google hanno analizzato il codice dell’APK.

Dalla decompilazione dell’ultima versione emerge la possibilità di inviare video inviti a chi non è ancora registrato al servizio. Attualmente in fondo alla lista dei contatti trovate un pulsante per inviare inviti via SMS/messaggio RCS, ma prossimamente potreste farlo usando un video personalizzato. Continue reading

Google inizia a testare le nuove Email Dinamiche (AMP) in Gmail 8.12 (APK download e video)

Non capita tutti i giorni di poter parlare di una novità nel mondo della posta elettronica, per cui probabilmente chi ci segue da un po’ di tempo ricorderà il progetto annunciato da Google lo scorso anno di portare le AMP su Gmail. Per chi non sa di cosa si sta parlando si tratta essenzialmente di applicare il concetto delle Accelerated Mobile Pages, ossia velocizzare l’apertura delle pagine online, alle email con delle importanti implicazioni aggiuntive.

Non a caso quando Google parla di AMP nelle email usa l’espressione “Dynamic Email“. Le email infatti potranno diventare dinamiche, nel senso che accanto al normale testo in HTML ci potrà essere una versione in grado di contenere informazioni aggiornate in tempo reale (es. il numero di partecipanti che hanno accettato di partecipare a un evento). Inoltre sarà possibile interagire con alcuni elementi e ottenere informazioni aggiuntive, il tutto senza lasciare la stessa email. Continue reading

Ora potete misurare distanze, aree e angoli in Realtà Aumentata con il vostro OPPO RX17 Pro (APK download)

OPPO ha lanciato la versione beta dell’applicazione “AR Measure” per OPPO RX17 Pro. Si tratta di un’app per le misurazioni che sfrutta il sensore TOF 3D per misurare lunghezze, distanze, aree ed angoli.

Una delle tre fotocamere posteriori del telefono infatti è dotata di TOF (“Time of Flight”) un sensore in grado di effettuare misurazioni di profondità, il che può tornare utile per moltissime applicazioni. Mentre le fotocamere tradizionali vengono adoperate per scattare foto, questa tecnologia può essere sfruttata per applicazioni in Realtà Aumentata, attraverso le quali lo smartphone può essere utilizzato inquadrando l’ambiente circostante per mostrare informazioni aggiuntive sullo schermo. Continue reading

Android Auto 3.9 migliora la visibilità delle app attive (foto e APK download)

In aggiunta alla notizia dell’arrivo del supporto ai podcast, gli utenti di Android Auto possono leggere di un’altra novità che li riguarda direttamente che, per quanto minore, potrebbe rendergli più semplice la vita. La versione 3.9 in corso di diffusione in queste ore sta portando un piccolo cambiamento al modo in cui vengono visualizzate le app in uso.

In altre parole, come potete vedere dalle immagini di confronto presenti più in basso nella galleria, finora riconoscere quali applicazioni erano attive non era esattamente immediato: dallo schermo del veicolo si poteva distinguere un colore di sfondo più scuro rispetto alle altre, ma da smartphone la differenza era davvero impercettibile. Continue reading