wearable

Lo smartwatch Shell ha le ali e vuole rimpiazzare il vostro smartphone (foto e video)

Ormai abbiamo visto smartwatch di tutti i tipi: modulari, ibridi, da agente segreto e chi più ne ha, più ne metta. Per questa ragione, può essere davvero difficile realizzare qualcosa di innovativo nel panorama degli orologi smart, ma Shell (no, non quelli della benzina, un’altra Shell) ci ha provato comunque, con risultati quanto meno curiosi. (altro…)

Anche Baby George avrebbe dei dubbi sul nuovo smartwatch Android Wear di TAG Heuer!

Abbiamo parlato ieri del Tag Heuer Connected Modular 41: nuovo smartwatch con nome affine al precedente, ma hardware migliore e costo più basso. Tutto bene quindi? Sì, ma se foste ricchi (letteralmente) non è questo lo smartwatch che fa per voi. (altro…)

Tag Heuer lancia il nuovo Connected Modular 41: hardware migliore e costo più basso (foto)

Tag Heuer ha presentato al mondo il suo nuovo smartwatch della serie Connected, quella che raccoglie i dispositivi con Android Wear. Stiamo palando del modello Connected Modular 41, wearable che prende spunto dai precedenti modelli del produttore svizzero, non solo affinandone linee e design, ma soprattutto migliorando l’hardware interno. (altro…)

Ressence Type 2 e-Crown Concept: l’antica tradizione dell’orologeria meccanica incontra la tecnologia (foto e video)

A seguito della loro affermazione negli ultimi decenni, gli orologi al quarzo e gli orologi digitali hanno via via relegato l’antica e affascinante tradizione dell’orologeria meccanica ad una passione per pochi intenditori. Grazie al vertiginoso avanzamento tecnologico degli ultimi anni, oggi si fa un gran parlare di smartwatch – o semmai di orologi analogici ibridi – mai nessuno però si era ancora posto l’obiettivo di coniugare la tecnologia con gli orologi meccanici, dando per scontato che si trattasse di mondi inaccostabili. Mai nessuno, prima di Ressence, azienda belga che ha elaborato, fra gli altri, il concept Type 2. (altro…)

I prossimi smartwatch Huawei potrebbero essere dotati di una ghiera sensibile al tocco (foto)

Il display touchscreen rappresenta una peculiarità molto attraente in fase di valutazione dell’acquisto di un nuovo smartwatch, abituati da anni a non poterne più fare a meno sui nostri smartphone. All’atto pratico però, il tocco su display dalle dimensioni così ridotte spesso dimostra di non essere il metodo di input più efficace e pratico, non a caso gli smartwatch più apprezzati sul mercato sono Apple Watch e Samsung Gear S3, che offrono rispettivamente una corona ed una ghiera ruotabili per scorrere i menu e muoversi all’interno dell’interfaccia. (altro…)

Google ha rimandato il supporto al multi-APK come requisito per il badge ‘Ottimizzato per Android Wear’

A cavallo fra gli scorsi mesi di agosto e settembre, Google annunciò una serie di nuovi requisiti che gli sviluppatori di app per Android Wear avrebbero dovuto soddisfare per ottenere l’ambito badge Ottimizzato per Android Wear, con entrata in vigore prevista per il 18 gennaio 2018. Uno di questi però, ossia il supporto al multi-APK, è stato rimandato a data da destinarsi, a causa di un problema segnalato a Big G dagli sviluppatori stessi. (altro…)

Misfit presenta il suo nuovo smartwatch ibrido: ecco il piccolo Path (foto)

Chi apprezza gli smartwatch ibridi conoscerà bene Misfit, società di proprietà del gruppo Fossil, che produce orologi analogici con funzionalità smart e activity tracker dall’aspetto ricercato. In linea generale, se volete avere un dispositivo che monitori passi e sonno senza sembrare un nerd, probabilmente i prodotti Fossil sono quelli che fanno per voi. (altro…)

Ascesa e declino di Blocks, che ha finalmente iniziato a spedire i primi smartwatch modulari (foto e video)

Sono passati quasi 4 anni dalla prima volta che abiamo scritto di Blocks era marzo 2014 quando sui nostri portali si iniziava a parlare di smartwatch modulari, guardando con interesse questo progetto inglese. Era il periodo di Project Ara e buona parte della comunità informatica era convinta chela modularità fosse il futuro della tecnologia. Poi Ara è finito nel dimenticatoio, ma il team di Blocks ha continuato a lavorare sul progetto: a ottobre 2015 è arrivato su Kickstarter, dove ha raccolto finanziamenti per 1,6 milioni di dollari. (altro…)

SKAGEN lancia il suo primo smartwatch Android Wear, seguita a ruota da Kate Spade

Skagen, uno dei tanti brand del gruppo Fossil, passa dagli hybrid-watch agli smartwatch veri e propri, annunciando il lancio del suo primo Android Wear. (altro…)

Con questo cinturino smart che vi fa chiamare con le dita vi sentirete un po’ l’Ispettore Gadget (foto e video)

Hop Hop Gadget telefono! Poter pronunciare questa frase dovrebbe bastare, per farvi desiderare Sgnl, ossia il cinturino smart che vi permette di chiamare posizionando un dito sull’orecchio. Sì, avete capito bene: si tratta di un particolare gadget che va a sostituire il cinturino di qualsiasi orologio (anche di uno smartwatch e sì, anche dell’Apple Watch) e vi permette di chiamare senza usare lo smartphone: si collega a quest’ultimo tramite Bluetooth e, dopo aver risposto acon l’apposito tasto, produce delle vibrazioni che trasmettono l’audio della chiamata tramite il corpo, utilizzando una tecnologia simile alla conduzione ossea. (altro…)

Torna all'inizio