Non solo email, ormai lo spam ci fissa gli appuntamenti su Google Calendar (foto)

La ricezione di email contenenti comunicazioni improbabili riguardo ad un nostro zio di terzo grado che ci ha lasciato una cospicua eredità sono abbastanza frequenti e non è difficile intuire che in realtà hanno lo scopo di estorcerci dati personali, per questo spesso il loro destino è la cartella spam.

Dunque anche chi sta dietro questo tipo di contenuti si è evoluto ed ora gli spam possono raggiungerci anche attraverso gli appuntamento Google Calendar. Quello che vedete nella galleria in basso ne è un esempio: gli “scammers” sfruttano l’impostazione predefinita del calendario di Google per la quale viene fissato un appuntamento al momento della ricezione dell’invito. Questa impostazione prescinde dall’accettazione dell’invito, dunque l’appuntamento viene fissato anche se l’email di invito finisce nella cartella spam. Continue reading

Sony Xperia Ace sulla via del lancio globale: sarà una carta vincente o mangerà la polvere?

Poco più di un mese fa, Sony ha lanciato sul mercato nipponico Xperia Ace, lo smartphone più compatto della sua lineup 2019, dotato di un design non proprio al passo con i tempi e un prezzo di listino in yen assolutamente fuori scala per i parametri odierni. Ora però sono spuntati indizi circa un suo possibile approdo sul mercato internazionale: quale sarà il suo destino?

In un user-agent profile è da poco apparso il modello nome in codice J3137, ulteriormente contrassegnato dalla sigla PM-1171-BV, che risulta molto simile a quella dell’Xperia Ace già presente sul mercato giapponese (PM-1170-BV). Ciò lascerebbe intendere la presenza di una variante di Xperia Ace destinata al mercato globale – oppure, secondo altre ipotesi, di una variante dedicata ad un operatore giapponese diverso da Docomo, che attualmente lo vende in esclusiva. Continue reading

Batterie che rendano più del doppio di quelle attuali: la nuova sfida di Nokia con vista sul 5G

Il vero limite degli odierni smartphone è rappresentato dalle batterie, il cui progresso tecnologico non riesce minimamente a tenere il passo di quello del resto della componentistica hardware. La tecnologia odierna potrebbe infatti spingersi più in là e i design potrebbero liberare maggiormente la loro creatività, se non fossero imbrigliati da batterie che richiedono spazi molto ampi per alimentare i dispositivi. E la situazione non potrà che peggiorare con l’avvento del 5G, ma Nokia ha annunciato di aver brevettato una nuova tipologia di batteria, capace di imprimere una vera svolta al settore.

Grazie al lavoro congiunto fra i ricercatori di Nokia Bell Labs e AMBER presso il Trinity College di Dublino, è stata trovata una nuova formula per realizzare batterie capaci di erogare una quantità di energia 2,5 volte superiore rispetto alle batterie odierne, a parità di dimensioni occupate e peso. Se tutto ciò venisse confermato come riproducibile su larga scala, si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione per l’universo dei dispositivi mobili, alla vigilia dell’era dell’IoT e del 5G. Continue reading

Recensione Xiaomi Mi Box S: per amanti di Netflix e della semplicità (foto e video)

Mi Box S è l’ultimo set-top-box con Android TV di Xiaomi ad arrivare in Italia. Nel corso degli anni infatti, l’azienda cinese ha prodotto numerosi dispositivi di questo tipo, dei quali quello in questione è (uno del)la quarta generazione, che infatti potete chiamare anche Mi Box 4. Si tratta di un device che segue le orme del Mi Box 3 che abbiamo recensito ormai 2 anni e mezzo fa. In tutto questo lasso di tempo è però cambiato poco e nulla nel dispositivo di Xiaomi, mentre il 4K si è sempre più diffuso nelle case degli italiani, e con lui tanti televisori sempre più smart. Chi è quindi che ha ancora bisogno di un dispositivo come Mi Box S nel 2019?

LEGGI ANCHE: Migliori TV Box Continue reading

Google Assistant si prepara per nuove scorciatoie contestuali e per la sua modalità alla guida (foto)

A distanza di una settimana, ritorniamo a parlare dell’app Google beta, la cui ultima versione (10.12.1) nasconde come di consueto alcuni indizi sulle novità che nel prossimo futuro vedremo sull’app stabile e sui servizi correlati. Questa volta, a prendersi la scena è Google Assistant.

Presto infatti, Assistant potrebbe arricchirsi con nuove scorciatoie contestuali, a cui sarà possibile accedere dal pulsante FAB in basso a destra. In particolare, si potrà lanciare i comandi dedicati a un nuovo promemoria, una nota oppure un evento del calendario, per crearli rapidamente. Sono inoltre apparsi nuovi riferimenti a Driving Mode, ovvero la modalità alla guida (nome in codice Morris) che sarà integrata in Assistant. Continue reading

Xiaomi Redmi 6 e 6A compiono un altro passo verso Android Pie: inizia il reclutamento per la beta chiusa

Dopo aver masticato amaro per almeno un mese, di recente si sono riaccese le speranze di vedere l’aggiornamento ad Android Pie per Xiaomi Redmi 6 e Redmi 6A. La strada probabilmente sarà lunga e tortuosa, ma i due entry level 2018 del produttore cinese hanno imboccato quella giusta e la prossima tappa fa ben sperare in tal senso: è iniziato il reclutamento per la beta chiusa.

Conclusi i lavori sulle prime build alpha, Xiaomi ha infatti iniziato ad organizzare il lavoro di sperimentazione su firmware beta, che saranno dunque testati internamente da una ristretta schiera di utenti. Questo le consentirà di compiere passi importanti nella rimozione di bug e nell’ottimizzazione software, necessari in vista del futuro rilascio stabile. Continue reading

YouTube sta testando i filtri per i video in homepage (foto)

Nell’app di YouTube sono due le sezioni più utilizzate: la homepage e quella delle iscrizioni. Se in quest’ultima sappiamo bene o male cosa andremo a trovare, l’homepage è un luogo dove scoprire nuovi contenuti. E dunque, perché non filtrare i contenuti in categorie?

Nella versione Android utenti diversi (paganti e non) stanno segnalando questa nuova funzionalità: in maniera molto simile a quanto visto con i video suggeriti, nella parte in alto della schermata troviamo delle “bolle” con parole chiave che permettono di filtrare i contenuti consigliati. Continue reading

Un nuovo rumor riaccende la speranza: i Galaxy Note 10 potrebbero avere il jack audio (ma non la microSD?)

Sebbene Samsung non abbia ancora confermato ufficialmente, sembra molto probabile che Galaxy Note 10 verrà svelato al mondo intero il prossimo 7 agosto, nel corso di un evento a lui dedicato, che anticiperà di quasi un mese l’inizio di IFA 2019. Quest’anno, il colosso coreano avrà in serbo ben 2 modelli distinti, ma le novità non finiranno di certo qui. Una di queste, preannunciata da più fonti e non accolta con favore dagli utenti, riguarda la presunta rinuncia al jack audio. Ma non tutto è perduto, perché è bastato un nuovo rumor per riaccendere la speranza.

La notizia proviene da Max Weinbach, che riporta una fonte a lui vicina, capace di mettere le mani in anteprima sui 2 modelli di Galaxy Note 10. Secondo quanto riferitogli dunque, entrambi gli smartphone presenterebbero ancora il jack audio, mentre gran parte delle informazioni trapelate risulterebbero corrette, a partire dal design rinnovato, con cornici sempre più sottili e il foro nel display, in posizione centrale. Dalle sue parole però, emerge un dettaglio inedito, che rischia di rendere agrodolce la notizia. Continue reading

Harry Potter: Wizards Unite è già disponibile anche in Italia: correte a provarlo!

A partire da ieri 21 giugno 2019, Harry Potter: Wizards Unite ha debuttato sui dispositivi iOS e Android di Regno Unito e Stati Uniti, con la promessa di espandere prossimamente la disponibilità anche nel resto del mondo. E la promessa è stata mantenuta anche più velocemente di quanto ci aspettassimo, visto il nuovo titolo mobile è già disponibile al download anche in Italia!

Come da tradizione di Niantic – che ha curato lo sviluppo del gioco, al pari di Ingress e Pokémon GO – il nuovo gioco mobile dedicato alla saga di Harry Potter si avvale della realtà aumentata, per restituire agli utenti un’esperienza particolarmente immersiva e coinvolgente. Ad attirare orde di videogiocatori ci penserà poi il nome del mago occhialuto più famoso che ci sia. Continue reading

Google Keep taglia il traguardo del mezzo miliardo di download sul Play Store

Google Keep, l’app di Google dedicata alla creazione e gestione delle note e dei promemoria, si fa sempre più diffusa tra gli utenti Android.

Dopo aver ricevuto recentemente il tema scuro, l’app ha appena tagliato lo storico traguardo dei 500 milioni di download sul Play Store, il quale la posiziona tra le app di gestione note più diffuse ed apprezzate nel panorama Android. Continue reading