Chi è e cosa fa un sistemista?

Al mondo ci sono domande esistenziali a cui nemmeno i più fini pensatori riescono a dare una risposta semplice e diretta. Ad esempio: “Qual è il senso della vita?”, “Cosa c’è oltre la morte?”, “Gli Oasis torneranno a suonare insieme?”. Ce n’è però una in particolare che mi fa gelare il sangue quando mi viene posta: “Ma tu… che lavoro fai?”.

Continue reading

Il più grande rimpianto di uno degli uomini più ricchi del mondo? Aver lasciato campo libero ad Android…

In una recente intervista (video integrale a fine articolo), Bill Gates ha svelato quello che lui stesso ritiene “il suo errore più grande”: aver permesso ad Android di diventare l’anti-Apple. L’ammissione arriva particolarmente inattesa, sia perché a farla è comunque l’uomo simbolo di Microsoft, ma soprattutto perché all’epoca Gates non era già più CEO di Microsoft, posizione alla quale aveva rinunciato ad inizio millennio. Questo significa probabilmente che, CEO o non-CEO, c’è comunque il suo zampino in una delle decisioni più sbagliate della storia dell’azienda; oppure è un semplice rimpianto per la nomina di Steve Ballmer, che all’epoca sottovalutò in pieno la portata che iPhone avrebbe avuto.

Continue reading

Non solo email, ormai lo spam ci fissa gli appuntamenti su Google Calendar (foto)

La ricezione di email contenenti comunicazioni improbabili riguardo ad un nostro zio di terzo grado che ci ha lasciato una cospicua eredità sono abbastanza frequenti e non è difficile intuire che in realtà hanno lo scopo di estorcerci dati personali, per questo spesso il loro destino è la cartella spam.

Dunque anche chi sta dietro questo tipo di contenuti si è evoluto ed ora gli spam possono raggiungerci anche attraverso gli appuntamento Google Calendar. Quello che vedete nella galleria in basso ne è un esempio: gli “scammers” sfruttano l’impostazione predefinita del calendario di Google per la quale viene fissato un appuntamento al momento della ricezione dell’invito. Questa impostazione prescinde dall’accettazione dell’invito, dunque l’appuntamento viene fissato anche se l’email di invito finisce nella cartella spam. Continue reading

Batterie che rendano più del doppio di quelle attuali: la nuova sfida di Nokia con vista sul 5G

Il vero limite degli odierni smartphone è rappresentato dalle batterie, il cui progresso tecnologico non riesce minimamente a tenere il passo di quello del resto della componentistica hardware. La tecnologia odierna potrebbe infatti spingersi più in là e i design potrebbero liberare maggiormente la loro creatività, se non fossero imbrigliati da batterie che richiedono spazi molto ampi per alimentare i dispositivi. E la situazione non potrà che peggiorare con l’avvento del 5G, ma Nokia ha annunciato di aver brevettato una nuova tipologia di batteria, capace di imprimere una vera svolta al settore.

Grazie al lavoro congiunto fra i ricercatori di Nokia Bell Labs e AMBER presso il Trinity College di Dublino, è stata trovata una nuova formula per realizzare batterie capaci di erogare una quantità di energia 2,5 volte superiore rispetto alle batterie odierne, a parità di dimensioni occupate e peso. Se tutto ciò venisse confermato come riproducibile su larga scala, si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione per l’universo dei dispositivi mobili, alla vigilia dell’era dell’IoT e del 5G. Continue reading

Google vi propone contenuti pirata nel suo feed? Colpa dell’algoritmo di selezione, e forse anche un po’ vostra (foto)

Il feed dell’app Google per dispositivi mobili, da poco rinominato Google Discover, è uno strumento utile di informazione perché propone all’utente diversi contenuti in base alle preferenze personali. Ultimamente però in rete sono emerse alcune segnalazioni curiose a proposito delle schede proposte da Discover.

L’esempio che vedete nella galleria in basso riassume totalmente quanto appena introdotto: alcuni utenti hanno ricevuto la proposizione di alcune schede contenenti link pirata, ovvero collegamenti per scaricare illegalmente contenuti protetti da diritti d’autore. Questo è accaduto recentemente ad alcuni utenti su Google Discover. La colpa è chiaramente dell’algoritmo di selezione dei contenuti, il quale dovrebbe escludere a priori contenuti di questo tipo. Continue reading

Secondo lo store americano anche Google Home potrebbe presto passare sotto l’ala del brand Nest (aggiornato con smentita)

Al Google I/O 2019 l’azienda di Mountain View ha deciso di cambiare rotta e passare sotto il brand Nest tutti i prodotti Google Home. O, almeno, avrebbe dovuto farlo, ma ad oggi l’unico prodotto (in Italia) ad essere passato sotto Nest è il Google Home Hub (o Nest Hub).

Pare che qualcosa potrebbe cambiare a breve. Nello store americano di Google è possibile acquistare delle basi sostitutive colorate per Google Home, ma queste hanno fornito qualche indizio: invece che essere basi “per Google Home”, per qualche tempo sono state indicate come basi “per Nest Home”. Continue reading

Addio serie Mi Max e Mi Note, insegnate agli angeli come riempire di modelli un produttore (foto)

C’è stato un periodo della storia di Xiaomi nella quale l’azienda ha letteralmente invaso il mercato con tantissimi modelli diversi di smartphone, i quali si differenziavano solamente per il nome e qualche dettagli tecnico. Tra questi c’erano le serie Mi Max e Mi Note, entrambe (almeno per quest’anno) giunte al capolinea.

Il CEO di Xiaomi, Lei Jun, oggi ha pubblicato su Weibo un post nel quale si parla della strategia futura dell’azienda. All’interno di questo post, parlando dei brand Xiaomi, Lei ha esplicitamente detto che “non sono stati fatti dei piani per quest’anno per (le serie) Max e Note”. Continue reading

Huawei Ban: FedEx sembra rifiutarsi di spedire gli smartphone Huawei in USA

A seguito delle restrizioni commerciali, imposte dal governo statunitense all’azienda cinese, sembra che, ad oggi, sia difficile anche solo spedire uno smartphone Huawei negli USA, dato che l’azienda di consegne FedEx pare rifiutarsi di prendersi in carico la spedizione. (...)
Continua a leggere Huawei Ban: FedEx sembra rifiutarsi di spedire gli smartphone Huawei in USA su Androidiani.Com


Continue reading

Google Maps: da oggi è possibile seguire le aziende e ricevere un’offerta di benvenuto

La famosa app di navigazione dell’azienda californiana ha implementato la possibilità di seguire le aziende presenti sulla mappa, le quali, da oggi, potranno proporre un’offerta di benvenuto a coloro che metteranno il “follow”.(...)
Continua a leggere Google Maps: da oggi è possibile seguire le aziende e ricevere un’offerta di benvenuto su Androidiani.Com


Continue reading