Hardware

Asus e Qualcomm lanciano il processore di nuova concezione Snapdragon SiP1 in Brasile (foto)

Circa un mese fa Qualcomm aveva annunciato di aver iniziato una partnership con un’azienda di semiconduttori brasiliana e ora, a sorpresa, arriva sul mercato del paese sudamericano un nuovo processore che si distacca dai SoC tradizionali. Il chip Snapdragon SiP1 infatti propone un approccio differente: finora si parlava di System-on-Chip ora invece scopriamo i System-in-Package. Semplificando al massimo il nuovo modulo contiene in sé tutti i componenti principali della motherboard.

Questa mossa permette quindi un certo risparmio di spazio interno che può essere sfruttato da altri componenti oppure da un design innovativo. Snapdragon SiP1 è costruito con tecnologia a 14 nm ed è essenzialmente equivalente allo Snapdragon 450, un octa-core di fascia medio-bassa con 1,8 GHz supporto fino a 4 GB di RAM e GPU Adreno 506. (altro…)

5G, intelligenza artificiale e 7 nanometri: i punti chiave di MediaTek per tornare nella fascia alta del mercato

Sono passati 4 anni da quando Qualcomm incappò nello scivolone Snapdragon 810, un SoC con evidenti errori progettuali che lo portavano a surriscaldarsi troppo facilmente, causando il crollo di prestazioni ed autonomia. Si trattò di un’occasione irripetibile per il concorrente MediaTek, per puntare finalmente al vertice del settore, dopo anni di gavetta nelle fasce più basse. Un’occasione tuttavia mancata, tanto che negli ultimi anni il produttore taiwanese ha addirittura scelto di smettere di produrre chip top di gamma, in vista di un futuro rilancio. E ora i tempi potrebbero essere maturi.

HiSilicon (Huawei) e Qualcomm hanno fatto da apripista per intelligenza artificiale e processo costruttivo a 7 nm, inoltre l’imminente inizio dell’era 5G è un’occasione troppo golosa per non cavalcarla da subito al meglio. Ecco dunque che, secondo alcune indiscrezioni, MediaTek sarebbe al lavoro proprio su un chip in grado di competere con Kirin 980 e Snapdragon 855, utilizzando le loro stesse armi. (altro…)

I display OLED dei nuovi Samsung Galaxy S10? Ovviamente stracciano la concorrenza su tutti i fronti!

Che i display OLED dei nuovi Samsung Galaxy S10 fossero al top non è certo un segreto. Basta leggere le specifiche tecniche per rendersene conto, e anche nella nostra recensione abbiamo lodato la sua incredibile luminosità e l’ottima gestione dei colori.

Se per qualche motivo non vi fidaste né della scheda tecnica né del nostro giudizio, a dare manforte a Samsung e ai suoi nuovi display c’è DisplayMate puntuale come un orologio svizzero con la sua super-analisi. (altro…)

Vi serve una stampa al volo? Con le nuove stampanti Epson lo potete chiedere a Siri (o Google Assistant)

Epson ha rilasciato un aggiornamento che vi permette di usare con maggiore rapidità la vostra stampante connessa. Grazie all’aggiunta del supporto a Siri e Google Assistant non avrete più bisogno di trovarvi vicino alla macchina per far partire una stampa o controllare i livelli di inchiostro, vi basterà chiederlo al vostro assistente vocale.

Per accedere alle nuove funzioni per Siri dovrete aggiornare l’app Epson iPrint, mentre per Google Assistant è necessario eseguire un aggiornamento del firmware della stampante stessa. La novità riguarda le linee EcoTank, WorkForce ed Expression e per funzionare necessita anche di Epson Connect. (altro…)

Anche TCL punta dritto verso i dispositivi pieghevoli: ecco la tecnologia DragonHinge (foto)

A parte l’esercizio di stile FlexPai, soltanto Samsung e Huawei hanno avuto la forza di mostrare i primi prototipi funzionanti di dispositivi pieghevoli, rispettivamente con Galaxy Fold e Mate X. Non è un segreto però che anche la maggior parte degli altri produttori siano al lavoro – chi più e chi meno sottotraccia – per farsi trovare pronti quando la moda esploderà. Fra questi c’è anche TCL, che al MWC 2019 ha annunciato il brevetto di una tecnologia necessaria per i suoi futuri dispositivi pieghevoli.

Si tratta di DragonHinge, tecnologia che consiste nel meccanismo indispensabile per permettere ad un display AMOLED flessibile di piegarsi e richiudersi, aprendo la strada a tante modalità di utilizzo. Al momento, non esistono ancora prototipi funzionanti, ma soltanto i concept che trovate nella nostra galleria, quantomeno promettenti. (altro…)

Samsung ha iniziato a produrre le memorie eUFS 3.0: super veloci e capienti fino a 1 TB

Gli smartphone in arrivo nei prossimi mesi avranno memorie veloci e capienti, con prestazioni mai viste prima. Queste sono le promesse delle nuove memorie eUFS 3.0 (embedded Universal Flash Storage) prodotte da Samsung Electronics, che si preparano ad essere utilizzate dai produttori sugli smartphone del futuro.

Come annunciato qualche mese fa, la divisione dell’azienda coreana dedicata all’elettronica ha già avviato la produzione di massa dei nuovi modelli da 128 GB e 512 GB basati sull’architettura eUFS 3.0, quelli che utilizzano le altrettanto nuove matrici V-NAND a 512 Gb di quinta generazione. (altro…)

OPPO innova con lo zoom ottico 10x e il 5G utile

“Get Closer” è il motto dell’Innovation Event che OPPO ha tenuto a Barcellona a due giorni dall’apertura delle porte della fiera. Perché non solo di smartphone vive questo mercato. Può sembrare un controsenso, ma senza innovazione il mondo della telefonia mobile è destinato ad arenarsi in un loop infinito di piccoli, e spesso poco significativi, upgrade incrementali.

E pur senza quindi lanciare un nuovo specifico modello di smartphone, OPPO vuol far sapere a tutti che è pronta ad innovare. Ci stiamo avvicinando, get closer appunto. (altro…)

Le RAM del futuro useranno lo standard LPDDR5: ecco caratteristiche e vantaggi

La Solid State Technology Association (JEDEC) ha ufficialmente comunicato le specifiche del nuovo standard Low Power Double Data Rate 5 (LPDDR5) per le memorie RAM, quello che sarà principalmente utilizzato a partire dei prossimi mesi per le memorie inserite nei dispositivi mobili come smartphone e tablet.

La nuova tecnologia permetterà di ottenere notevoli vantaggi sia in termini di prestazioni che di efficienza energetica, grazie anche alla nuova archietettura a 16-bank programmabili. Rispetto alle attuali memorie LPDDR4 è stato raddoppiato il data rate disponibile, passato da 3,200 MT/s a ben 6,400 MT/s. (altro…)

LG G8 ThinQ si controllerà con i gesti: ecco come funziona il sensore

Una delle novità più interessanti del nuovo LG G8 ThinQ che verrà presentato al MWC sarà la sua fotocamera frontale: il “sensore 3D” incluso permetterà non solo di avere uno sblocco col volto molto affidabile, ma anche di controllare lo smartphone tramite gestures.

La società sembra puntare molto su questa funzionalità, che ha iniziato a promuovere già dal teaser Goodbye Touch: non sappiamo in dettaglio quali saranno i gesti implementati, ma oggi scopriamo qualche dettaglio in più sul sensore che li renderà possibili. (altro…)

Presto potremmo vedere una coppia di Android One Motorola con Exynos serie 7

Stando a quanto scrive 91Mobiles riportando informazioni da una fonte “anonima ma afficabile” Motorola si sarebbe accordata con Samsung per la fornitura di chip Exynos 9610 per due nuovi smartphone. La coppia potrebbe essere presentata già al prossimo MWC e dovrebbe seguire la scia lasciata da Motorola One e Motorola One Power, i due telefoni parte del programma Android One.

Un’altra possibilità, altrettanto valida, è che i due possano appartenere invece alle serie E, dedicata alla fascia bassa. Finora i dispositivi di questa serie sono stati equipaggiati con SoC MediaTek, mentre le famiglie G, Z e X usano chip Qualcomm. Se la notizia dovesse rivelarsi corretta sarebbe la prima volta che un produttore adotta gli Exynos, sviluppati da Samsung e fin qui usati solo dall’azienda coreana. (altro…)

Torna all'inizio