google

Sapevate di poter eliminare i suggerimenti di Gboard in questo modo?

Prima tastiera virtuale ad aver tagliato l’impressionante traguardo del miliardo di installazioni sul Play Store, Gboard può tranquillamente essere considerata come la più utilizzata dagli utenti Android. Ma ne conoscete davvero tutti i segreti?

Oggi ad esempio vi parliamo di un dettaglio che per alcuni potrà sembrare banale o scontato – dato che non rappresenta una novità in senso assoluto – ma per altri potrebbe invece rappresentare un’interessante scoperta. Ci riferiamo alla possibilità di rimuovere in modo semplice e rapido quelle parole che per errore si sono insinuate fra quelle suggerite e che vorremmo veder sparire in quanto fuorvianti o inutili. (altro…)

Google Maps all’insegna delle foto: appare una sezione dedicata (foto)

Google continua a lavorare su Google Maps ad un ritmo incessante per testare e portare nuove funzionalità. Dopo aver visto un possibile ridesign della barra inferiore, miglioramenti della condivisione della posizione e della navigazione, ora è il turno di una aggiunta particolare che potrebbe far piacere ad alcuni: una sezione dedicata alle foto all’interno di Esplora.

Questa sezione è identificata da una nuova “card” posta alla fine del tab Esplora, e mostra le “ultime foto” scattate nell’area. Si tratta probabilmente delle foto caricate dalle guide locali o nelle recensioni, ma mostrano nella mappa la esatta posizione di scatto (magari collegata ad un luogo specifico). (altro…)

Google Flutter quasi pronto al rilascio definitivo: nuovi strumenti per la grafica delle app Android e iOS (video)

Dopo il rilascio della prima versione Beta, avvenuto lo scorso febbraio, Google ha lanciato in queste ore la versione Release Preview 2 del progetto open source Flutter, quello dedicato allo sviluppo delle interfacce grafiche native per Android e iOS.

Si tratta dell’ultima versione sperimentale prima della pubblicazione della prima versione stabile 1.0, che dovrebbe essere rilasciata entro la fine dell’anno. Il grado di maturità del framework è già abbastanza elevato, visto che in questa versione ci sono già tutti gli elementi più importanti per l’utilizzo della libreria e per la sua integrazione nello sviluppo della app mobile. (altro…)

Stanchi di aggiungere nuove foto ai vostri album? Tranquilli, ora ci pensa Google Foto con i “live album” (foto)

Sull’onda dell’entusiasmo per il ridesign in chiave Material Theme arrivato recentemente con la versione 4.0, un nuovo aggiornamento di Foto è stato rilasciato da Google ed è in corso di diffusione in queste ore. Come accade spesso però la versione 4.1 sembra priva di cambiamenti concreti, ma i colleghi di 9 To 5 Google, analizzando il codice, hanno scoperto che c’è un’interessante novità che si prepara sottocoperta.

Aggiungere nuove foto ad album preesistenti può essere un’attività noiosa e che di tanto in tanto costringe a prenderci del tempo per effettuare l’operazione manualmente. Per risolvere la cosa Google ha pensato di sfruttare la potenza dell’IA e del machine learning per riconoscere i volti di persone selezionate e aggiungerle automaticamente a una raccolta. (altro…)

Vueling abbraccia il nuovo sistema di pagamento Google Pay

Dopo il lancio dell’app mobile Vueling e del servizio di pagamento Google Pay, l’azienda prosegue nel suo percorso di innovazione.

(...)
Continua a leggere Vueling abbraccia il nuovo sistema di pagamento Google Pay su Androidiani.Com


(altro…)

Google Home Mini sta vendendo tre volte di più del fratello maggiore, ma HomePod beffa tutti

Strategy Analytics ha diffuso i dati su spedizioni e quote di mercato, aggiornati al secondo trimestre di quest’anno, del settore degli smart speaker. Un mercato ormai decisamente fiorente negli Stati Uniti, ma che stenta a decollare nel resto del mondo, a causa soprattutto della disparità nello stato di avanzamento fra gli assistenti vocali in lingua inglese e quelli in altre lingue.

Amazon ha dominato a lungo il settore nei suoi primi anni di esistenza, grazie alle capacità di Alexa e ai suoi smart speaker della serie Echo, dai prezzi abbordabili e venduti tramite il proprio e-commerce, ma sta iniziando a mostrare segno di cedimento nei confronti del rivale Google. Home Mini – uno dei pochi smart speaker disponibili anche nel nostro paese – è infatti riuscito a sopravanzare Echo Dot e Echo di Amazon, forte di ben 2,3 milioni di unità spedite (20% di quote di mercato complessive). (altro…)

Lidl: da oggi è possibile effettuare pagamenti con Google Pay

Google Pay, il nuovo strumento di pagamento firmato Big G, sbarca ufficialmente in Italia e sarà disponibile in tutti i punti vendita Lidl.

(...)
Continua a leggere Lidl: da oggi è possibile effettuare pagamenti con Google Pay su Androidiani.Com


(altro…)

Google Discover potrebbe essere la nuova evoluzione di Google Now (foto)

Un nuovo ed importante cambiamento sembra stagliarsi all’orizzonte per Google Feed, la schermata personalizzata inclusa nell’app omonima della società californiana, erede del mai dimenticato Google Now. Il servizio potrebbe presto presentare un nuovo nome e alcune funzionalità aggiuntive, come segnalato da alcuni indizi scovati nel teardown dell’apk dell’ultima versione dell’app Google.

Proprio attraverso questo procedimento sono state individuate le prime tracce di “Discover“, la funzionalità che dovrebbe prendere il posto di Google Feed. Anche se al momento si conosce pochissimo a riguardo, alcuni utenti hanno già intravisto i segni della sua esistenza sui propri dispositivi, come dimostrano le immagini in galleria. (altro…)

Google Pay ufficiale in Italia: Ecco cos’è e come funziona

Come vi avevamo anticipato in mattinata, Google Pay ha debuttato quest’oggi in Italia. Da Mountain View hanno appena condiviso una breve introduzione al nuovo sistema di pagamento tramite smartphone.

(...)
Continua a leggere Google Pay ufficiale in Italia: Ecco cos’è e come funziona su Androidiani.Com (altro…)

YouTube Gaming si ridimensiona: da ora sarà una semplice sezione del sito principale

Google ha deciso di tagliare un altro ramo secco dal suo enorme albero dei servizi: stavolta la malasorte si è abbattuta su YouTube Gaming, piattaforma che ha stentato a trovare pubblico sin dal suo lancio e che, da ora, si appresta a subire una netto ridimensionamento.

Più che di una morte, si parla di una trasformazione. La piattaforma di video e servizi dedicati al mondo dei videogiochi non sarà eliminata completamente, ma alcune delle sue funzionalità verranno integrate direttamente nel sito o nelle app principali di YouTube. Ciò consentirà agli appassionati di gaming di godere di strumenti dedicati per la visione, la navigazione e la scoperta di contenuti, tutto compreso nell’app standard di YouTube. (altro…)

Torna all'inizio