Google Pixel 2

La Google Fotocamera non ha più segreti: Night Sight, Super Res Zoom e le altre funzioni esclusive o meno (foto)

Isaac Reynolds è un ragazzo di 26 anni che lavora per Google già da oltre 4 anni, e che si è occupato della fotocamera dei Pixel sin dal primo modello. Un veterano quindi, nonostante la giovane età, che ad oggi è Product Manager proprio della Google Camera, e con il quale abbiamo volentieri trascorso una mezz’ora a chiacchierare di Night Sight (Foto Notturna), e più in generale della computational photography dell’azienda di Mountain View. Ne sono venuti fuori tanti spunti interessanti sull’approccio di Google alla fotografia da smartphone, e non solo, che ci hanno aiutato a capire meglio la visione dell’azienda.

Foto Notturna (altro…)

Google Pixel 2 XL a prezzo stracciato da Unieuro! Solo 329€ per averlo (aggiornato: cover in tessuto inclusa)

Vi riportiamo un’interessantissima offerta lanciata da Unieuro per Google Pixel 2 XL nell’ambito del suo lungo Black Friday. Il dispositivo di Google potete trovarlo ad un prezzo mai visto prima, solo 329€ per aggiudicarselo.

Lo smartphone è disponibile nelle colorazioni bianca e nera nel taglio da 64 GB di memoria interna, eccovi i rispettivi link per l’acquisto: (altro…)

Tutte (o quasi) le funzioni della fotocamera dei Pixel 3 arrivano sui modelli precedenti con questo porting (foto)

Finalmente è disponibile un porting fatto bene della fotocamera dei Pixel 3 per i precedenti modelli. Questa nuova versione modificata della Google Fotocamera include infatti non solo la modalità notturna, ma anche “Cogli l’attimo” (detto anche Photobooth), il  motion tracking nei video, suggerimenti di Google Lens in tempo reale (che sinceramente non ci sembrano funzionare), e altre opzioni di configurazione.

In particolare troviamo un’opzione per forzare il tipo di modalità HDR da utilizzare (vedi screenshot in galleria) e poi possiamo scegliere di salvare i video in H.265 anziché. Non siamo invece sicuri (perché non lo è nemmeno l’autore del porting) che Super Res Zoom funzioni, ma da alcune prove fatte al volo non ci sembra di notare grandi differenze. (altro…)

Ci sono meno di 2 milioni di smartphone aggiornati ad Android Pie e meno di 2,7 milioni di Google Pixel in circolazione

Sono usciti i dati sulla frammentazione Android di ottobre 2018, e per il terzo mese di fila non c’è traccia di Android Pie. Questo significa che Pie è su meno dello 0,1% dei dispositivi Android, ovvero su meno di 2 milioni di smartphone circa. Di recente Google ha infatti confermato che ci sono oltre 2 miliardi di dispositivi Android attivi al mondo (smartphone, tablet e altro), quindi 2 milioni di smartphone è probabilmente anche una stima per eccesso.

Non solo, ma sempre in base a recenti dichiarazioni dell’azienda, oltre il 75% dei proprietari di smartphone Pixel è già passato ad Android Pie. Supponendo quindi che i 2 milioni di smartphone di cui sopra siano tutti Pixel (e non lo sono), ciò significa che non ci sono più di 2.666.666 milioni di smartphone Pixel in circolazione. Ed è una stima approssimata per eccesso da vari punti di vista. Al di là di tutto, sono questi i dati più significativi della distribuzione Android di ottobre 2018. (altro…)

I vecchi Pixel ricevono la nuova fotocamera dei Pixel 3, ma non tutte le sue funzioni (foto)

È già in rollout da diverse ore, su Pixel di prima e seconda generazione, la nuova app per la fotocamera che abbiamo visto sui Pixel 3. Arriva quindi un’interfaccia più moderna, con uno swipe laterale per passare da una funzionalità all’altra, che senz’altro abbiamo gradito.

Mancano un paio di funzioni però: Top Shot, Photobooth (Fototessera) e Super Res Zoom, ovvero i cavalli di battaglia dei nuovi Pixel, che non hanno fatto il salto sulla generazione precedente. Per il resto c’è tutto, anzi anche un pizzico in più, dato che è possibile scegliere il framerate dei video in 1080p (30 o 60 fps), mentre su Pixel 3 abbiamo solo l’opzione a 30fps o in automatico, che non registra sempre in 60fps (e non capiamo il perché di questa scelta). (altro…)

Google promette un aggiornamento imminente per sistemare il misterioso bug dei Pixel

Sin dal lancio dei nuovi Google Pixel 3 erano trapelate segnalazioni di un misterioso bug per la fotocamera, individuato in seguito anche su altri dispositivi Pixel e addirittura su qualche modello non prodotto da Google. Il problema riguardava il salvataggio delle foto, che non venivano conservate sulla memoria del dispositivo dopo lo scatto, ma scomparivano senza lasciare traccia.

Un bug davvero curioso e ancora avvolto da dubbi e ipotesi, ma di certo poco simpatico per tutti coloro che l’hanno sperimentato. Proprio la stranezza del caso ha spinto Google ad intervenire in maniera celere sulla questione: quella che trovate qui di seguito è la dichiarazione riportata dal sito Engadget, con la quale la società di Mountain View cerca di tranquillizzare i suoi clienti. (altro…)

Abbiamo provato la modalità notte dei Google Pixel, ed è impressionante! (foto e download apk)

La modalità notte, annunciata in concomitanza con i Pixel 3 ma non ancora arrivata su nessuno degli smartphone di Google, può ora essere provata in anteprima su tutti i Pixel grazie ad un apk opportunamente modificato da XDA.

Si tratta di una mod della Google Fotocamera, che quindi installerà un’app a parte rispetto a quella pre-installata, e che potrete dunque cancellare senza problemi, nel caso non vi trovaste bene. Va da sé che è ancora un work in progress, e che la versione finale potrebbe differire in qualità rispetto a quanto visto finora; ed in base a delle rapide prove che abbiamo fatto, la differenza è impressionante. (altro…)

Anche i vecchi Pixel ora possono divertirsi con gli adesivi AR degli Avengers in Playground 2.0 (foto e APK download)

Una delle novità esclusive dei nuovi Pixel 3 è la rinnovata fotocamera di Google che rispetto alla versione precedente è stata arricchita di molte funzioni interessanti. Tra queste ce n’è una che magari non risulterà particolarmente utile, ma punta a strappare almeno un sorriso: la possibilità di aggiungere personaggi in Realtà Aumentata ai propri scatti.

L’app dedicata alla gestione degli sticker AR è stata ribattezzata “Playground” e ora, grazie all’ultimo aggiornamento, ha raggiunto la versione 2.0 che porta in dote un gruppo di “adesivi” (chiamati “Playmoji”) da aggiungere alle proprie foto. La funzione in questione è ancora ufficialmente esclusiva per i Pixel 3, ma grazie agli APK a fine articolo può essere installata anche sui predecessori di prima e seconda generazione (Nexus esclusi, ça va sans dire). (altro…)

iFixit smonta anche Pixel 3: si ripara male come l’XL, ma soprattutto ha un display di LG! (plot twist)

Dopo il teardown di Pixel 3 XL, ifixit ha smontato anche il modello più piccolo, per scoprire che dal punto di vista costruttivo, e meglio di “riparabilità”, non ci sono sostanziali differenze col fratello maggiore.

Entrambi collezionano infatti un punteggio di 4 su 10, con esattamente le stesse considerazioni finali (non sarà un errore? – NdR). Tra i fattori positivi abbiamo che le viti presenti sono tutte di tipo standard Torx T3 e che la batteria è fissata con adesivo che si stacca semplicemente tirandolo. Peccato che gli O-ring e gli adesivi usati per l’impermeabilizzazione complichino le riparazioni (anche se rendono lo smartphone più impermeabile). Le note più negative riguardano il display, la cui riparazione richiede il completo smontaggio del telefono, e per poter intervenire su qualsiasi componente bisogna faticosamente scollare il pannello di vetro posteriore. (altro…)

Il dettaglio tecnico di tutte le fotocamere presenti sul Pixel 3: ma perché non registrano in 4K@60fps?

XDA ha pubblicato una breve analisi sul comparto fotografico dei Pixel 3, dal punto di vista puramente tecnico, ovvero quali sensori ha impiegato Google nei suoi nuovi, e precedenti modelli.

Pixel 2 utilizza una fotocamera principale Sony IMX362, un sensore che si trova anche in HTC U11, Moto G5 Plus, ASUS Zenfone 4 e altri. I Pixel di prima generazione impiegavano invece una Sony IMX378. La fotocamera frontale è invece una Sony IMX179, stesso sensore di Nexus 6P e della prima generazione di Google Pixel. Inutile però sottolineare che l’enorme lavoro fatto via software da Google, eleva questi sensori ben al di sopra della media raggiunta dai rivali. (altro…)

Torna all'inizio