Facebook

Google, Facebook, Microsoft e Twitter uniscono le loro forze in favore della portabilità dei dati

La portabilità dei dati è un concetto molto importante, soprattutto per gli utenti che utilizzano diversi servizi cloud tra i tanti disponibili. Quattro tra i colossi più importanti nell’industria tecnologica hanno deciso di unire i loro sforzi per sviluppare uno strumento che centralizzi la portabilità dei dati tra le tante piattaforme cloud esistenti.

Il progetto si chiama Data Transfer Project ed è un’iniziativa open source di Google, Microsoft, Facebook e Twitter. L’obiettivo di questo strumento è facilitare l’interscambio di dati tra i diversi fornitori di servizi in quest’ambito, evitando il download dei dati stessi in locale per poi trasferirli al secondo servizio cloud. Lo strumento idealizzato dalle quattro aziende si baserebbe su diversi punti fondamentali: (altro…)

Forse non ve ne sarete accorti, ma Facebook ha lavorato sodo per celebrare il mondiale (foto e video)

I mondiali di calcio 2018 saranno ricordati dagli italiani come un buco nero, un’assenza indelebile nella coscienza sportiva nostrana. Mentre noi rimanevamo semplici spettatori, milioni di persone hanno celebrato, sofferto e gioito durante la manifestazione e Facebook se ne è fatta portavoce.

Come potete vedere dal video più in basso, il social network ha deciso di proporre delle animazioni quando un utente postava un incoraggiamento per la propria nazionale, un motto tipico o un esultanza per un gol. Utenti di tutto il mondo hanno notato le immagini che apparivano pur non potendo sapere come fare per attivarle volontariamente. (altro…)

Una parola chiave per silenziare tutti i post in cui è contenuta: Facebook ha in mente questo (video e foto)

Facebook ha annunciato il debutto della fase di testing per una nuova funzionalità da integrare nella piattaforma del famoso social network, la quale permetterebbe di nascondere, per un intervallo di tempo specifico, tutti i post contenenti una determinata parola scelta dall’utente.

La funziona si chiama Keyword Snooze e consiste nel poter silenziare, per 30 giorni, tutti i contenuti presenti su Facebook contenenti una specifica parola chiave impostata a priori. Questa funzione potrebbe tornare utile se ne avete abbastanza di sentir parlare di uno specifico argomento oppure non volete assolutamente leggere post riguardanti spoiler della vostra serie preferita (come vediamo nell’esempio in galleria). (altro…)

Una parola chiave per silenziare tutti i post in cui è contenuta: Facebook ha in mente questo (video e foto)

Facebook ha annunciato il debutto della fase di testing per una nuova funzionalità da integrare nella piattaforma del famoso social network, la quale permetterebbe di nascondere, per un intervallo di tempo specifico, tutti i post contenenti una determinata parola scelta dall’utente.

La funziona si chiama Keyword Snooze e consiste nel poter silenziare, per 30 giorni, tutti i contenuti presenti su Facebook contenenti una specifica parola chiave impostata a priori. Questa funzione potrebbe tornare utile se ne avete abbastanza di sentir parlare di uno specifico argomento oppure non volete assolutamente leggere post riguardanti spoiler della vostra serie preferita (come vediamo nell’esempio in galleria). (altro…)

Una parola chiave per silenziare tutti i post in cui è contenuta: Facebook ha in mente questo (video e foto)

Facebook ha annunciato il debutto della fase di testing per una nuova funzionalità da integrare nella piattaforma del famoso social network, la quale permetterebbe di nascondere, per un intervallo di tempo specifico, tutti i post contenenti una determinata parola scelta dall’utente.

La funziona si chiama Keyword Snooze e consiste nel poter silenziare, per 30 giorni, tutti i contenuti presenti su Facebook contenenti una specifica parola chiave impostata a priori. Questa funzione potrebbe tornare utile se ne avete abbastanza di sentir parlare di uno specifico argomento oppure non volete assolutamente leggere post riguardanti spoiler della vostra serie preferita (come vediamo nell’esempio in galleria). (altro…)

Facebook ci dirà per quanto tempo lo utilizziamo ogni giorno

Seguendo l’esempio di Apple e Google, anche Facebook si prepara ad indicare agli utenti quanto tempo hanno trascorso sul famoso social network.

(...)
Continua a leggere Facebook ci dirà per quanto tempo lo utilizziamo ogni giorno su Androidiani.Com


(altro…)

Facebook ci dirà per quanto tempo lo utilizziamo ogni giorno

Seguendo l’esempio di Apple e Google, anche Facebook si prepara ad indicare agli utenti quanto tempo hanno trascorso sul famoso social network.

(...)
Continua a leggere Facebook ci dirà per quanto tempo lo utilizziamo ogni giorno su Androidiani.Com


(altro…)

Facebook ci dirà per quanto tempo lo utilizziamo ogni giorno

Seguendo l’esempio di Apple e Google, anche Facebook si prepara ad indicare agli utenti quanto tempo hanno trascorso sul famoso social network.

(...)
Continua a leggere Facebook ci dirà per quanto tempo lo utilizziamo ogni giorno su Androidiani.Com


(altro…)

Facebook ci dirà per quanto tempo lo utilizziamo ogni giorno

Seguendo l’esempio di Apple e Google, anche Facebook si prepara ad indicare agli utenti quanto tempo hanno trascorso sul famoso social network.

(...)
Continua a leggere Facebook ci dirà per quanto tempo lo utilizziamo ogni giorno su Androidiani.Com


(altro…)

Anche Facebook vi dirà quanto tempo passate sulla piattaforma social: paura eh? (foto)

I recenti scandali sulla privacy e la presa di coscienza sulla sempre maggiore pervasività che il web ha assunto nella vita quotidiana di centinaia di milioni di persone, hanno spinto i più grandi colossi del web a compiere un passo di lato e porre fine (almeno a parole) alla corsa indiscriminata al fatturato, per salvaguardare la salute sociale e psico-fisica dei propri utenti.

Google ha dedicato ampio spazio al cosiddetto Digital Wellbeing durante il keynote del Google I/O 2018, ma anche Facebook non è stata da meno, impegnandosi ad architettare nuovi metodi per dissuadere i propri utenti da interminabili sessioni social, al limite del patologico. Per Instagram è da tempo in lavorazione una sezione che faccia prendere coscienza agli utenti del tempo passato sul social e ora arriva la conferma ufficiale che anche Facebook offrirà una funzione del tutto simile, chiamata Your Time on Facebook. (altro…)

Torna all'inizio