Facebook

Facebook ha salvato centinaia di milioni di password in chiaro

Ancora brutte notizie per Facebook (e i suoi utenti): secondo quanto riportato dalla società di sicurezza Krebs (e successivamente confermato dalla stessa Facebook) centinaia di milioni di password sono state salvate in chiaro, con la possibilità di essere lette dai circa ventimila dipendenti che lavorano nell’azienda. Solitamente, le password vengono registrate sui server in maniera criptata e salvare le password in chiaro è in assoluto uno dei più gravi errori che si possano commettere.

Ovviamente, Facebook non lo ha fatto deliberatamente: il salvataggio delle password in plain text è stato causato da una serie di problemi di sicurezza: secondo quanto riferito dalla fonte di Krebs, gli utenti coinvolti sarebbero tra 200 e 600 milioni. Facebook ha ammesso di aver avuto questo problema e, con un post chiamato Keeping Passwords Secure, ha spiegato che la società è venuta a conoscenza della questione a gennaio, quando ha realizzato che in alcuni casi le password venivano loggate in chiaro. Secondo quanto riferito da Krebs, il problema era lì da parecchio e ci sarebbe traccia di password salvate in questo modo già dal 2012. (altro…)

Facebook, Messenger, WhatsApp e Instagram down o con svariate problematiche un po’ in tutto il mondo

Facebook al momento ha qualche problemino. E con problemino intendiamo che su DownDetector stanno arrivando un bel po’ di segnalazioni da tutto il mondo, e noi stessi non riusciamo al momento a pubblicare commenti sui post di altri utenti. Ma non è questa l’unica difficoltà riscontrata dagli utenti.

Dai commenti che si possono leggere su DownDetector stesso si può notare come vari utenti non riescano proprio ad accedere al social network di Zuckerberg; altri ancora non riescono a gestire le proprie pagine ed altri ancora hanno problemi addirittura con Messenger. Chi non riesce ad accedere viene accolto da un messaggio che indicherebbe uno stato di “manutenzione” temporaneo. (altro…)

Facebook, Messenger, WhatsApp e Instagram down o con svariate problematiche un po’ in tutto il mondo

Facebook al momento ha qualche problemino. E con problemino intendiamo che su DownDetector stanno arrivando un bel po’ di segnalazioni da tutto il mondo, e noi stessi non riusciamo al momento a pubblicare commenti sui post di altri utenti. Ma non è questa l’unica difficoltà riscontrata dagli utenti.

Dai commenti che si possono leggere su DownDetector stesso si può notare come vari utenti non riescano proprio ad accedere al social network di Zuckerberg; altri ancora non riescono a gestire le proprie pagine ed altri ancora hanno problemi addirittura con Messenger. Chi non riesce ad accedere viene accolto da un messaggio che indicherebbe uno stato di “manutenzione” temporaneo. (altro…)

Paga con Facebook: il social network diventa sempre più un marketplace (foto)

Paga con Facebook sembra in rollout sull’app ufficiale per Android ed iOS. Come si intuisce dal nome, si tratta di un metodo per acquistare beni, e soprattutto pagarli, tramite il socia network.

Sembrano supportati i principali circuiti, come Visa e MasterCard. C’è anche un simbolo che somiglia a quello dei Bitcoin, ma probabilmente indica è solo un simbolo generico per indicare il sistema di pagamenti di Facebook. I pagamenti sono gratis e sicuri, rassicura il social network, ma è la scelta degli articoli da acquistare che sembra avvenire in modo un po’ inusuale. (altro…)

Sapevate che Messenger aveva una vulnerabilità che permetteva di mostrare a terzi con chi parlavate?

Qualche mese fa era stata scoperta una vulnerabilità che permetteva a hacker, tramite siti terzi, di ottenere informazioni personali degli utenti di Facebook e dei loro amici. A quanto pare non solo la piattaforma “base” era affetta da un bug, ma anche il sistema di messaggistica Messenger aveva una “piccola” vulnerabilità. Ah, tranquilli, è già risolta da tempo.

La scoperta della vulnerabilità è ad opera del gruppo di ricerca Imperva, la quale ha beccato il bug lo scorso anno e lo ha rivelato a Facebook a maggio. L’azienda ha prontamente sistemato la vulnerabilità. (altro…)

Continua la condivisione di dati con Facebook ad insaputa degli utenti, anche di quelli senza account sul social network

Stando ad un nuovo report di Privacy International, alcune app Android di rilievo, tra le quali quelle di Yelp e Duolingo, continuerebbero ad inviare dati dei propri utenti a Facebook, dati che possono essere usati per identificare detti utenti e quindi per ad tracking. Inoltre questo scambio di dati esula dal fatto che l’utente stesso abbia un account Facebook, permettendo così di tracciare anche persone al di fuori del social network.

Non è chiaro di preciso di che tipo di dati stiamo parlando, ma siccome tra questi c’è anche un identificatore univoco (che è l’advertising ID di Google), non sarebbe difficile associarli al profilo di un utente e coglierne identità, interessi ed informazioni sulla sua routine quotidiana, sapendo ad esempio quando e quante volte un’app (di quelle che condividono detti dati) sia stata avviata. In questo modo Facebook può tracciare gli utenti su tutto il suo network di servizi e presentare comunque pubblicità mirata, ad esempio, anche a coloro che non facciano parte di Facebook stesso. (altro…)

Comprare follower e like su Instagram sarà più difficile, dopo il duro giro di vite di Facebook

La piaga degli account fake ha flagellato il mondo dei social media negli ultimi anni, arrivando ad influenzare le opinioni di milioni di persone a suon di notizie fuorvianti. Non solo, perché sui social network come Instagram si assiste ormai ad un giro di affari multimilionario e non si contano più i casi di utenti e realtà commerciali che traggono vantaggio e visibilità grazie all’acquisto di like e follower. Tutto ciò mette in cattiva luce i grandi colossi del web, che tuttavia da qualche tempo hanno dato via ad imponenti contromisure per arginare il problema. Come l’ultima iniziativa annunciata da Facebook.

Il gigante guidato da Mark Zuckerberg ha infatti dichiarato di aver adito le vie legali contro 4 aziende cinesi, la cui attività consisteva nella promozione e nella vendita di like, follower e account fake, tanto su Facebook e Instagram, quanto su altri servizi e siti online, tra cui Amazon, Google e Apple. (altro…)

Il tema scuro arriva su Facebook Messenger, ma per attivarlo vi serve questa emoji: 🌙

Il tema scuro per le app Android è ormai stato sdoganato non soltanto da Google stessa, ma anche da alcune delle app più diffuse sul Play Store e dunque, piano piano, anche tutti gli altri si stanno adeguando. All’appello però mancano ancora diversi pezzi da novanta, fra cui spicca il nome di Facebook Messenger. Ma la situazione sembra che sia improvvisamente cambiata, anche se in modo alquanto bizzarro.

Con la prossima major release del robottino verde – Android Q – il tema scuro è destinato a diventare una sorta di requisito per le app e Messenger sembra aver escogitato un modo stravagante per far testare la novità ad un numero inizialmente ristretto di utenti. L’app stabile infatti non include la possibilità di attivare il tema scuro di default, ma alcuni utenti hanno scoperto che la voce dedicata nelle impostazioni spunta utilizzando in una qualsiasi chat l’emoji della luna crescente, questa: 🌙. (altro…)

Facebook per Android rinnova la gestione della localizzazione: ecco come funzionerà (foto)

Facebook ha annunciato un importante aggiornamento nella gestione della localizzazione geografica degli utenti Android che utilizzano l’app mobile dai loro dispositivi. Questo aspetto è molto rilevante per la privacy ma anche per le funzionalità offerte da Facebook.

Fino ad oggi, attivando la localizzazione su Facebook per Android gli utenti potevano essere geo-localizzati in qualsiasi momento dall’app. Questo è il punto che viene rinnovato: le immagini riportate in galleria mostrano l’opzione, posizionate nelle impostazioni dell’app Android, per abilitare o meno la “Background Location” che permette la localizzazione degli utenti in qualsiasi momento. Poco sopra vedete l’opzione che abilita la localizzazione accurata da parte dell’app. (altro…)

Admin delle Pagine Facebook possono rispondere ai direct Instagram direttamente da FB

In un comunicato stampa Facebook ha annunciato un’integrazione che renderà più semplice, per gli admin che gestiscono pagine, comunicare con i propri follower su Instagram.

(...)
Continua a leggere Admin delle Pagine Facebook possono rispondere ai direct Instagram direttamente da FB su Androidiani.Com


(altro…)
Torna all'inizio