apple

10 smartphone con SAR basso e 10 con SAR più alto (aggiornato febbraio 2019): male Xiaomi e OnePlus

Molti nostri lettori si informano a riguardo del valore del tasso di assorbimento specifico (meglio conosciuto come SARSpecific Absorption Rate) di un determinato smartphone prima di procedere con l’acquisto. In teoria sulle confezioni di vendita degli smartphone tale valore dovrebbe (o comunque sarebbe buona norma) essere indicato, ma non sempre purtroppo è così.

Inoltre talvolta, anche cercando online su appositi database non sempre si riesce a trovare i due valori SAR, uno relativo al corpo, l’altro alla testa, relativi al dispositivo posseduto o in via di acquisizione. (altro…)

Qual è il primo smartphone premium nel mercato indiano? OnePlus lo chiede a Siri (foto)

La divisione indiana di OnePlus ha pubblicato un tweet al vetriolo rivolto a Siri, e più direttamente ad Apple, forte degli ultimi dati presentati da Counterpoint, un’azienda specializzata in statistiche di mercato.

Innanzitutto chiariamo quello che si staranno chiedendo molti lettori: cosa significa premium? Counterpoint ha considerato “premium” tutti i dispositivi con un prezzo di vendita superiore alle 30.000 rupie indiane (circa 370€). L’analisi ha mostrato come nell’ultimo trimestre del 2018 OnePlus sia stato il brand che ha fatto registrare le vendite più numerose in questo settore del mercato indiano, superando di poco Samsung ed Apple (abbiamo riportato qualche grafico in galleria). (altro…)

Per il mercato cinese tutto il 2018 è stato un anno di vacche magre, non solo la fine

Catalyst, a inizio mese, aveva già fornito i dati di vendita di smartphone nel mercato cinese per il Q3 2018. Guardando poi all’intero 2018, CAICT ha fornito dei dati pressoché in linea con i primi. Per non rimanere indietro, anche Catalyst ha eseguito un’analisi dell’intero 2018. I risultati? Concordi con quelli di CAICT.

Secondo l’azienda, le spedizioni in Cina sono calate del 14% in un anno. Si tratta del secondo anno di fila di contrazione del mercato, con 396 milioni di unità spedite. Un valore così basso non si registrava dal 2013. (altro…)

Apple Watch salva una vita a Roma

La tecnologia “consumer” spesso è molto di più di quello che appare. Ad esempio, un Apple Watch, oltre ad essere un “gingillo” costoso, può salvarti la vita. Scoprite i dettagli dell’accaduto nel nostro articolo.
(...)
Continua a leggere Apple Watch salva una vita a Roma su Androidiani.Com


(altro…)

Huawei vuole superare Samsung: numero 1 nel mercato smartphone entro il 2020

Huawei ha un chiaro obiettivo in mente: superare Samsung e diventare il produttore di smartphone numero 1 al mondo, entro il 2020. Negli ultimi anni l’azienda cinese era sempre sta al terzo posto in classifica, preceduta da Samsung ed Apple per numero di dispositivi venduti: tuttavia, nel Q2 del 2018 ha superato la società della mela e negli scorsi mesi ha consolidato la propria posizione, accorciando la distanza da Samsung.

Secondo l’ultimo report di Gartner (datato dicembre 2018), Samsung detiene il 18,9% del mercato, mentre Huawei è arrivata al 13,4%: solo cinque punti percentuali la separanao dalla prima posizione, ed è davvero incredibile notare il balzo in avanti fatto nell’ultimo anno dalla società cinese. (altro…)

Google ruba un senior engineer ad Apple per lanciare Fuchsia

Google, dal 2016, sta lavorando ad un nuovo sistema operativo che potrebbe sostituire Android chiamato Fuchsia. Bill Stevenson, ingegnere Apple di alto livello, ha annunciato che si unirà a Google per contribuire al lancio del nuovo sistema operativo sul mercato.

(...)
Continua a leggere Google ruba un senior engineer ad Apple per lanciare Fuchsia su Androidiani.Com (altro…)

Google si prepara a Fuchsia assumendo un veterano di Apple (foto)

Torniamo a parlare di Fuchsia, il nuovo sistema operativo sempre più al centro dell’attenzione e che Google si prepara a sviluppare. BigG sta uscendo sempre più allo scoperto sull’argomento, tanto da aver appena assunto un veterano di Apple per svilupparlo al meglio.

Il veterano si chiama Bill Stevenson ed ha lavorato per la casa di Cupertino negli ultimi 15 anni, occupandosi di tutte le versioni software per macOS rilasciate dal 2012, di molti progetti cloud come AirPlay e iCloud ed anche di sviluppo app per diversi ecosistemi. Ora Stevenson si sposterà a Mountain View per lavorare al nuovo Google Fuchsia, confermato anche dal suo post su LinkedIn (esempio in galleria). (altro…)

Foxconn licenzia 50.000 lavoratori, IPhone non vende

Foxconn ha licenziato 50.000 lavoratori stagionali, che secondo le ultime stile avrebbero dovuto collaborare per molti altri mesi. I primi tagli erano già avvenuti nel mese di ottobre, periodo fondamentale per la commercializzazione dei nuovi modelli Apple.

(...)
Continua a leggere Foxconn licenzia 50.000 lavoratori, IPhone non vende su Androidiani.Com (altro…)

Apple aveva ragione: il mercato smartphone in Cina è crollato e gli iPhone ne hanno pagato le conseguenze (foto)

Gli ultimi dati diffusi da Canalys per quanto riguarda il mercato smartphone in Cina dimostrano una verità abbastanza evidente: Apple aveva ragione. Ci riferiamo alle dichiarazioni di Tim Cook rilasciate la scorsa settimana, quelle che davano la colpa proprio al mercato cinese per il calo di vendite di iPhone nel mondo.

Stando ai dati raccolti dalla nota società di analisi, che si riferiscono al Q3 2018, il settore smartphone in Cina ha registrato un calo di oltre il 15% rispetto all’anno scorso. La popolarità degli smartphone della mela è calata drasticamente negli ultimi mesi: Apple continua ad essere la prima azienda per ricavi, davanti a Huawei, Oppo, Vivo e Xiaomi, ma tutte queste aziende stanno davanti nella classifica delle unità vendute, con percentuali molto superiori nel market share. (altro…)

Le fotocamere 3D di Sony potrebbero invadere i futuri smartphone, inclusi i prossimi iPhone (foto)

Sony è una delle aziende che, oltre a prendersi una discreta fetta di mercato degli smartphone, produce gran parte dei sensori fotografici integrati negli smartphone di altri brand. L’azienda intende puntare su questo aspetto anche per il futuro, spingendo particolarmente sulle fotocamere 3D.

La notizia giunge dall’autorevole Bloomberg, secondo il quale Sony avrebbe accelerato la produzione di questo tipo di sensori fotografici dopo aver appreso dell’interessamento di diversi produttori di smartphone, tra i quali figura Apple. L’azienda nipponica intende produrre chip che andranno ad alimentare le fotocamere sia anteriori che posteriori dei futuri dispositivi, preparandosi a ricevere un impatto positivo da questo settore già dalla prima metà del 2019. (altro…)

Torna all'inizio