App

Sapevate di poter eliminare i suggerimenti di Gboard in questo modo?

Prima tastiera virtuale ad aver tagliato l’impressionante traguardo del miliardo di installazioni sul Play Store, Gboard può tranquillamente essere considerata come la più utilizzata dagli utenti Android. Ma ne conoscete davvero tutti i segreti?

Oggi ad esempio vi parliamo di un dettaglio che per alcuni potrà sembrare banale o scontato – dato che non rappresenta una novità in senso assoluto – ma per altri potrebbe invece rappresentare un’interessante scoperta. Ci riferiamo alla possibilità di rimuovere in modo semplice e rapido quelle parole che per errore si sono insinuate fra quelle suggerite e che vorremmo veder sparire in quanto fuorvianti o inutili. (altro…)

Google Maps all’insegna delle foto: appare una sezione dedicata (foto)

Google continua a lavorare su Google Maps ad un ritmo incessante per testare e portare nuove funzionalità. Dopo aver visto un possibile ridesign della barra inferiore, miglioramenti della condivisione della posizione e della navigazione, ora è il turno di una aggiunta particolare che potrebbe far piacere ad alcuni: una sezione dedicata alle foto all’interno di Esplora.

Questa sezione è identificata da una nuova “card” posta alla fine del tab Esplora, e mostra le “ultime foto” scattate nell’area. Si tratta probabilmente delle foto caricate dalle guide locali o nelle recensioni, ma mostrano nella mappa la esatta posizione di scatto (magari collegata ad un luogo specifico). (altro…)

Instagram: la convivenza forzata fra didascalie dei post e hashtag potrebbe avere le ore contate (foto)

Instagram è al lavoro su un paio di novità interessanti per le sue app mobile, nei meandri più nascosti dei suoi rami di sviluppo software. A portare alla luce i possibili futuri accorgimenti ci ha però pensato Jane Manchun Wong, solita preziosissima fonte per quanto riguarda le novità in anteprima delle principali app social.

La funzione più importante scovata fra quelle in fase di test riguarda gli hashtag da allegare ai post. Da sempre infatti, gli utenti di Instagram si vedono costretti ad includere gli hashtag relativi alle immagini da condividere direttamente nella didascalia, oppure successivamente nel primo commento al post stesso. Alternative non esattamente ideali, a cui è davvero strano che Instagram non avesse ancora pensato ad una soluzione apposita e definitiva. Presto però, una voce dedicata all’inserimento degli hashtag potrebbe comparire in fase di pubblicazione dei post, per la gioia degli utenti più perfezionisti. (altro…)

Bouncer fa il lavoro sporco al posto vostro, e revoca i permessi alle app quando non le usate (foto)

Per quanto la gestione dei permessi su Android sia ormai potente e capillare, non ci immaginiamo che la maggior parte degli utenti faccia niente di diverso da cliccare su “concedi” quando un’app lo chiede, per poi dimenticarsene. Con le decine, per non dire centinaia, di app installate in molti smartphone, occuparsi di controllare e revocare i permessi sospetti e/o potenzialmente inutili può diventare un vero lavoro. Per fortuna c’è Bouncer che può farlo al posto vostro.

Bouncer è un’app che sfrutta i servizi di accessibilità per modificare i permessi delle altre app, in modo che possiate assegnare loro dei permessi temporanei, (necessari magari per farle girare correttamente), che saranno revocati automaticamente nel momento in cui premerete il pulsante home. Il piccolo rovescio della medaglia è che per fare ciò l’app sarà chiusa forzatamente, quindi, quando la riaprirete, ripartirà da zero. (altro…)

Instagram si prepara a farvi giocare con le Storie grazie all’adesivo Quiz

Anche se in molti non hanno ancora ricevuto il supporto alle ultime novità, come ad esempio gli adesivi Musica e Domanda, Instagram sta già pensando ad un’ennesima funzione da aggiungere sulla sua piattaforma, dedicata ancora una volta alle Storie: stiamo parlando del nuovo adesivo Quiz!

Il nome spiega già tutto: tramite questo sticker potrete inserire una domanda a risposte multiple nelle vostre Storie, dando l’opportunità ai follower di scegliere l’opzione più indicata. Al momento la novità è ancora in test e non sappiamo molto sul suo funzionamento, ma potete vedere una piccola anteprima nell’immagine in galleria. (altro…)

Stanchi di aggiungere nuove foto ai vostri album? Tranquilli, ora ci pensa Google Foto con i “live album” (foto)

Sull’onda dell’entusiasmo per il ridesign in chiave Material Theme arrivato recentemente con la versione 4.0, un nuovo aggiornamento di Foto è stato rilasciato da Google ed è in corso di diffusione in queste ore. Come accade spesso però la versione 4.1 sembra priva di cambiamenti concreti, ma i colleghi di 9 To 5 Google, analizzando il codice, hanno scoperto che c’è un’interessante novità che si prepara sottocoperta.

Aggiungere nuove foto ad album preesistenti può essere un’attività noiosa e che di tanto in tanto costringe a prenderci del tempo per effettuare l’operazione manualmente. Per risolvere la cosa Google ha pensato di sfruttare la potenza dell’IA e del machine learning per riconoscere i volti di persone selezionate e aggiungerle automaticamente a una raccolta. (altro…)

Muzei 3.0 arriva in beta sul Play Store: nuove API, nuove gesture ed app standalone per Wear OS

Dopo un paio di mesi di test in alpha, Muzei 3.0 è ora disponibile nella sua prima beta pubblica, che rivede e rilancia quanto visto nella alpha.

  • Aggiunto il supporto per le nuove API di Muzei
  • Le fonti basate sulle nuove API utilizzano l’avanzamento automatico: impostazioni centralizzate per l’utilizzo in solo WiFi-only e per gli intervalli di aggiornamento
  • Il plugin per Tasker di Muzei può ora selezionare fonti basate sulle nuove API
  • Possibilità di regolare indipendentemente gli effetti di home e lock screen
  • Nuove gesture personalizzabili
  • L’app per Wear OS è ora standalone, ovvero non richiede più quella sullo smartphone, e supporta anche fonti di terze parti
  • (altro…)

Google si ricorda finalmente di Keep e… lo rinomina in Keep Notes ¯\_(ツ)_/¯

Piccola novità per Google Keep, l’app per le note made in Google, che vuole appunto ribadire di che pasta è fatta, ovvero per prendere appunti.

Anziché aggiungere nuove funzionalità, l’ultimo aggiornamento dell’app le fa in pratica cambiare nome in Google Keep Notes, anche su Wear OS. L’icona dell’app dovrebbe quindi diventare Keep Notes, almeno nella versione inglese. In italiano non siamo ancora sicuri se e come sarà tradotta, tanto più che, in italiano, l’app già si chiamava Google Keep – note ed elenchi. (altro…)

Conoscevate gli sticker delle chiamate di Samsung? Beh, dimenticateli, perché stanno per essere cancellati

Alzi la mano chi ha mai usato gli sticker in chiamata di Samsung. Nessuno? Come, non li conoscevate nemmeno? Tranquilli, è normalissimo: si tratta di una funzionalità che è possibile sfruttare solo quando la chiamata coinvolge due smartphone Samsung compatibili (tramite l’app Telefono di Samsung). Praticamente si possono inviare sticker a chi vi sta chiamando per rifiutare la chiamata e, anche, durante la stessa.

Purtroppo però l’azienda ha deciso di chiudere questa funzionalità: la data fatidica è il 17 dicembre 2018. La notizia è stata comunicata ai clienti tramite una email informativa (ma non a tutti è arrivata, chi vi scrive non la ha ricevuta). All’interno dell’app era anche possibile acquistare (con moneta sonante) pack di sticker aggiuntivi. Che fine faranno? Samsung comunica che è possibile richiederne il rimborso entro il 15 giugno 2019. Per farlo, dovrete: (altro…)

Bimbi in casa? Non fategli sapere che è disponibile l’app di Boing! (foto)

Se YouTube Kids è appena arrivato e molti ne hanno parlato, un’altra app dedicata ai più piccoli e che fornisce contenuti dedicati è stata lanciata (un po’ più in sordina) circa un mese fa: stiamo parlando di BOING APP, l’applicazione del famoso canale televisivo.

Lo scopo dell’applicazione è intuitivo: guardare on demand una serie di cartoni animati disponibili a catalogo. Ma non c’è solo questo: al suo interno è possibile vedere il canale lineare (ovvero quello che vedreste in TV), giocare e visualizzare contenuti esclusivi. (altro…)

Torna all'inizio