Roberto Artigiani

Roberto Artigiani

(0 commenti, 935 articoli)

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione del profilo

Pagina Principale: http://www.androidworld.it

Articoli di Roberto Artigiani

Ora potete avere Huawei P Smart 2019 a 13,99€ al mese con All In Power di Tre

Da oggi e fino al 10 febbraio i clienti Tre Italia possono avere l’ultimo arrivato in casa Huawei grazie alla promo che abbina la tariffa All In Power a Huawei P Smart 2019. Nello specifico l’offerta non prevede anticipo e ha un canone mensile di 13,99€ di cui 9,99€ per il piano telefonico e 4€ per la rata del telefono.

All In Power propone minuti illimitati e 60 Giga di traffico internet. La promozione è disponibile con la formula “light credit Compass”, quindi con l’accensione di un finanziamento con TAEG/TAN 0% e nessuna spesa. In questo caso è previsto l’addebito su conto corrente o su carta di credito (escluse prepagate e carte estere), altrimenti si può optare per la vendita a rate Tre sempre con addebito su carta di credito. (altro…)

Android Auto 3.9 migliora la visibilità delle app attive (foto e APK download)

In aggiunta alla notizia dell’arrivo del supporto ai podcast, gli utenti di Android Auto possono leggere di un’altra novità che li riguarda direttamente che, per quanto minore, potrebbe rendergli più semplice la vita. La versione 3.9 in corso di diffusione in queste ore sta portando un piccolo cambiamento al modo in cui vengono visualizzate le app in uso.

In altre parole, come potete vedere dalle immagini di confronto presenti più in basso nella galleria, finora riconoscere quali applicazioni erano attive non era esattamente immediato: dallo schermo del veicolo si poteva distinguere un colore di sfondo più scuro rispetto alle altre, ma da smartphone la differenza era davvero impercettibile. (altro…)

Ora potete usare i DNS pubblici di Google anche sul vostro smartphone/tablet (se aggiornato ad Android Pie)

Google ha annunciato di aver implementato il protocollo di sicurezza DNS-over-TLS (anche noto come DoT) per il suo servizio di DNS insieme alle raccomandazioni RFC 7766 e al supporto al TLS 1.3. Tuttavia se non siete esperti di reti informatiche la cosa potrà suonarvi un tantino astrusa. Il punto è che i DNS (Domain Name System) sono quella componente che permette di convertire il nome di un sito in un indirizzo IP e permette quindi di “risolvere” i nomi inseriti nella barra degli indirizzi in qualcosa di comprensibile a livello macchina.

La maggior parte delle persone usa il servizio fornito dal proprio operatore telefonico, ma è utile sapere esistono in circolazione diverse altre alternative. Tra queste c’è il servizio offerto da Google, il più grande del mondo detto per inciso, che da oggi ha implementato un ulteriore livello di sicurezza che rende molto difficile spiare la vostra navigazione. (altro…)

Alleluia! Tidal sta per rendere disponibili le registrazioni in qualità ‘Master’ anche su Android (foto)

Da questa settimana Tidal ha iniziato il rilascio dell’ultimo aggiornamento della sua app per Android. La novità stavolta è davvero succosa (almeno per gli audiofili): l’arrivo delle registrazioni di qualità “Master”. In questo modo finalmente chi ha sottoscritto un abbonamento premium al servizio di streaming musicale ad alta fedeltà sonora potrà vedere colmato il gap con la versione per desktop dell’applicazione.

LEGGI ANCHE: Huawei P Smart 2019 ufficiale (altro…)

Google sta finalmente introducendo il supporto ai podcast su Android Auto (foto e APK download)

Quando Google ha rilasciato un’app dedicata specificamente alla gestione dei podcast diversi hanno notato quanto fosse spartana. Tra le varie funzioni assenti all’appello dei desiderata infatti c’erano il download automatico, il supporto al casting e l’integrazione con Android Auto. Mentre per le altre ci sarà ancora da aspettare, almeno per quest’ultima l’attesa dovrebbe essere finita.

L’ultima versione dell’app Google, ossia la 8.91, infatti sembra portare in dote il supporto ai podcast anche in Android Auto. Al momento in realtà non è chiaro se la novità derivi dall’aggiornamento o da uno switch lato server. In ogni caso scaricando l’ultima versione dell’app Google dovreste essere in grado di accedere alla nuova interfaccia che comprende la voce “podcast” tra le fonti audio. (altro…)

Scovate 85 app “truffaldine” sul Play Store , coinvolti almeno 9 milioni di utenti

Ormai notizie di questo tipo rischiano di non fare più notizia. Come capita purtroppo sempre più frequentemente un’azienda che si occupa di sicurezza informatica ha annunciato di aver scoperto ben 85 applicazioni che attuavano un comportamento fraudolento. Attraverso un uso massiccio e invasivo di annunci pubblicitari infatti incassavano denaro alle spalle di utenti inconsapevoli, semplicemente seccati da quelle che erano praticamente pubblicità sotto forma di app.

In totale gli utenti interessati sono circa 9 milioni, più della metà coinvolti tramite l’app “Easy Universal TV Remote“, ma nel novero ci sono anche altre utility e giochi. Tutti hanno una matrice comune e in alcuni casi anche nomi simili. Essenzialmente ad ogni tocco o interazione le app in questione mostrano un annuncio a tutto schermo, in background o addirittura nascosto, che genera un guadagno per gli sviluppatori. (altro…)

Personalizzate il menu dei recenti con QuickSwitch, un modulo Magisk per tutti i launcher di terze parti (foto)

Una delle maggiori novità – a livello utente – introdotte da Android Pie è stato il menu delle applicazioni recenti: la logica a scorrimento verticale è stata totalmente rivista e spostata sull’asse orizzontale. Il Pixel Launcher sviluppato da Google in esclusiva per i suoi smartphone, a tutto ciò aggiunge anche una barra per la ricerca e scorciatoie ad alcune app. Sfortunatamente queste “personalizzazioni” non sono arrivate su tutti i launcher, ma da oggi un modulo Magisk si promette di porre rimedio.

Si chiama QuickSwitch e consente a tutti i launcher di terze parti (almeno sulla carta) di modificare l’interfaccia dei recenti. Nella galleria più in basso potete ammirare un paio di esempi che danno l’idea di come appaia tale schermata e quali potenziali cambiamenti siano possibili. (altro…)

Cambiate il font del vostro smartphone Samsung con GxFonts (foto)

Una delle più grandi potenzialità di Android rispetto ad iOS è la possibilità (e la facilità) di personalizzare l’interfaccia. In effetti ogni produttore propone una sua versione che lo distingua dagli altri, per cui gli sviluppatori non riescono a creare una mod che funzioni su tutti i dispositivi. Ad ogni modo la community è sempre molto attiva e sicuramente esiste là fuori qualcosa che fa al caso vostro.

Nello specifico se siete possessori di un Samsung Galaxy Note o di un altro smartphone appartenente alle serie S, J, C o A oggi portiamo alla vostra attenzione un’app che vi consente di modificare il font del vostro dispositivo. Su alcuni modelli la cosa è già prevista da Samsung che propone fino a 5 set di caratteri tra cui scegliere – almeno nel caso di Galaxy Note 9. In generale è comunque possibile usare lo store dedicato dove potete trovarne altri, di cui diversi anche a pagamento. (altro…)

Wind lancia le nuove offerte ricaricabili Smart 40 Fire e Smart 40 Flash in modalità operator attack/winback

Da oggi 10 gennaio alcuni ex-clienti Wind stanno iniziando a ricevere un SMS che li invita a tornare attivando una tariffa esclusiva. A seconda del messaggio gli utenti possono essere indirizzati verso Wind Smart 40 Fire o Smart 40 Flash. Le due offerte per ricaricabile sono disponibili solo a chi riceve questo SMS informativo o se si proviene da alcuni specifici operatori rivali (li trovate in dettaglio più avanti).

Wind Smart 40 Fire offre minuti illimitati verso tutti e 40 Giga di traffico dati in 4G a 4,99€ al mese. La tariffa è accessibile solo a chi proviene da un operatore virtuale ad eccezione di PosteMobile, ho. Mobile e CoopVoce. (altro…)

In arrivo una sfilza di novità per MIUI Camera: super-grandangolare, watermark personalizzati, foto in movimento e altri effetti (foto)

I tipi di XDA sono famosi per la loro capacità di analizzare il codice di un’app alla ricerca di lavori in corso che preannuncino future novità. Solitamente applicano il loro ingegno alle applicazioni di Google, sempre molto ricche in termini di spunti, ma stavolta è il turno della MIUI Camera di Xiaomi. In particolare hanno confrontato l’app presente nella MIUI 10 in versione China Developer con la release stabile per Xiaomi Mi Mix 3.

A quanto pare l’app nasconde parecchie nuove funzioni ancora in via di sviluppo e che prossimamente potrebbero vedere la luce del sole, anche se la cosa non è del tutto certa. Iniziamo la panoramica dai watermark personalizzabili: già ora è possibile inserire un “Scattato con X” nelle foto catturate da un dispositivo Xiaomi, ma a quanto pare ci sarà la possibilità di personalizzare il testo del watermark con una seconda linea di testo (vedi esempio nella galleria a fine articolo). (altro…)

Roberto Artigiani's RSS Feed
Torna all'inizio