Nicola Ligas

Nicola Ligas

(0 commenti, 1502 articoli)

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione del profilo

Pagina Principale: http://www.androidworld.it

Articoli di Nicola Ligas

Da Pixel 3 a Redmi 7: come ho trasformato un entry-level in… qualcosa di più! (video)

Nelle ultime 3 settimane ho fatto un piccolo esperimento: sostituire il mio fido Pixel 3 con Redmi 7 come mio smartphone principale, quello su cui tengo la mia SIM personale, con tutti i miei contatti. Non starò qui a prendervi in giro dicendovi che è stato un passaggio “indolore” e che uno smartphone che parte da 110 euro circa possa sostituire in pieno uno che costa ancora (sempre più ingiustificatamente) 900 euro. Ci sono però varie cose che è possibile fare per attenuare il salto da uno all’altro, anche perché Redmi 7 vale ogni centesimo che costa, ed anche di più.

Nel video qui sotto ho ripercorso un po’ più in dettaglio quelli che sono stati i vari passaggi per cercare di rendere Redmi 7 un po’ più simile ad un Pixel 3, senza ricorrere ai permessi di root o ad altre procedure complicate. La semplicità è stata un punto fermo, perché volevo realizzare qualcosa che fosse alla portata di tutti e soprattutto sicuro, dato che utilizzare firmware di terze parti comporta sempre un minimo grado di rischio, sotto vari fronti. (altro…)

Huawei Mate X rinviato a settembre (per “colpa” di Samsung)

Che sia rappresentato da Galaxy Fold o da Mate X, il mondo dei flessibili non poteva avere portabandiera più sfortunati, per usare un eufemismo. Dopo i problemi ed i rinvii ad una data sempre più sfuggente del primo, anche il secondo incorre in dei prevedibili problemi. Prevedibili poi non più di tanto in realtà, perché Huawei non dà la colpa tanto agli USA quanto a Samsung stessa.

L’azienda ha infatti dichiarato a CNBC ed al The Wall Street Journal che in pratica i problemi nei quali si è imbattuta Samsung l’hanno portata ad essere più scrupolosa, per assicurarsi che lo smartphone fosse davvero pronto per il grande pubblico. “We don’t want to launch a product to destroy our reputation“. E così il lancio di Mate X è stato rimandato di tre mesi, al ritorno dalla pausa estiva. (altro…)

Tutti i rumor sui Pixel 4, in poche parole (video)

Quella che si avvia al termine è stata senz’altro la settimana dei Pixel 4. Con circa 4 mesi di anticipo sul lancio ufficiale, i prossimi Googlefonini sono già re dei rumor, ed il bello è che in questo caso abbiamo avuto anche una conferma per bocca di Google stesso, che spavaldo come non mai ha pubblicato una prima immagine della back cover dei Pixel 4. I due smartphone dovrebbero infatti essere identici praticamente sotto ogni aspetto, dimensioni a parte.

Abbiamo quindi realizzato un breve video per riassumere quanto emerso finora, ma prima di lasciarvi al filmato in questione trovate una serie di link di approfondimento sui vari temi trattati. (altro…)

Adesso che sappiamo più o meno com’è, guardate come potrebbe essere bello Pixel 4! (aggiornato)

Google ieri sera a stupito tutti, confermando il design del retro di Pixel 4, con un mostruoso anticipo sul lancio ufficiale, che fino a prova contraria è come sempre previsto per il prossimo ottobre (ma speriamo vivamente che quest’anno Google decida di anticipare i tempi).

Abbiamo quindi unito le due metà dell’immagine condivisa da Google (le trovate qui sotto in galleria), ottenendo in pratica un render ufficiale della back cover di Pixel 4. Sono chiaramente visibili il pulsante di accensione con sotto il bilanciere del volume, posti sempre sul lato destro, mentre il quadrato in alto a sinistra evidenzia le 2 fotocamere posteriori, corredate da 2 sensori e dal LED flash. Questi due sensori dovrebbero essere il laser autofocus (alla destra del flash) e lo spectral sensor cui accennava Unbox Therapy, ma cosa sia davvero e quali siano le sue funzioni non ci è dato saperlo. Notate infine che sembra del tutto sparito il design bi-colore che ha finora caratterizzato il retro dei Pixel, a vantaggio di un’unica lastra di vetro posteriore (altro…)

Samsung vi offre fino a 650€ per passare ad uno dei Galaxy S10: che altro dovrebbe fare?

Samsung lancia una nuova promozione molto interessante, chiamata “è ora di cambiare”, che in pratica vi dà 150 euro di sconto in cassa sull’acquisto di un Galaxy S10e, S10 o S10+, entro il 30 giugno 2019. È escluso solo Galaxy S10 5G, che al momento rimane nella nicchia di Vodafone.

Per ottenere lo sconto dovrete restituire al momento dell’acquisto un qualsiasi smartphone, anche non funzionante. È insomma un ottimo modo per disfarvi di qualche vecchio telefono inutilizzato o danneggiato, ed al contempo ottenere un succoso sconto, ma la cosa ancor più interessante, è che la promozione è cumulativa. (altro…)

Sarebbero “in circolazione” già un milione di smartphone col nuovo OS di Huawei, in test anche da Xiaomi ed Oppo

Secondo quanto riportato da fonti cinesi, Huawei avrebbe già spedito un milione di smartphone con il suo nuovo sistema operativo, chiamato HongMeng. Spedito a chi? Questo non è ben chiaro, dato che non è nemmeno evidente se si tratti di modelli pronti al commercio (magari solo in Cina) o realizzati solo a scopo di testing.

C’è però chi insinua che anche altri produttori, come Xiaomi ed Oppo, stiano valutando il nuovo OS di Huawei, con l’eventualità di poterlo impiegare nei propri smartphone. HongMeng vanterebbe infatti una totale compatibilità con le app Android, e funzioni di sicurezza avanzate per proteggere i dati degli utenti. (altro…)

Google Stadia ed il Cloud Gaming per chi non ci ha capito nulla! (video)

Google Stadia è sulla bocca di tutti negli ultimi giorni, e con lui un rinnovato interesse per il cloud gaming, un tipo di servizio che, nonostante il supporto di alcuni nomi illustri (non da ultimo NVIDIA), finora non è mai decollato. Proprio per questo motivo, molto probabilmente, non tutti i lettori avranno familiarità con certi termini, e si saranno magari stupiti di vedere il nome di Google accostato a quello di Playstation o Xbox.

Pochi mesi fa infatti, Google è entrato a gamba tesa nel settore, rovinando probabilmente la festa a molti. Sony e Microsoft stavano preparando le loro console next gen, che mai come questa volta sembrano le fotocopie l’una dell’altra, in una sorta di corsa a due che Stadia potrebbe sparigliare. Sì perché non solo da una parte c’è Stadia Pro, che permetterà di giocare in 4K a 60 fps, con HDR e audio 5.1, ovvero il meglio del meglio, ma dall’altra abbiamo anche Stadia Free, che in pratica metterà a disposizione di chiunque la possibilità di giocare in full HD a 60 fps. Per sempre. Senza preoccuparsi dell’hardware, né ora né mai. (altro…)

Questa non dovete farvela scappare: Pocophone F1 a soli 199€!

Super offerta di Cooponline che propone l’ancora ottimo Pocophone F1, versione 6/64 GB, a soli 199 euro, contro i 330€ dello store ufficiale. La promozione è valida fino al 30 giugno, ma siamo pronti a scommettere che le scorte andranno esaurite ben prima.

Al momento dell’ordine potete scegliere il ritiro in negozio (al momento la prima data per il ritiro è il 13 giugno) oppure con consegna a casa (spedizione standard a 5,90 euro). Attenzione però perché non tutta Italia è coperta dal servizio a domicilio. In particolare risultano escluse Toscana, Lazio, Umbria, Campania, e parte dell’Abruzzo. Per avere la certezza di poter ordinare la consegna a domicilio, andate in questa pagina e verificate personalmente. (altro…)

Google Nest Hub disponibile in Italia a 129€

L’annuncio era atteso per la giornata di oggi, e del resto il suo avvento è stato ampiamente anticipato, ma il Google Store è stato più veloce di Google stesso. Nest Hub, ex Google Home Hub, è infatti disponibile all’ordine, al prezzo di 129€.

Nonostante lo store reciti ancora “prenota”, cliccandoci sopra potrete scegliere il colore (grigio chiaro o grigio antracite) e pagare il vostro Google Nest Hub. La consegna, al momento, è prevista tra il 14 ed il 17 giugno prossimi, senza costi di spedizione. (altro…)

Vodafone annuncia il 5G in Italia: ecco le prime città coperte già da oggi

Il 5G è realtà in Italia, per mano di Vodafone. L’operatore rosso ha appena annunciato l’accensione da oggi delle antenne 5G in 5 (notate l’ironia? – NdR) città italiane: Milano, Torino, Bologna, Roma e Napoli. L’obiettivo è arrivare a 100 città entro il 2021, ma nel 2019 non ci saranno altre città a parte queste prime cinque. Come abbiamo già detto in passato, sarà un po’ una maratona, piuttosto che uno sprint.

Vodafone ha battezzato la nuova rete “Giganetwork 5G“, giusto per ribadire il nuovo ordine di grandezza di velocità, che potrà arrivare fino a 10 Gbps, ma soprattutto con una latenza nell’ordine dei 5 ms, contro i 30 delle reti 4G. Questo aprirà le porte a tutta una serie di nuovi servizi, non solo legati all’ambito gaming. Vodafone ha ribadito infatti la crescita esponenziale non solo del traffico dati, che nel 2022 dovrebbe essere il triplo di quello attuale, ma anche dei sensori IoT, che nel 2025 arriveranno a 50 miliardi su scala globale (di cui 600-700 milioni solo in Italia), e per averne i dati sempre a portata di mano il 5G sarà fondamentale. (altro…)

Nicola Ligas's RSS Feed
Torna all'inizio