Edoardo Carlo Ceretti

Edoardo Carlo Ceretti

(0 commenti, 1575 articoli)

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione del profilo

Pagina Principale: http://www.androidworld.it

Articoli di Edoardo Carlo Ceretti

TP-Link Neffos C7A, C9, C9A e X9 ufficiali: smartphone per tutti i gusti dalla fascia bassa a quella media (foto)

TP-Link ha deciso di lanciare una nuova carrellata di smartphone per rinnovare la sua serie Neffos, concentrandosi come di consueto sulle fascia più economiche del mercato. Si tratta di ben quattro nuovi modelli – denominati Neffos C7A, C9, C9A e X9 – che diversificano l’offerta del produttore entro i 200€ di prezzo di listino.

TP-Link Neffos C7A: Caratteristiche Tecniche (altro…)

Vivo NEX: fotocamera retrattile e lettore di impronte sotto al display messi a nudo nel primo teardown (foto)

Questa volta l’onore di smontare per primi il nuovo Vivo NEX non è toccato ad iFixit, bensì ai concorrenti di MyFixGuide. E si tratta di un onore non da poco, visto che ci troviamo di fronte ad uno degli smartphone più peculiari ed innovativi degli ultimi anni, con tanti accorgimenti tecnologici prima d’ora mai visti tutti insieme su un dispositivo mobile.

Una ghiotta occasione per vedere più da vicino quei dettagli che hanno reso unico Vivo NEX, ovvero la fotocamera frontale retrattile e il lettore di impronte digitali integrato nel display, oltre al sistema di vibrazione (simile alla conduzione ossea del suono) in sostituzione della classica capsula auricolare, che si scopre essere del tutto diverso a quello visto sul primo Xiaomi Mi MIX, nonostante il principio su cui si basa sia lo stesso. (altro…)

C’è un dinosauro sotto casa vostra e la colpa è di Google Maps! (foto)

Vi abbiamo già parlato della pubblicazione su App Store e Play Store di Jurassic World Alive, un nuovo gioco che sfrutta la realtà aumentata in stile Pokémon GO, realizzato da Ludia Inc. in occasione dell’uscita nelle sale di Jurassic World – Il regno distrutto, ultimo capitolo della storica saga anni Novanta.

Chi ha avuto modo di giocarci, sa bene che il titolo si serve di Google Maps per permettere ai giganteschi rettili preistorici di aggirarsi indisturbati per le strade della vostra città, ma la collaborazione con Big G è stata tutt’altro che casuale. Anzi, rientra in un preciso progetto promosso da Google per la creazione di nuovi titoli videoludici che rielaborino il mondo circostante messo a disposizione da Maps, per creare ambientazioni sempre più coinvolgenti ed immersive. (altro…)

C’è un dinosauro sotto casa vostra e la colpa è di Google Maps! (foto)

Vi abbiamo già parlato della pubblicazione su App Store e Play Store di Jurassic World Alive, un nuovo gioco che sfrutta la realtà aumentata in stile Pokémon GO, realizzato da Ludia Inc. in occasione dell’uscita nelle sale di Jurassic World – Il regno distrutto, ultimo capitolo della storica saga anni Novanta.

Chi ha avuto modo di giocarci, sa bene che il titolo si serve di Google Maps per permettere ai giganteschi rettili preistorici di aggirarsi indisturbati per le strade della vostra città, ma la collaborazione con Big G è stata tutt’altro che casuale. Anzi, rientra in un preciso progetto promosso da Google per la creazione di nuovi titoli videoludici che rielaborino il mondo circostante messo a disposizione da Maps, per creare ambientazioni sempre più coinvolgenti ed immersive. (altro…)

C’è un dinosauro sotto casa vostra e la colpa è di Google Maps! (foto)

Vi abbiamo già parlato della pubblicazione su App Store e Play Store di Jurassic World Alive, un nuovo gioco che sfrutta la realtà aumentata in stile Pokémon GO, realizzato da Ludia Inc. in occasione dell’uscita nelle sale di Jurassic World – Il regno distrutto, ultimo capitolo della storica saga anni Novanta.

Chi ha avuto modo di giocarci, sa bene che il titolo si serve di Google Maps per permettere ai giganteschi rettili preistorici di aggirarsi indisturbati per le strade della vostra città, ma la collaborazione con Big G è stata tutt’altro che casuale. Anzi, rientra in un preciso progetto promosso da Google per la creazione di nuovi titoli videoludici che rielaborino il mondo circostante messo a disposizione da Maps, per creare ambientazioni sempre più coinvolgenti ed immersive. (altro…)

Honor cerca nuovi temi per la sua EMUI: createne di nuovi e potrete vincere fino a 20 mila dollari! (foto)

La EMUI – personalizzazione di Android preinstallata in tutti i dispositivi a marchio Huawei e Honor – non ha mai raccolto consensi travolgenti fra pubblico e critica, specialmente per il suo design discutibile. La situazione non migliora nemmeno girando per il suo store di temi, avaro di alternative di alto livello. Probabilmente conscia di questi limiti, Honor ha indetto un nuovo Global Theme Design Contest.

Si tratta di una gara aperta ai graphic designer di tutto il mondo, che desiderano cimentarsi nella creazione di nuovi temi da inserire nel catalogo della EMUI. E  i premi finali sono tutt’altro che simbolici: tutti i primi 32 classificati riceveranno intanto un nuovo Honor 10 fiammante, ma il pezzo forte se lo aggiudicherà il primi classificato, a cui verrà staccato un assegno da ben 20 mila dollari. (altro…)

Honor cerca nuovi temi per la sua EMUI: createne di nuovi e potrete vincere fino a 20 mila dollari! (foto)

La EMUI – personalizzazione di Android preinstallata in tutti i dispositivi a marchio Huawei e Honor – non ha mai raccolto consensi travolgenti fra pubblico e critica, specialmente per il suo design discutibile. La situazione non migliora nemmeno girando per il suo store di temi, avaro di alternative di alto livello. Probabilmente conscia di questi limiti, Honor ha indetto un nuovo Global Theme Design Contest.

Si tratta di una gara aperta ai graphic designer di tutto il mondo, che desiderano cimentarsi nella creazione di nuovi temi da inserire nel catalogo della EMUI. E  i premi finali sono tutt’altro che simbolici: tutti i primi 32 classificati riceveranno intanto un nuovo Honor 10 fiammante, ma il pezzo forte se lo aggiudicherà il primi classificato, a cui verrà staccato un assegno da ben 20 mila dollari. (altro…)

Xiaomi Mi8 è un rullo compressore in Cina: vendute 1 milione di unità in meno di 20 giorni

Buona parte degli appassionati nostrani del mondo Android ha storto il naso allo svelamento della nuova famiglia di smartphone Xiaomi Mi8. Non certo per le specifiche tecniche o per il prezzo di vendita cinese, quanto per il design, troppo ispirato a quello di iPhone X, acerrimo rivale dei fan del robottino verde. Perplessità che non sono state condivise dagli utenti cinesi, a giudicare dal primo dato di vendita sui nuovi modelli di punta di Xiaomi.

Per bocca di Donovan Sung – portavoce globale di Xiaomi – il produttore cinese ha infatti diffuso il primo riscontro sulle vendite in patria: si parla di ben 1 milione di unità complessive fra Mi8, Mi8 EE e Mi8 SE, vendute a partire dal 5 giugno, ovvero nell’arco di meno di 20 giorni. Segno inequivocabile che i nuovi smartphone abbiano fatto breccia eccome nel cuore dell’ormai esigente mercato cinese. (altro…)

Google Podcasts presto supporterà anche il cast su Chromecast e altri dispositivi (foto)

La nuova versione 8.9.9 beta dell’app Google è appena stata rilasciata nel canale sperimentale di sviluppo, con le solite poche novità immediatamente fruibili dagli utenti, a cui fanno da contraltare i tanti riferimenti a funzioni in rampa di lanci per l’app o i servizi correlati.

Grande protagonista è Google Podcasts, che da pochi giorni si è affrancata dall’app Google guadagnandosi un’app tutta per sé. Non paga di ciò, Podcasts arricchirà presto la sua offerta di intrattenimento con il supporto a Google Cast, che vi permetterà di ascoltare i vostri podcast preferiti tramite una TV collegata ad una Chromecast o altri dispositivi che supportano tale standard. (altro…)

Google Podcasts presto supporterà anche il cast su Chromecast e altri dispositivi (foto)

La nuova versione 8.9.9 beta dell’app Google è appena stata rilasciata nel canale sperimentale di sviluppo, con le solite poche novità immediatamente fruibili dagli utenti, a cui fanno da contraltare i tanti riferimenti a funzioni in rampa di lanci per l’app o i servizi correlati.

Grande protagonista è Google Podcasts, che da pochi giorni si è affrancata dall’app Google guadagnandosi un’app tutta per sé. Non paga di ciò, Podcasts arricchirà presto la sua offerta di intrattenimento con il supporto a Google Cast, che vi permetterà di ascoltare i vostri podcast preferiti tramite una TV collegata ad una Chromecast o altri dispositivi che supportano tale standard. (altro…)

Edoardo Carlo Ceretti's RSS Feed
Torna all'inizio