Edoardo Carlo Ceretti

Edoardo Carlo Ceretti

(0 commenti, 2178 articoli)

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione del profilo

Pagina Principale: http://www.androidworld.it

Articoli di Edoardo Carlo Ceretti

Con questo porting di Android Pie, Xiaomi Redmi Note 5 si crede un Google Pixel

A seguito del rilascio dei sorgenti AOSP di Android Pie, la comunità di sviluppo software indipendente è febbrilmente al lavoro per permettere di assaggiare la nuova squisita torta al maggior numero di smartphone. Tra i più privilegiati c’è Xiaomi Redmi Note 5, che ha già ricevuto i primi porting nei giorni scorsi, ma ora può contare anche su un altro.

Si tratta della celebre custom rom Pixel Experience, che si pone l’ambizioso obiettivo di ricreare l’esperienza d’uso degli smartphone targati Google, su altri modelli. Come era stato anche per i precedenti porting, il livello di stabilità di queste prime release della rom è già sorprendente alto, anche se non mancano alcuni dettagli ancora da limare. (altro…)

Potete già provare in anteprima la nuova app Snapchat, ma vi serve il root (foto e video)

Già sul finire del 2017, Snapchat aveva promesso ai suoi utenti Android un’app completamente rinnovata, ricreata sostanzialmente da zero. I lavori sono proseguiti sotto traccia nel corso degli scorsi mesi, ma di recente è finalmente affiorata in versione beta, pur con l’impossibilità di utilizzarla. Anche quest’ultimo vincolo però è ora venuto meno, ma non per tutti.

Per attivare la nuova app Snapchat (conosciuta con il nomignolo Alpha) sono infatti necessari i privilegi di root, dunque procedimenti preliminari che possono invalidare la garanzia e mettere a repentaglio stabilità e funzionamento di uno smartphone. Nel caso foste utenti esperti e tutto ciò non vi spaventasse, vi rimandiamo a questa guida per l’installazione e l’attivazione di Snapchat Alpha – trovate anche un video a riguardo a fondo articolo. (altro…)

Google Foto: con questo trucchetto potete filtrare le immagini in base alla data di caricamento

I possessori di uno smartphone o un tablet Android negli anni hanno imparato ad adorare Google Foto, grazie alla funzione di backup automatico e illimitato (non alla massima qualità) degli scatti realizzati tramite i nostri dispositivi mobili. Il servizio è però fruibile anche da dispositivi iOS e tramite un classico web browser, ma nonostante tutte le frecce al suo arco, ha ancora qualche dettaglio da limare.

Su tutte, la modalità di visualizzazione delle immagini salvate. Di default sono infatti mostrate per data di scatto, è poi possibile creare album o effettuare ricerche sulla base di parole chiave, sfruttando gli algoritmi di Google, ma ad esempio non è possibile impostare la visualizzazione in base alla data di caricamento. Un filtro che si renderebbe particolarmente utile nel caso di upload di una moltitudine di foto scattate in passato, altrimenti decisamente difficili da ritrovare nel mare magnum di Google Foto. (altro…)

Google Foto: con questo trucchetto potete filtrare le immagini in base alla data di caricamento

I possessori di uno smartphone o un tablet Android negli anni hanno imparato ad adorare Google Foto, grazie alla funzione di backup automatico e illimitato (non alla massima qualità) degli scatti realizzati tramite i nostri dispositivi mobili. Il servizio è però fruibile anche da dispositivi iOS e tramite un classico web browser, ma nonostante tutte le frecce al suo arco, ha ancora qualche dettaglio da limare.

Su tutte, la modalità di visualizzazione delle immagini salvate. Di default sono infatti mostrate per data di scatto, è poi possibile creare album o effettuare ricerche sulla base di parole chiave, sfruttando gli algoritmi di Google, ma ad esempio non è possibile impostare la visualizzazione in base alla data di caricamento. Un filtro che si renderebbe particolarmente utile nel caso di upload di una moltitudine di foto scattate in passato, altrimenti decisamente difficili da ritrovare nel mare magnum di Google Foto. (altro…)

Xiaomi rende più semplice la vita ai beta tester della MIUI 10: sblocco del bootloader non più necessario

Importante novità per i possessori di uno smartphone Xiaomi, curiosi di provare in anteprima le novità software che il colosso cinese sta confezionando. Fino a questo momento infatti, per poter installare un firmware beta si rendeva necessaria un’operazione di modding a tutti gli effetti, ovvero lo sblocco del bootloader. Un deterrente non da poco, specialmente per gli utenti alle prime armi.

Da ora invece, non dovrete più ricorrere a questa operazione preliminare se voleste provare in anteprima una beta della MIUI 10, come annunciato da Xioami stessa sul suo forum internazionale. Anche per chi possiede un dispositivo con firmware stabile e tutto stock, ora sarà sufficiente scaricare la recovery rom per il proprio dispositivo e inserirla nella memoria interna. (altro…)

OPPO non ha resistito al fascino della tripla fotocamera posteriore: date un’occhiata a R17 Pro (foto)

Fra i produttori più attivi dell’ultimo periodo, una menzione particolare spetta ad OPPO. Dopo anni di esilio dorato cinese, lasciando campo alla sorella OnePlus sul mercato internazionale, il produttore ha cambiato passo negli ultimi mesi, riaffacciandosi anche dalle nostre parti e stupendo il mondo con Find X. Non ha però dimenticato la fascia media e, insieme al già ampiamente anticipato R17, dovrebbe arrivare anche R17 Pro, con una peculiarità a dir poco interessante.

Tramite un post su Weibo, OPPO ha infatti mostrato un video teaser ufficiale del dispositivo, che potrebbe debuttare insieme al fratello minore nel corso dell’evento fissato per il 23 agosto. Come potete vedere dalle immagini, i due modelli avranno molto in comune dal punto di vista estetico, compreso il bel notch a goccia già visto su F9 (Pro). Ma al posteriore ci sarà il grande tratto distintivo. (altro…)

Anche Motorola One è impaziente di mostrarsi: dal TENAA ecco nuovi render e le specifiche tecniche

Nel corso di un evento che si è tenuto in Cina a Ferragosto, Motorola ha presentato a sorpresa il suo nuovo Moto P30, capace di procedere a fari spenti nelle settimane precedenti, depistando tutte le tracce su altri due modelli, che per ora rimangono ancora inediti. Ci riferiamo a One Power, che ieri si è mostrato nei primi scatti dal vivo, e del fratello minore One, a cui invece è appena toccato il transito dal TENAA.

Come da tradizione, l’ente cinese di certificazione dei dispositivi elettronici è stato prodigo di indizi su Motorola One: non soltanto una serie di scatti che ci confermano il suo design – con la particolare doppia fotocamera verticale separata, un piccolo tocco di originalità in un dispositivo molto affine ad iPhone X, notch compreso – ma soprattutto le prime informazioni sulle specifiche tecniche. (altro…)

I Millennial sono gli utenti che navigano di più, ma la loro connessione preferita potrebbe stupirvi

Strategy Analytics ha recentemente condotto una ricerca sulle abitudini degli internauti in base alla loro età anagrafica. In particolar modo, lo studio si è concentrato sul quantitativo di traffico consumato dagli utenti su base mensile. Se il risultato complessivo era pressoché scontato, qualche sorpresa in più potrebbe giungere dalle preferenze di connessione.

Gli under 25 – o Millennial, come spesso sono definitivi i nativi digitali – dominano la classifica, con quasi 21 GB di traffico dati mediamente consumato nell’arco di un mese. Al secondo posto (18 GB in media) gli utenti compresi fra i 26 e i 35 anni, terzo gradino del podio (16 GB) per gli utenti tra i 36 e i 45 anni e infine gli over 46 fanalino di coda (13,2 GB). (altro…)

Anche Huawei P20 Pro si ritaglierà il suo spazio a IFA 2018: in arrivo due nuove colorazioni

Huawei P20 Pro è stato uno degli smartphone top di gamma più apprezzati della prima parte del 2018. Nonostante la presenza del notch, il dispositivo è stato in grado di stupire e convincere pubblico e critica grazie a prestazioni all’altezza, un comparto fotografico eccellente – anche grazie l’ausilio dell’intelligenza artificiale – e, perché no, la colorazione Twilight, che ha sdoganato il gusto sfumato cangiante, poi imitato anche dalla concorrenza.

Dato il successo riscosso da questa trovata – e nonostante il suo ciclo vitale, quantomeno come smartphone di punta, sia agli sgoccioli – Huawei ha intenzione di battere il ferro finché è caldo, manifestando la volontà di lanciare altre due colorazioni sulla falsa riga della Twilight. E l’evento di IFA 2018 – che si svolgerà tra il 31 agosto e il 5 settembre – sarà il palcoscenico ideale per mostrarle al mondo. (altro…)

Pausa forzata per i binge watcher? Netflix testa i video promo al termine degli episodi

Come ogni colosso che si rispetti, anche Netflix è alla continua ricerca di nuove strade per consolidare il proprio dominio e respingere gli attacchi della sempre più agguerrita concorrenza. Coinvolgere gli utenti e spingerli ad una più prolungata permanenza sulla piattaforma è sicuramente un obiettivo ambizioso, ma occorre fare attenzione a non tirare troppo la corda, rischiando di ottenere l’effetto contrario.

L’ultima trovata di Netflix – in fase di test soltanto per un ristretto numero di utenti selezionati – potrebbe proprio trovarsi in bilico fra questi due scenari. Il gigante dello streaming on demand sta infatti sperimentando l’inserimento di video promozionali di altri suoi contenuti al termine della visione di un episodio di una serie TV. (altro…)

Edoardo Carlo Ceretti's RSS Feed
Torna all'inizio