Chi è e cosa fa un sistemista?

Al mondo ci sono domande esistenziali a cui nemmeno i più fini pensatori riescono a dare una risposta semplice e diretta. Ad esempio: “Qual è il senso della vita?”, “Cosa c’è oltre la morte?”, “Gli Oasis torneranno a suonare insieme?”. Ce n’è però una in particolare che mi fa gelare il sangue quando mi viene posta: “Ma tu… che lavoro fai?”.

In realtà non è la domanda che mi crea difficoltà, quanto la reazione alla mia risposta:

“Sono un sistemista informatico”

Ed è quando la palla ripassa al mio interlocutore che il dramma comincia:

  • “Ah… mmmm…. ok” (Il buono che vorrebbe dirti con tutto il suo cuore che ha capito ma si vede lontano un miglio che non è vero);
  • “Fico! Mi fai un sistema vincente per il Superenalotto?” (il tuo nuovo migliore amico);
  • “Mmmmm… non ho capito” (il sincero);
  • “Ma quindi cosa fai?” (quello che pensa tu abbia frainteso la domanda e che gli stai parlando del tuo hobby, non del tuo lavoro)
  • ” Ahh ok… quindi fai il programmatore!” (sento le lacrime che solcano le mie guance)
  • “Beato te che non fai un cazzo tutto il giorno davanti al computer” (???)
Reazioni alle risposte della domanda "Cosa fa un sistemista?"
La mia faccia dopo aver spiegato che lavoro faccio e aver ascoltato le reazioni

Confesso, all’inizio provavo quasi fastidio nel sentire queste reazioni ma poi mi sono messo nei panni dei miei interlocutori e devo ammettere che la risposta “sono un sistemista informatico” non spiega nulla a meno di essere un addetto ai lavori. Da qui l’idea di cogliere l’opportunità di scrivere questo articolo e sciogliere questo dubbio universale sul mio lavoro 😉 Cominciamo?

Chi è il sistemista?

In un Il sistemista informatico è il responsabile dell’installazione, configurazione e manutenzione dei sistemi informatici di un’organizzazione o un’azienda. Viene chiamato anche amministratore di sistema (in inglese system administrator o sysadmin).

Credo che non ci sia definizione più semplice e in realtà potrebbe essere una risposta sufficiente. Tuttavia, mi farebbe un immenso piacere raccontarti del mio lavoro e della mia passione per fare in modo che quante più persone possano capire.

Quindi cosa fa un sistemista?

Il compito di un sistemista è gestire tutti gli elementi hardware e software in uso, garantendo il perfetto funzionamento delle infrastrutture informatiche: PC e stampanti, periferiche audio e video, telefonia Voip, device mobili, server, schede di rete, dischi fissi, router, connessioni internet e intranet, database, programmi informatici, sistemi di posta elettronica.

Deve quindi essere un esperto conoscitore di sistemi operativi (Windows, Mac, Linux etc.) e applicativi informatici, anche per individuare e correggere malfunzionamenti (troubleshooting) e occuparsi della manutenzione hardware e software. Inoltre, deve conoscere le finalità con cui i dispositivi e gli apparati di rete vengono usati: in questo modo può migliorarne le prestazioni e ottimizzare le risorse a disposizione in base alle necessità dell’azienda.

A seconda dei diversi contesti, il system administrator può occuparsi ad esempio di montare una nuova scheda RAM, sostituire un hard disk danneggiato, collegare i computer ad una rete LAN (Local Area Network) o WAN (Wide Area Network), configurare nuovi account e postazioni di lavoro, installare un nuovo software.

Un altro compito del sistemista informatico può essere informare lo staff sugli aggiornamenti o sulle modifiche introdotte, istruirlo sull’uso di nuovi dispositivi hardware e formarlo per imparare ad usare in autonomia i programmi installati.

Ma non è tutto…

Il system administrator si occupa poi della manutenzione ordinaria dei sistemi informatici: controlla le performance, svolge test di routine per verificarne la corretta funzionalità, aggiorna i programmi obsoleti. Configura quindi le operazioni per il salvataggio dei dati (backup) in automatico e predispone piani di recupero dati per le situazioni di emergenza (disaster recovery).

Il sistemista svolge anche le mansioni di help desk (da remoto o in sede), e gestisce la manutenzione straordinaria: è infatti il primo professionista ad essere interpellato quando si verifica un errore nei sistemi informatici. In questi casi, la professionalità e la rapidità del suo intervento sono elementi importantissimi: grazie a strategie di diagnostica HW e SW individua la causa del problema e svolge tutte le operazioni necessarie per il ripristino della piena operatività nel minor tempo possibile.

Le competenze del sistemista informatico sono di importanza critica anche per la sicurezza informatica: deve avere conoscenze di firewall e sistemi di controllo degli accessi, e in generale nell’ambito della cyber security, per garantire che nessuno possa entrare nei sistemi senza autorizzazione. Per questo configura sistemi di autenticazione e login e controlla gli accessi alla rete internet e intranet in modo da proteggere il sistema da minacce informatiche.

Assicura inoltre che i dati conservati nei sistemi siano trattati nel rispetto degli standard e della normativa in vigore sulla privacy esulla sicurezza.

Un amministratore di sistema lavora al servizio di tutte le realtà che fanno affidamento su sistemi informatici di una certa complessità per essere operative: imprese e uffici di ogni tipo, bancheenti pubblicidata center. Le offerte di lavoro per sistemista informatico provengono anche da aziende che gestiscono i sistemi informativi per conto di aziende e organizzazioni clienti e offrono servizi di outsourcing informatico.

Quali sono gli orari di lavoro?

L’orario di lavoro del sistemista è solitamente un full time tradizionale, ma è richiesta flessibilità per poter svolgere le operazioni di aggiornamento dei sistemi nei momenti di minor utilizzo (di sera, o nei weekend). In alcuni casi, può essere richiesta la disponibilità a essere reperibili h24, per intervenire rapidamente e in qualsiasi momento in caso di emergenze e problemi critici.

Come può esserti utile un sistemista?

Che tu sia un’impresa, un professionista o anche un semplice utilizzatore di tecnologie informatiche, immagino tu abbia investito in questi strumenti perchè ritieni che questi possano risolverti un problema o facilitarti un compito. Proprio per questo motivo, la tua unica preoccupazione dovrebbe essere quella di usarli per ottenere il risultato che ti aspetti, senza pensare ad altro. Certo, questi strumenti informatici sono arrivati ad un livello di semplicità ed intuitività che pochi anni fa erano impensabili ma, purtroppo, hanno un difetto: sono delle macchine. E quando hanno problemi, per risolverli bisogna conoscerle. Il sistemista ha delle competenze digitali avanzate che gli consentono di aiutarti a risolvere questi problemi. Non solo: ti aiuterà a fare in modo che queste criticità non si ripresentino, con le dovute azioni correttive e aiutandoti a prendere confidenza con il dispositivo o servizio che vuoi utilizzare, di modo che tu possa sfruttarlo appieno. In poche parole? Tu dovrai solo preoccuparti di usare i tuoi strumenti informatici per ottenere i tuoi risultati in maniera semplice ed efficace. Nient’altro.