Meizu Zero non si farà. Le sue caratteristiche fortemente innovative – forse anche troppo innovative – e la promessa di non avere nemmeno un buco sulla scocca non sono bastate a convincere gli acquirenti, che hanno disertato il crowdfunding su Indiegogo avviato da Meizu qualche settimana.

Il progetto ha raccolto meno della metà dei fondi necessari per far partire la produzione: solo 45.998$ rispetto ai 100.000$ richiesti. Un buco nell’acqua in piena regola, dovuto molto probabilmente all’altissimo costo del dispositivo: 1.299$ in versione standard ed addirittura 2.999$ per la variante Exclusive Pioneering Unit, con sole 100 unità disponibili.

Secondo Huang Zhang, CEO di Meizu, le colpe di questo flop sarebbero da imputare al reparto marketing. Il progetto non era destinato alla produzione di massa ed era considerato solo un prototipo in sviluppo, dunque la scelta di iniziare un crowdfunding per realizzarlo concretamente non è stata giudicata corretta.

LEGGI ANCHE: Meizu Zero: c’è chi ne ha già fatto la recensione

Parlare col senno di poi è certamente molto semplice, anche se c’è da dire che i dubbi su uno smartphone così estremo erano stati abbastanza numerosi sin dal suo primo annuncio. È dunque la fine definitiva per Meizu Zero? Probabilmente sì, almeno per il momento, anche se non è escluso che l’azienda cinese possa riprovarci tra qualche anno, magari con un progetto più maturo e meno prototipale.

L'articolo Flop per Meizu Zero: lo smartphone senza buchi è stato un buco nell’acqua sembra essere il primo su AndroidWorld.