Nonostante non si sia ancora mai cimentata nella nicchia di mercato dei gaming phone, Samsung non ha mai sottovalutato i videogiochi sui suoi smartphone, tanto da siglare una partnership con Epic Games per Fortnite, in occasione del lancio del suo ultimo smartphone top di gamma, Galaxy Note 9. In vista dell’arrivo della nuova gamma Galaxy S10 però, il colosso coreano potrebbe avere un’ulteriore asso nella manica.

Samsung ha infatti registrato in Europa il marchio Neuro Game Booster, un nome che lascia intuire da subito di che cosa si tratti. Non è un segreto che – seguendo l’esempio di Huawei prima e Qualcomm poi – il produttore coreano abbia integrato nel suo ultimo chip di punta – l’Exynos 9820, che sarà integrato nei nuovi Galaxy S10 – un’unità dedicata per il calcolo basato sulle reti neurali, per ricorrere sempre di più all’ausilio dell’intelligenza artificiale. Evidentemente anche per il gaming.

LEGGI ANCHE: Tutto su Nokia 9 PureView

In assenza di dettagli, non è ancora possibile capire esattamente come funzionerà questa modalità, ma possiamo facilmente immaginare che si tratterà di ottimizzazioni intelligenti delle prestazioni del SoC in occasione delle sessioni di gioco più impegnative, per concentrare al meglio le risorse disponibili. Non ci sarà da stupirsi dunque se i nuovi Galaxy S10 saranno da subito annoverati fra i migliori smartphone per videogiocare, in barba ai tanti gaming phone sul mercato.

L'articolo Samsung registra il marchio Neuro Game Booster: in arrivo ottimizzazioni IA anche per il gaming? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.