Il ‘chin’ di Mi MIX 3 sarà più pronunciato rispetto a quanto voleva farci credere Xiaomi. Ma dai? (foto e video)

Nonostante il suo lancio sia ormai imminente, diversi dettagli relativi a Mi MIX 3 rimangono ancora avvolti nel mistero. Negli scorsi mesi, Xiaomi ha lavorato sotto traccia per confezionare uno smartphone con cui stupire il mercato e dall’evento di presentazione ci aspettiamo tante sorprese, come ad esempio la possibile modalità super slow motion da ben 960 FPS. Il colosso cinese però potrebbe avere in serbo anche qualche dettaglio inatteso ma di cui faremmo volentieri a meno.

In particolare, a giudicare da un video che sta circolando in rete in queste ore, sembra che Xiaomi non abbia perso il vizio di ritoccare i render da diffondere nel corso della campagna di avvicinamento all’evento di presentazione. Già in passato i render di Mi MIX 2 e altri smartphone erano poi risultati più lusinghieri di quanto non fosse la dura realtà e anche con Mi MIX 3 potrebbe esserci ricascata. Continue reading

6 cose che ancora non sapevate su Google Pixel 3 e Pixel 3 XL (foto e video)

Google ha presentato i nuovi Pixel 3 e Pixel 3 XL ormai più di 10 giorni fa e da allora, se siete appassionati di questo mondo, avrete letto fiumi di parole e guardato ore di filmati (compresa la nostra recensione della versione XL, vero?) sul loro conto. Se pensavate però di conoscere ormai morte e miracoli dei nuovi smartphone made in Mountain View, vi sbagliate di grosso. Ecco 6 cose che ancora non sapete sui Pixel 3.

La modalità Top Shot ha qualche limite di troppo Continue reading

Amazfit Stratos si affranca dal modding e impara ufficialmente la lingua italiana

Se il design di Amazfit Stratos vi avesse stregato, ma la localizzazione del firmware soltanto in inglese e cinese vi avesse frenato dall’acquisto, sono arrivate buone notizie per voi: lo smartwatch firmato dal brand di proprietà di Xiaomi da ora supporta ufficialmente anche la lingua italiana.

A svelarlo è la pagina Facebook ufficiale di Amazfit Italy, che ha annunciato l’inizio del rilascio di un nuovo aggiornamento software, chiamato ad introdurre la lingua italiana nel firmware del dispositivo. Un ulteriore passo in avanti per un brand che sta iniziando ad entrare ufficialmente nel nostro mercato e che non poteva prescindere ancora a lungo da un dettaglio così importante. Continue reading

Il bollo dell’auto? Ora lo pagate con Satispay! (foto)

Satispay vuole continuare a semplificare la vita dei propri utenti e dare un altro buon motivo per provare il servizio a chi ancora non l’avesse fatto. Da ora infatti, potrete pagare il bollo dell’automobile, della moto o del rimorchio, direttamente dall’app Satispay, dicendo addio alle code agli sportelli.

La novità la trovate già inclusa nella sezione Servizi dell’app, sotto la voce Bollo auto e moto. Selezionandola, avrete la possibilità di scegliere il tipo di veicolo del quale volete pagare il bollo e poi inserire il numero di targa, per visualizzare l’importo esatto da corrispondere. Il pagamento avverrà servendosi del vostro saldo su Satispay (con una commissione di 1€) e potrete anche salvare e stampare la ricevuta. Continue reading

Gli APK scambiati tra utenti (tramite certe app) si aggiorneranno dal Play Store

Google sta aggiungendo dei metadati agli APK distribuiti attraverso Google Play, proprio allo scopo di verificarne l’autenticità. Può sembrare un modo di procedere pleonastico, ma il punto non è tanto tutelare i download dal Play Store, quanto gli scambi di APK tra utenti.

In molti paesi dove i piani dati non sono economici e abbondanti come da noi, è infatti pratica molto comune che gli utenti condividano direttamente l’uno con l’altro le app installate, allo scopo proprio di risparmiare dati. Continue reading

Falsa partenza per le pre-registrazioni di Dead Cells per Android, ma il gioco è in arrivo (video)

Dead Cells per Android sembra ormai in dirittura d’arrivo. Playdigious nelle scorse ore aveva addirittura aperto le pre-registrazioni sul Play Store per uno dei giochi roguelike stile Metroidvania più apprezzati di questo 2018, salvo poi rimuovere la pagina in fretta e furia. Ma l’attesa ormai non dovrebbe essere troppo lunga.

I punti interrogativi sulla versione mobile del gioco sono ancora molti, a partire dal sistema di controlli. Dead Cells su PC e console non è di certo uno dei giochi più immediati da padroneggiare e i controlli tramite touchscreen necessiteranno senza dubbio di qualche ritocco per essere fruibili senza essere frustranti (ci sarà anche il supporto a controller esterni?). Inoltre il prezzo di vendita non è ancora noto, altro elemento tutt’altro che secondario. Continue reading

Nokia 8.1 su Geekbench: non è più un top di gamma, ma vi piacerà ugualmente (aggiornato: versione global di X7?)

In questo 2018, Nokia ha fin qui conservato il colpo in canna da sparare nel segmento degli smartphone top di gamma, se si esclude il bellissimo Nokia 8 Sirocco, di fatto appartenente alla generazione 2017. Non sarà Nokia 8.1 però a colmare questa lacuna, nonostante il suo predecessore diretto fosse il dispositivo di punta del marchio finlandese per lo scorso anno. Ciononostante, questo nuovo smartphone promette molto bene.

E lo sappiamo grazie al suo transito su Geekbench, che ha lasciato tracce importanti sul suo conto. Si parla infatti di Qualcomm Snapdragon 710, il miglior SoC per la fascia medio alta attualmente disponibile, coadiuvato da 4 GB di RAM (ma non è detto che non ci saranno anche altri tagli di memoria). Continue reading

3 Italia non molla la presa dai clienti Iliad: tornano minuti illimitati e 50 GB a 6,99€ al mese

3 Italia è ormai a tutti gli effetti il brand gemello di Wind, non stupisce quindi che l’offerta lanciata, denominata Play 50 Unlimited, replichi la Smart Special 50 nel bundle offerto. Ecco cosa include:

  • Minuti di chiamate illimitati verso tutti
  • 50 GB di traffico dati in 3G (upgrade al 4G gratis fino al 31 dicembre, poi 1€ al mese)
  • Al costo di 6,99€ al mese
  • Continue reading

In futuro potrete girare dei bellissimi time-lapse anche dall’app Google Fotocamera

Non c’è dubbio che, in un panorama smartphone ormai appiattito su standard elevatissimi, a rappresentare il maggiore tratto distintivo fra un modello e l’altro è rimasta la qualità fotografica. La differenza fra smartphone anche della stessa fascia di prezzo può essere molto ampia e dunque i produttori sono al lavoro soprattutto sul software per arricchire i propri dispositivi di funzionalità fotografiche sempre più varie e coinvolgenti. Anche Google non vuole essere da meno e l’ultima versione della sua app fotocamera è disseminata di indizi su una funzionalità molto attesa.

Si tratta della modalità time-lapse, che consiste nel montaggio automatico di un video formato da una serie di fotogrammi scattati in sequenza, in un lasso di tempo anche molto lungo, conferendo l’illusione di uno scorrimento accelerato del tempo. Una tecnica molto utilizzata in film, serie TV e non solo, che in futuro potrebbe essere alla portata anche degli smartphone Google Pixel, senza la necessità di ricorrere a software di terze parti. Continue reading