Dopo aver sbalordito tutti nel 2017 grazie all’innovativo design di Galaxy S8 e S8+, in questo 2018 Samsung ha dovuto incassare numerose critiche da parte degli appassionati, che non hanno perdonato il ricorso a scelte così conservative per Galaxy S9 e S9+, di fatto indistinguibili – perlomeno frontalmente – dai predecessori. Per questo motivo, tutti si aspettano che Galaxy S10 rappresenterà una nuova svolta per la serie. E sarà proprio così.

A confermarlo è nientemeno che DJ Koh – presidente della divisione mobile di Samsung – durante una chiacchierata con la stampa cinese, tenutasi nei giorni scorsi. Aspettiamoci dunque «cambiamenti molto significativi» per i nuovi Galaxy S10, che probabilmente punteranno a ridurre ulteriormente le già risicate cornici attorno al display, ma non solo.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S10+ avrà ben 5 fotocamere?

Oltre a qualche chicca ancora ignota, ma in cui speriamo ardentemente, Koh si è lasciato sfuggire qualche riferimento sulle colorazioni dei futuri smartphone di punta del colosso coreano. Anche in questo caso, saranno previste un po’ di novità, che aiuteranno i Galaxy S10 a svettare fra la massa di modelli tutti molto simili fra loro. Uno dei maggiori candidati è il ritorno di una tonalità di verde, che non vediamo dai tempi del magnifico Galaxy S6 Edge, ma non è esclusa nemmeno l’adozione di colorazioni sfumate, stile Twilight di Huawei P20 Pro.

L'articolo Samsung conferma: Galaxy S10 non correrà il rischio di somigliare troppo ai predecessori sembra essere il primo su AndroidWorld.