AnTuTu, uno dei benchmark più diffusi in ambito mobile, ha da poco rilasciato un importante aggiornamento per la sua app Android, giunta alla versione 7. Da tempo disponibile in versione beta, da ora la versione rinnovata è disponibile per tutti sul Play Store.

Le maggiori novità riguardano l’interfaccia grafica, che è stata completamente rivista. Il look un po’ datato e approssimativo delle versioni passate lascia il posto a menu più piacevoli e rifiniti, in cui predomina il colore blu. Presente anche un menu a scorrimento laterale, da cui è possibile attivare o disattivare le notifiche, l’indicazione persistente della temperatura di esercizio e altro ancora.

LEGGI ANCHE: Google Assistant Go sbarca sul Play Store, ma non in Italia

Il changelog pubblicato sul Play Store parla anche di test rinnovati per il proprio dispositivo e nuovi criteri per i punteggi ottenuti, che dunque potrebbero richiedere la stesura di una classifica dei migliori modelli per performance aggiornata all’ultima versione del benchmark. Vi lasciamo qui sotto i link per scaricare l’ultima versione di AnTuTu e l’app AnTuTu 3DBench, complemento necessario per il test dei SoC a 64 bit.

Aggiornamento01/02/2018 ore 15:00

Non solo nuova grafica, ma anche tanta sostanza. AnTuTu ha infatti pubblicato un post per spiegare le novità della versione 7, tra le quali il monitoraggio della temperatura e del carico sulla CPU, ma soprattutto ci sono 3 nuovi test per la UX (scroll delay test, WebView rendering test e QR code recognition test), e 2 nuovi test 3D (Refinery e Coastline).

Questo significa tra l’altro che i punteggi di AnTuTu 7 non sono direttamente confrontabili con i precedenti, il che è un po’ un peccato per noi perché in parte vanifica il lavoro di raccolta fatto finora. Per tutti gli altri, qui sotto i sono i badge per la nuova e più bella di sempre versione di AnTuTu, che per ora è disponibile solo per Android.

AnTuTu Benchmark

AnTuTu 3DBench

L'articolo AnTuTu si aggiorna alla versione 7 guadagnando una grafica tutta nuova e perdendo in retrocompatibilità (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.