Se siete amanti del modding e soprattutto delle funzioni offerte dal team Dirty Unicorns, sarete felici di sapere che tali caratteristiche sono ora supportate anche su Android Oreo. Ciò significa che presto potrete utilizzare strumenti come Fling, Pulse e SmartBar anche sulle custom ROM basate sulle versioni 8.0 e successive del robottino verde, personalizzando a piacimento l’interfaccia del vostro dispositivo.

Per chi non le conoscesse, le possibilità offerte dalla Dirty Unicorns Interface (DUI) permettono di modificare la navbar e aggiungere gesture, pulsanti personalizzati o un visualizzatore audio dinamico, che mostra il grafico delle onde sonore in base alla musica riprodotta.

LEGGI ANCHE: LineageOS 15.1 basata su Oreo 8.1 in sviluppo

Grazie all’inclusione dei nuovi codici sorgenti nel Gerrit di Dirty Unicorns, tutti gli sviluppatori indipendenti potranno utilizzare tali strumenti sulle proprie custom ROM a base Oreo, fornendo ancora più supporto a coloro che vogliono un modding estetico particolarmente raffinato. Per maggiori informazioni, potete trovare il già citato DUI Gerrit a questo indirizzo.

L'articolo Dirty Unicorns porta i suoi strumenti di personalizzazione sulle custom ROM a base Oreo (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.