ZTE Axon M è il nuovo smartphone dell’azienda cinese che si distingue nettamente dalle masse, per la particolarità di potersi piegare in due. Questo non significa che il suo schermo sia flessibile, semplicemente sono due schermi tenuti assieme da una cerniera.

Quello nella foto di apertura infatti non è un tablet, ma sono le due facce da 5,2 pollici ciascuna di questo originale dispositivo. I due display hanno risoluzione full HD e sono protetti da Gorilla Glass 5, mentre l’anima dello smartphone è il SoC Qualcomm Snapdragon 821, coadiuvato da 4 GB di RAM. Sul retro abbiamo una fotocamera da 20 megapixel, mentre la batteria è una 3.180 mAh.

LEGGI ANCHE: Tutto sulla famiglia Mate 10

Cosa potete farci quindi con il primo smartphone “convertibile” al mondo? Potete allungare la home screen e le app affinché occupino entrambi i display, per avere più spazio a disposizione; in questo caso, se disponibile, l’app sarà visualizzata nella sua modalità tablet. Oppure potete letteralmente eseguire due app contemporaneamente, una per ciascun display. Potete anche replicare lo stesso contenuto su entrambi i lati e mettere lo smartphone “a tenda” in modo che due persone ai lati opposti possano vedere lo stesso contenuto. Potete anche riprodurre due video diversi e switchare l’audio al volo da uno all’altro, casomai voleste seguirne uno solo con lo sguardo e non con l’audio.

ZTE ha sfruttato per lo più il multi-window di Android per ottenere il risultato, in modo da massimizzare la compatibilità della sua soluzione, assicurandosi che le “top 100 app Android” funzionino senza problemi.

Il rovescio della medaglia è rappresentato da uno spessore di 12,1 mm ed un peso di 230 grammi. Ed a parte questo, ZTE Axon M è un’esclusiva AT&T negli USA e Docomo in Giappone, ma essendo così particolare, non potevamo esimerci dal riproporvelo.

L'articolo ZTE Axon M ufficiale: quando pieghevole non fa rima con flessibile! (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.